Archivi tag: Negozi di Abbigliamento Avellino

I migliori negozi di Abbigliamento Donna ad Avellino.

Shopping che passione. Al femminile, diventa quasi una missione. Impossibile per gli uomini al seguito.

Naturale per ogni donna che abbia dai diciotto anni in su (ma le teen agers scalpitano nelle retrovie).

I negozi di abbigliamento più amati dalle donne avellinesi.

Anche Avellino ha il suo quadrilatero della moda, che si concentra tra Corso Europa, Via Mancini, Via Dante, Corso Vittorio Emanuele, le vie dello shopping per eccellenza in città.

Flò Fashion Store

Da alcuni anni, in Corso Europa, Flò Fashion Store è una boutique ricercata da chi ama la moda giovane e raffinata. Marchè 21, Niu, Gazèl, Es’givien, Attic and Barn, 8PM sono solo alcuni dei brand che rendono particolarmente glamour questo store.

Floriana Battista, la titolare del negozio di abbigliamento femminile al Corso Europa di Avellino ha ben compreso quanto sia importante il coinvolgimento emotivo nel rapporto con la clientela.

“Il mio lavoro – spiega Floriana Battista – è ricerca continua. Mi piace poter offrire sempre il meglio, andando a scovare di marchi che sappiano abbinare fantasia e creatività alla manifattura di qualità del made in Italy”.

Ricco il bouquet di brand con cui Flò veste sia la donna in carriera che la casalinga, sia la teen ager che la mamma di famiglia.

Ad Avellino, la Moda Donna di Flò si fa in due: apre Flò Stories.

Ci sono strade, ad Avellino, riconosciute per la vocazione che, negli anni, hanno acquisito grazie a luoghi, personaggi, attività.

E’ il caso di Via Scandone che ha sempre legato il suo nome a tre indiscusse peculiarità: la scuola, l’aperitivo, la moda.

Alzi la mano chi non ha fatto, almeno una volta nella vita, la “salita dei Cappuccini” per andare a scuola, per un aperitivo con gli amici o per un pomeriggio di shopping.

Ed è proprio nel solco di questa tradizionale vocazione di via Scandone che si inserisce la novità targata Flò che, a partire dall’8 dicembre 2017, andrà ad arricchire una delle strade più frequentate di Avellino.

Flò Stories Avellino

Il giorno che tradizionalmente dà il via alle festività natalizie sarà un giorno speciale per Floriana Battista, imprenditrice avellinese nel campo della moda, che raddoppia la sua esperienza in città, affiancando alla nota boutique di Corso Europa, un nuovo punto vendita a via Scandone: Flò Stories.

Flò Stories è l’evoluzione del brand Flò, che punta a diffondere una cultura alternativa del vestire bene, una cultura incentrata sulla qualità della manifattura made in Italy che strizza l’occhio soprattutto alle giovani donne.

L’appuntamento con l’inaugurazione del nuovo punto vendita è per venerdì 8 dicembre 2017, a partire dalle ore 18, in Via Scandone 13 ad Avellino.

Ad accogliere quanti vorranno scoprire il favoloso mondo di Flò Stories, come sempre Floriana Battista e Silvia Petrosino: saranno loro ad aprire le porte di una boutique in cui lo stile, lo charme e l’eleganza sarà firmato Empathie, Molly Bracken, XTSY, La Fèe Maraboutèe e da una esclusiva novità, la linea di capi griffati Flò.

“Abbiamo scelto di farci in due per lanciare una nuova linea giovane e smart – spiega Floriana Battista – elegante e non impegnativa allo stesso tempo. E mi piace, poi, sottolineare la scelta della location, che non è casuale: via Scandone è il luogo che è nella memoria di tante donne e tanti uomini avellinesi, è il luogo legato ai ricordi dell’adolescenza ma anche alle serate della gioventù. Ed è proprio questo lo spirito che vogliamo far rivivere nel nostro punto vendita”.

Flò Stories, con le sue linee di abbigliamento femminile ed un pret-a-porter intrigante e sbarazzino si candida a diventare il luogo preferito da mariti e fidanzati per i regali di Natale 2017.

Shirt, felpe, pantaloni, borse, scarpe, accessori ed una certezza: l’esclusiva eleganza garantita da Flò.

  • Il negozio di abbigliamento femminile Flò Stories è in Via Scandone 13 ad Avellino. Pagina facebook

Sconti e Sorprese per il Black Friday di Flò, moda donna ad Avellino.

Anteprima dei saldi in stile americano. Anche ad Avellino, tutti pazzi per il Black Friday, il giorno delle grandi occasioni commerciali.

Una tradizione tutta a stelle e strisce che, da alcuni anni, grazie al colosso delle vendite on line Amazon, ha preso piede prepotentemente anche in Italia.

Il Black Friday nasce dall’usanza di avviare la stagione delle vendite natalizie il giorno dopo la Festa del Ringraziamento, che cade l’ultimo giovedì di novembre.

Una giornata che, nelle grandi città statunitetensi, porta tantissima gente a riversarsi in strada per non perdere le grandi occasioni, creando caos e disagi tali da definire la giornata il venerdì nero.

Se Amazon ha esportato il fenomeno anche in Italia, evidenziando tante storie di successo, come quella dell’imprenditore solofrano del settore conciario Donato Pirolo, i commercianti avellinesi non si sono fatti pregare per cogliere la palla al balzo e dare vita al proprio Black Friday, con sconti, offerte speciali e occasioni da non perdere che, per uno o più giorni, cattureranno l’attenzione degli acquirenti.

Il Black Friday di Flò ad Avellino.

Nel segno del tre, da giovedì 23 a sabato 25 novembre, va in scena il Black Friday di Flo, una delle più accorsate boutique di moda femminile ad Avellino.

Per tre giorni, nel punto vendita di Corso Europa, tutta la nuova collezione autunno inverno sarà in vendita con il 30% di sconto: un’occasione da non lasciarsi sfuggire sia per chi vuol rimpinzare il proprio guardaroba che per chi voglia anticipare, spendendo meno, i regali di Natale.

“Con il Black Friday offriamo una serie di opportunità alle nostre clienti – spiega Floriana Battista, titolare della boutique Flò di Corso Europa ad Avellino – proponendo sconti importanti su tutti i nostri capi. Tre giorni di grandi occasioni: abbiamo deciso di applicare il 30% di sconto su tutta la nostra linea”.

Nel corso del Black Friday di Flò non mancheranno le sorprese spot, con alcuni capi che in determinati momenti della giornata saranno venduti al prezzo fisso di 50 euro.

Eleganza ed esclusività: scopri il mondo di Flò.

Per la donna che ama l’eleganza ma anche per l’uomo che vuol stupire la propria compagna con un capo di abbigliamento esclusivo, il bouquet di marchi proposti da Flò è garanzia di stile e qualità made in Italy.

Dalla maglieria più raffinata, griffata Nodo, Amandula e Rame alle eleganti linee di pantaloni Haikure e Cigales, dai cardigan 8PM alla camiceria La Fabrique e alla jeanseria Brian Dales.

Un mondo esclusivo, quello che si apre a chi varca l’ingresso di Flò, una casa della moda dedicata alla donna che ama vestire bene, indossare capi comodi e che abbiano una buona intercambiabilità.

Leggi anche: Flò Stories, la novità moda che fa tendenza ad Avellino.

Flò Stories, la novità moda che fa tendenza ad Avellino.

C’è chi sostiene che sia innanzitutto un’esperienza emotiva ed affettiva, chi l’associa ad un’esigenza consolatoria e chi, addirittura, ne fa una questione di ormoni.

Lo shopping al femminile è una di quelle attività che sfugge ad ogni regola, eccezion fatta per la soddisfazione che riesce a regalare.

Soddisfazione che è il frutto di una molteplicità di elementi e condizioni che si vengono a verificare, una sorta di alchimia che coinvolge non solo chi si predispone all’acquisto ma anche, ed in maniera determinante, chi si trova dalla parte opposta.

Ed allora, ecco che, soprattutto in tema di abbigliamento femminile e di accessori moda, quella del venditore (o della venditrice) risulta essere una figura chiave nella costruzione di quel rapporto di fiducia che è propedeutico all’acquisto.

Flò, abbigliamento donna ad Avellino.

Chi, ad Avellino, da alcuni anni ha ben compreso quanto sia importante il coinvolgimento emotivo nel rapporto con la clientela è Floriana Battista, titolare del negozio di abbigliamento femminile Flò al Corso Europa di Avellino.

Nel 2011, dopo un’esperienza da collaboratrice in un’accorsata boutique avellinese, Floriana Battista ha deciso di mettersi in gioco e di seguire la sua più grande passione, aprendo un negozio tutto suo, Flò, che in breve tempo è diventato un punto di riferimento in città per la donna che cerca eleganza, originalità e qualità.

“Il mio lavoro – spiega Floriana Battista – è ricerca continua. Mi piace poter offrire sempre il meglio, andando a scovare di marchi che sappiano abbinare fantasia e creatività alla manifattura di qualità del made in Italy”.

Ricco il bouquet di brand con cui Flò veste sia la donna in carriera che la casalinga, sia la teen ager che la mamma di famiglia.

Grazie a capi firmati La Fabrique, 8PM, Phisique du role, Es’Givien, Rame, Sita Murt, Rosè a Pois, Brian Dales, Attic and Barn, Nodo, Stefan Green, Argentero, Nodo,  Crilla Nanà, Nora Bart, Chiara Bertani, Evoluzione, Cornici, Gin Gin, True Nyc, True Tradition, Gertrude, Numero Primo, Ama Brand,  Flò riesce a venire incontro alle esigenze più disparate, che risultano sempre appagate dai consigli di Floriana Battista e della sua collaboratrice Silvia Petrosino, sempre pertinenti e puntuali.

Floriana Battista

La nuova collezione Flò Stories.

L’avvio della stagione invernale 2017/2018, in casa Flò, poi, ha portato una grande novità.

Una nuova collezione, Flò Stories, dedicata alla donna che ama vestire bene e poter scegliere tra più capi da sfoggiare sia nel quotidiano che in occasioni speciali. Una linea che, come è nello stile griffato Flò, presenta un outfit che guarda ai dettagli, ai trend del momento, alla comodità senza trascurare il fattore economico.

I marchi della nuova collezione Flò Stories ad Avellino.

Per la donna versatile ed in continua evoluzione ecco gli abiti firmati Empathie, un brand nato dall’incontro tra una blogger francese ed un imprenditore italiano. I capi sono ispirati alle atmosfere un po’ sognanti e metropolitane di Parigi, ricchi di fascino e dalla personalità unica.

Romantica ed elegante, semplice e seducente: è la donna che veste Molly Bracken una delle più interessanti nuove proposte della linea Flò Stories.

Così come di forte impatto oltre che di incredibile vestibilità sono i capi griffati XTSY e La Fèe Maraboutèe due brand così diversi tra loro eppure accomunati dalla capacità di dare brio e femminilità attraverso linee e disegni originali.

Una collezione, quella proposta da Flò Stories ad Avellino, che ha immediatamente conquistato le donne avellinesi che amano vestire bene e presentare mise che trasmettono personalità e carattere.

“La stagione autunno/inverno 2017/2018 offre tante opportunità. E’ una moda semplice che consente davvero a chiunque di vestire seguendo il proprio stile – assicura Floriana Battista, titolare della boutique Flò di Avellino – . Nero, grigio, oro sono colori intramontabili, ma ecco anche, per chi ama qualcosa di più particolare, i glitter o le fantasie a stampa. Tra i tessuti, la lana cotta, il velluto ed il damascato vanno forte, meglio ancora se spezzati”.

  • Il negozio di abbigliamento femminile Flò è in Corso Europa, 118 /120 ad Avellino. Telefono 0825 26167 – Pagina facebook

 

Gigi Foti: dalla sartoria di famiglia all’esclusivo “Gigi 21 Via Verdi”

La qualità di un capo d’abbigliamento è il risultato della ricercatezza della materia prima di cui è fatto e dell’elevata professionalità nella sua realizzazione.

E l’Italia del settore moda può vantare il marchio “made in Italy”, il più prestigioso e desiderato al mondo.

Una tradizione tanto antica quanto illustre, che avvolge l’intera Penisola e che anche ad Avellino può vantare nomi di spicco.

Emblematica in questo senso la storia che c’è dietro un personaggio molto noto del commercio avellinese, Gigi Foti, proprietario della boutique per uomo “Gigi 21” in pieno centro cittadino e discendente di una famiglia di sarti.

Sartoria nel dna, gusto per il bello e per l’artigianalità respirato fin dalla tenera età, che oggi continua a trasmettere al suo pubblico con un’attività che fa della ricercatezza di tagli, tessuti e manifattura il suo punto di riconoscimento.

<<La sartoria per abbigliamento maschile di famiglia ebbe inizio

ad Avellino negli anni Sessanta grazie al lavoro di mio padre e di mio zio, originari di Agira, in provincia di Enna – ci spiega Gigi Foti – Ci si può domandare cosa ci facessero due siciliani in Campania? Come nelle migliori storie, anche nel nostro caso è stato l’amore a muovere tutto. Mio zio Salvatore si trasferì nel capoluogo campano per il servizio militare e qui si innamorò di mia zia Giuseppina. A quel punto decise di rimanere in città e a questa decisione fece seguito anche quella di mio padre Carmelo che successivamente si sposò con mia madre Luisa. Lei era sarta e ricamatrice. Insomma, ago e filo non mancavano mai in casa mia>>.

Una famiglia molto unita.

<<Oltre al profondo affetto che nutro per i miei genitori, sono legatissimo anche ai miei zii, che reputo una seconda madre e un secondo padre, e ai miei cugini tra cui c’è Paolo, sindaco di Avellino. Da quando avevo cinque anni ero già in sartoria con loro, ho vissuto il piacere della famiglia allargata e la passione per l’attività artigianale per tutta la mia vita>>.

Quando ha deciso di aprire il suo primo negozio?

<<In realtà era un’attività pensata da quando avevo diciannove anni. Però poi ho deciso di andare a vivere fuori, a Milano, dove ho lavorato a lungo come indossatore e recitato in fiction per la Rai. Come dicevamo prima, è stato l’affetto e il profondo legame con la mia famiglia a farmi decidere di rientrare ad Avellino e di seguire quelle che erano le orme paterne>>.

Nel 2006 infatti apre un negozio di calzature, mentre a ottobre 2016 inizia l’avventura nel mondo dell’abbigliamento maschile, con una boutique molto ricercata ma non per questo esclusiva di una elite ristretta.

<<Senza dubbio il target di riferimento è l’uomo che ama vestire in maniera ricercata, che ne capisce di alta sartoria e che apprezza il “made in Italy”. Ma il mio approccio, da buon cristiano, è senza dubbio inclusivo, mai esclusivo, per cui cerco di offrire a un pubblico quanto più ampio e variegato la migliore qualità tenendo conto del portafoglio. Ho voluto proporre un negozio di ricerca e di gusto che riesca a coniugare questi aspetti a costi sostenibili>>.

I capi di abbigliamento di Gigi 21 Via Verdi

“Gigi 21” propone l’outfit completo, con i migliori tessuti italiani e la più esperta tradizione sartoriale.

Tanti capi importanti, dai cappotti alla camiceria, ma anche tanti dai costi più contenuti, perfetti come idee regalo.

<<In questa direzione infatti procedo quando devo fare le mie selezioni. Il negozio propone diverse idee regalo da uomo, per il quale spesso l’inventiva non è mai abbastanza rischiando di essere ripetitivi. Si va dagli scalda collo ai bracciali, dai portachiavi alle cinture, dalle cravatte ai calzini fino ai profumatori per la biancheria. Una ricerca pensata per tutti>>.

Anche a livello estetico il negozio trasmette intimità, e spicca in vetrina un gran presepe simbolo del Natale cristiano.

<<Come avevo anticipato, cerco di essere un buon cristiano, per questo motivo amo pormi con gentilezza e rispetto verso il prossimo. Il presepe, regalatomi dall’amico Sabino Della Sala, ne è l’essenza. E questo cerco di veicolare anche con la mia attività, per la quale ci tengo a ringraziare per il supporto morale Enrico Vietri, fotografo professionista, che ha effettuato scatti al negozio e che ha curato la parte estetica, e non ultima la mia compagna Paola De Piano, sempre vicina, che per vent’anni ha lavorato nel settore abbigliamento con diverse mansioni>>.

Gigi 21” si trova in via Verdi, 21-25 ad Avellino, a pochi passi dal carcere borbonico e dal cinema teatro Partenio,

  • Segui la pagina facebook curata dall’agenzia “Lino Sorrentini Comunincazione.

La camicia uomo ad Avellino è Gigi 21 via Verdi

Capo d’abbigliamento dal fascino eterno e che resiste alle mode di ogni tempo, la camicia da uomo è sinonimo di eleganza e di stile, elementi che ad Avellino si traducono nelle creazioni della boutique Gigi 21 via Verdi.

La camicia, seppur non nella veste in cui viene intesa oggi, ha origini molto antiche.

Già nella tarda romanità, infatti, compariva questo capo aperto avanti e molto leggero da portare sotto la tunica, anche se poi è solo con il periodo barocco che la camicia ha iniziato il suo cammino verso la popolarità quando vi si accostò la cravatta.

Da allora la camicia ha rappresentato sempre un indispensabile quanto immancabile protagonista dell’abbigliamento maschile, sofisticata o casual, tinta unita o fantasia, dal taglio elegante o sportivo, indispensabile capo da indossare in tutte le cerimonie.

Di camicie ce ne sono per ogni gusto e per le più disparate occasioni. E in particolare è la scuola sartoriale italiana a spiccare nel mercato, ricercata com’è da un pubblico tanto italiano quanto internazionale, sicuramente intenditore, che sa riconoscerne qualità dei filati e originalità di tagli e stampe.

Fedele al “made in Italy” più puro, Gigi 21 via Verdi rappresenta ad Avellino un punto di riferimento per l’uomo che ama la camiceria di alta qualità che sa distinguersi da tutto il resto.

Il negozio, infatti, lavora costantemente nella ricerca di aziende italiane che esaltano al meglio i propri valori di unicità e creatività.

Tra i marchi presenti in boutique, infatti, ci sono Borsa, con le sue raffinate creazioni cucite a mano in Italia, ideali per le occasioni importanti e per chi voglia stupire con un regalo sicuramente eterno; Altemflower, con camicie stilose e ironiche, ideali per l’uomo che voglia esprimere la propria personalità e unicità, per chi ama il design innovativo e non ha paura di osare con tagli e fantasie diverse dalle solite, e Alley DCOKS, con creazioni sporty-chic e che stupiscono per stile e impattano su un pubblico molto ampio.

Ogni occasione ha la sua camicia perfetta per esaltarla.

Camicie Borsa

La linea camicie di Borsa è totalmente cucita a mano e prodotta in Italia.

Si tratta di una linea  artigianale creata per stupire i sensi e durare nel tempo grazie ad un concept moderno con uno sguardo fisso alla grande tradizione della sartoria italiana.

Ogni camicia si caratterizza per i bottoni in madreperla australiana bianca la più pura al mondo, dai caratteristici riflessi iridescenti e tutti rigorosamente cuciti a mano spalle e moschette che assicurano un miglior comfort nei movimenti.

In questo modo, ogni uomo sceglie quella che maggiormente gli si avvicina come vestibilità e stile.

Ogni camicia esprime un bagaglio culturale e creativo ben più lungo e ricco di quanto si possa pensare, perché dietro ogni singola creazione si nasconde un mondo di persone che vi lavorano per offrire il miglior prodotto possibile.

La linea Borsa camicie in Denim,invece, è stata trattata con lavaggi speciali e si distingue per colli leggeri e modellistica raffinata.

E così Gigi 21 veste l’uomo che, fedele al suo stile personale, non dimentica mai questi concetti mettendoseli addosso come una seconda pelle.

Camicie Altemflower

“La vita è breve per passare inosservato” così recita uno slogan della linea di camicie Altemflower. 

L’uomo che veste queste camicie è intelligente ed attento, versatile e cosmopolita e soprattutto ricerca nell’abbigliamento un modo per esprimere la propria personalità in ogni occasione.

Le Camicie Altemflower sono una sintesi sapiente tra essenzialità delle forme, cura dei dettagli e design innovativo.

L’azienda riserva grande attenzione per la ricerca e qualità dei tessuti che spazia dai classici armaturati ai falsi uniti, fino ad arrivare al fil coupé.

L’uomo che indossa camicie Altemflower riscopre la grammatica dell’eleganza urbana, quella che sancisce la regola del capo giusto al momento giusto.

Scegliere una camicia Altemflower significa optare per il giusto equilibrio tra qualità e prezzo, uniti ad un servizio sempre impeccabile,

Per scoprire tutta la sua vasta collezione di camiceria di qualità, “Gigi 21” si trova in via Verdi, 21-25 ad Avellino.

“Gigi 21”: per l’uomo che ama la qualità sartoriale italiana

Pensare a un regalo destinato a un uomo, che si tratti del fidanzato, del compagno o del marito, del papà o addirittura del nonno, ma anche di un nipote o di un figlio, è una delle imprese più difficili. E’ molto più semplice, infatti, poter cadere nel banale e acquistare doni per un compleanno, un anniversario, un onomastico già visti e rivisti.

L’abbigliamento per l’uomo rimane senza dubbio il regalo ideale per ogni tipo di gusto e per ogni ricorrenza da festeggiare, ma meglio se ricercato e di indiscusso gusto.

Se si è stanchi dei soliti marchi, di quelli più comuni e commerciali che si trovano un po’ ovunque, non resta che puntare su un negozio che proponga la ricercatezza in tutte le sue forme, a partire dalla qualità sartoriale dei suoi capi.

Di questa categoria fa parte la Bottega avellinese “Gigi 21”, aperta a ottobre 2016 da Gigi Foti, fin da piccolo nel settore grazie a una tradizione familiare nell’ambito della sartoria maschile.

Le Camicie artigianali Borsa

Continua ricerca di aziende che esprimano nella maniera migliore il “made in Italy” con capi che si distinguono e si fanno apprezzare da un pubblico maschile attento alla qualità e all’estetica.

Il negozio, nel cuore di Avellino, propone l’outfit completo, a partire dal capo importante fino al semplice accessorio moda.

Camicie Borsa

Giusto per fare qualche esempio, fiore all’occhiello le camicie a marchio Borsa, cucite a mano in Italia, con i migliori cotoni e una ricerca personalizzata dei trattamenti di lavaggio dei tessuti e i bottoni in madreperla australiana bianca.

Camicie da indossare in ogni occasione, nate per chi vuole distinguersi, per chi cerca l’eccellenza e vuole essere alla moda, evidenziando la propria identità, la propria personalità.

Pantaloni Piatto

Per quanto riguarda i pantaloni, trovano spazio quelli firmati Piatto, sintesi di materiali, sartorialità, stile, trattamenti e confort.

“L’interpretazione di PIATTO del vintage è qualcosa di profondo che parte realmente da lontano, ma rimane con stile una prova di equilibrio e pulizia. Nasce dalla progettazione del tessuto a doppia tramatura, lavato a freddo con le pietre per arrivare a cento e più punti di rottura, che ne esaltano le caratteristiche di costruzione lasciando inalterata la struttura.”

I Parka Holubar

Ci sono poi i capi tecnici Holubar, tra cui spiccano i tanto apprezzati parka di gran moda. Un brand rilanciato nel mondo proprio dal modello di parka che Robert De Niro per primo indossò nel film “Il cacciatore”.

“Le innovazioni di Holubar sono diventate dei veri standard per l’aziende di abbigliamento outwear. Ma Holubar non si ferma qui e riesce a venire incontro alle evoluzioni del mercato e alle esigenze del pubblico anche più giovane, offrendo un abbigliamento per un uso più “urban” e generalistico”.

Parka Holubar in vendita da Gigi 21 ad Avellino

Tra le tendenze maschili dell’inverno ci sono poi gli immancabili cappotti prodotti con telai sartoriali e lane di qualità.

In particolare quelli dal taglio classico rivisitato, anche con doppio petto, un classico street style insomma che piace sia agli adulti sia ai più giovani.

Ma “Gigi 21” è anche tante piccole idee regalo, meno impegnative dal punto di vista economico ma ugualmente ricercate e ricche di stile.

Ci sono le cravatte, le calze di cotone caldo, i profumatori di biancheria (che incuriosiscono anche il pubblico femminile), gli scalda collo in tessuto “Giza 45”, un particolare cotone egiziano che rappresenta la migliore selezione disponibile in commercio, ma anche i bracciali in pietre e argento o i portachiavi in argento, acciaio o in cuoio fatti a mano, e ancora un’ampia selezione di cinture.

Una Bottega, dunque, che non vuole lasciare nulla al caso e che veste l’uomo di fascino ed eleganza senza eccessi e in ogni suo piccolo dettaglio.

Per scoprire tutta la sua vasta collezione invernale, “Gigi 21” si trova in via Verdi, 21-25 ad Avellino.

Dal calcio alla moda, la nuova sfida del Pitone Biancolino.

Dalle incursioni in area di rigore a quelle nel settore della moda giovane: Raffaele Biancolino, ex cannoniere dell’Avellino Calcio, apre in città un negozio di abbigliamento.

La seconda giovinezza di Raffaele Biancolino, indimenticato bomber biancoverde, parte da una nuova sfida, di recente avviata nel cuore della città in cui, ormai da anni, si è stabilito a vivere con la sua famiglia.

Insieme alla moglie, l’attaccante di Capodichino ha inaugurato un negozio di abbigliamento, che si rivolge soprattutto ai giovani di Avellino.

Un’esperienza, quella del popolare “Pitone”, che nasce dall’attenzione verso un settore, quello della moda, che lo ha sempre affascinato.

L’attività commerciale non passa di certo inosservata per chi si trova a transitare dalle parti di via Carducci ad Avellino, dove l’insegna luminosa rimanda immediatamente la mente alle epiche gesta con la maglia numero nove dell’attaccante più prolifico della storia dell’Avellino calcio.

Il nome dell’attività commerciale non lascia spazio a dubbi: “Pitone 9” è infatti il marchio scelto dai coniugi Biancolino per la nuova attività commerciale, già diventata, in poche ore, un riferimento per molti, incuriositi, oltre che dalle linee di prodotto proposte, dalla possibilità di ripercorrere alcune delle stagioni più brillanti della propria squadra del cuore.

All’interno dello store, ovviamente, campeggiano immagini di Raffaele in maglia biancoverde, con chiari riferimenti anche alla tifoseria della Curva Sud.

Quella di Biancolino non è la prima esperienza di calciatori che decidono di lanciarsi nel settore del commercio e dell’abbigliamento in particolare.

Senza scomodare Bobo Vieri, che anni fa lanciò addirittura un proprio brand, ad Avellino il precedente più illustre è senza dubbio quello di un’altra storica bandiera, Salvatore Di Somma, che negli anni ’80 in Via Guarini condusse un negozio di articoli sportivi, “Di Somma Sport”.  

L’attaccante partenopeo, che proprio al Napoli destinò una delle sue ferali morse nella storica finale playoff che regalò la promozione ai biancoverdi all’epoca guidati da Francesco Oddo, pur essendo attualmente senza squadra ancora non ha intenzione di appendere definitivamente gli scarpini al chiodo.

La sua ultima esperienza tra i professionisti, lo scorso anno a Barletta, non è stata di certo memorabile.

Ma Biancolino ha ancora voglia di divertirsi, magari aiutando qualche squadra dilettantistica avellinese a lasciarsi stringere dall’abbraccio del Pitone.