In Primo Piano: Paolo Maria Sanfilippo

L’Agenzia Generale Ina Assitalia di Avellino aperta sabato 13 dicembre 2014: occasione straordinaria per partecipare al concorso “Vediamo Positivo” di Generali Italia e per approfondimenti in materia assicurativa e finanziaria. Visto l’enorme successo delle iniziative precedenti, ritorna l’appuntamento con l’apertura straordinaria del sabato presso le agenzie aderenti all’iniziativa “Vediamo Positivo” del Gruppo Generali. Tra queste anche l’Agenzia Generale Ina Assitalia di Avellino, che riaprirà le sue porte al pubblico straordinariamente di sabato il 13 dicembre 2014 dalle ore 9.30 alle 13.30 e dalle 16 alle 19. “Guardare la vita con positività è il primo passo per migliorarla”, questo lo spirito che ispira ancora una volta la “new edition” dell’evento del colosso assicurativo e previdenziale italiano. Sarà infatti nuovamente possibile tentare la fortuna e partecipare al grande concorso nazionale “Vediamo Positivo”, occasione per vincere tanti importanti premi. Oltre 40.000 buoni carburante, due Fiat 500, venti iPad Air Wi-Fi + 4G e cinque iPhone 5c. Partecipare al concorso è molto semplice. Basterà…

Polizze di Responsabilità Civile Professionale: una necessità, nonché obbligo, per molte categorie professionali di garanzia rispetto alle richieste per danno a terzi. Ne parliamo con Paolo Maria Sanfilippo, Agente Generale di Generali Italia divisione Ina Assitalia di Avellino. Dopo una serie di proroghe, è ormai divenuto necessario per molte categorie professionali, ( ad esempio avvocati, ingegneri, medici, geometri, commercialisti, consulenti del lavoro) dotarsi di una polizza di responsabilità civile. Un atto che tutela il libero professionista dalle richieste di danno per errori, omissioni, negligenza professionale e responsabilità contrattuale causati a terzi, compresi i clienti, evitando così di doverne risponderne con il proprio patrimonio. La proroga introdotta dalla Riforma delle professioni (DPR n. 137/2012) aveva fatto slittare più volte questa necessità, oggi divenuta definitiva. In linea generale, i prodotti proposti a questo tipo di utenza sono tendenzialmente caratterizzati da un alto grado di flessibilità. Per incontrare tutte le esigenze, sia quelle dei professionisti consolidati sia quelle dei tanti neoprofessionisti il cui…

Sabato 15 novembre 2014 ritorna ad Avellino l’iniziativa di Generali INA Assitalia che premia la positività dei suoi clienti. Dopo i successi delle precedenti edizioni, ritroviamo la campagna nazionale di comunicazione promossa da Generali Italia improntata su un grande paio di occhiali e sullo slogan “Vediamo positivo”. “Guardare la vita con positività è il primo passo per migliorarla”, questo lo spirito che ispira ancora una volta la “new edition” dell’iniziativa del colosso assicurativo e previdenziale italiano. Un evento in tour che sta portando nelle piazze italiane l’istallazione di un enorme paio di occhiali con lenti colorate a rappresentare la metafora concreta della possibilità di vedere il quotidiano con maggiore positività. Una campagna articolata che include anche un concorso a premi che si svolge direttamente nelle Agenzie che hanno deciso di sposare l’iniziativa. Tra quelle aderenti sparse sul territorio italiano, troviamo di nuovo anche l’Agenzia Generali INA Assitalia di Avellino. La sede sarà straordinariamente aperta al pubblico dalle 9.30 alle 13.30…

Nonostante l’attuale scenario economico possa scoraggiare attività di accumulo e azioni di investimento, sarebbe ancora più negativo non pensare al futuro proprio e della propria famiglia, lasciando correre gli eventi senza agire in maniera concreta e produttiva quando si ha tempo e modo per farlo. Non è mai troppo tardi, infatti, iniziare a riflettere su come far fruttare i propri risparmi e rendere le risorse economiche a propria disposizione sempre più vantaggiose. Insomma, pensare con spirito positivo e costruttivo al futuro, soprattutto per il bene dei propri figli e dei propri nipoti, evitando di drammatizzare una situazione già di suo critica. Come dare valore al futuro dunque? La risposta ce la dà Generali Italia con la polizza vita a premio unico “Valore futuro”, innovativa per le modalità in cui la tradizionale componente assicurativa si combina e interagisce con il sistema d’investimento globale, divenendo sintesi ottimale tra protezione e opportunità di crescita. <<Un’assicurazione vita rappresenta un investimento consigliato – commenta Paolo…

Un grande paio di occhiali e lo slogan “Vediamo positivo”. Ecco gli elementi simbolo della nuova campagna nazionale di comunicazione promossa da Generali Italia che riunisce tutte le attività assicurative e previdenziali del grande colosso italiano. Una metafora nata dall’intento di spingere le persone a guardare con occhi pieni di ottimismo al presente e al futuro, in quanto è proprio la positività a rappresentare un primo importante passo verso il miglioramento diffusamente anelato. Nell’ambito delle attività della campagna, anche un concorso che premia la positività, appunto. Dal 10 maggio e fino al 14 giugno 2014, durante i sabati di apertura straordinaria e presso le Agenzie aderenti all’iniziativa, è possibile lasciare i propri dati e partecipare a un’estrazione immediata per vincere subito buoni carburante e buoni shopping. In caso di vincita, il ritiro del premio è immediato, oltre ad avere la possibilità di scoprire ulteriori vantaggi esclusivi. Nel caso in cui si partecipi all’ “istant win” e si acquisti un prodotto…

In tempo di crisi, con i bilanci in rosso, con le famiglie che vivono in costante equilibrio tra entrate e uscite, una scelta salutare sarebbe quella di agire in direzione di una cultura della protezione sociale. Procurandosi, a tal fine, una tutela che difenda l’esposizione economica derivante dai rischi connessi alla propria abitazione e allo svolgersi della vita quotidiana della propria famiglia. E’ questo il caso di alcune circostanze, partendo dalla propria casa, che creano involontariamente danni all’abitazione come a terze persone, con spese onerose da sostenere in mancanza di una copertura assicurativa. Si pensi a una fuga di gas, a una tubatura che si rompe, a una presa elettrica “scintillante” per uno sbalzo di corrente, oppure a un vaso di piante che finisce sul cofano di un’automobile parcheggiata sotto casa a un ospite che inciampa sul tappeto procurandosi una frattura grave. Chi pagherà questi danni alla propria casa, ai condomini oppure alle persone “vittime” di tali fatalità? Il padrone di casa, necessariamente, ma il rischio maggiore risiede…

In materia di previdenza, argomento sociale delicato e importantissimo, vale la regola che “prima è meglio è”.  Con la recente riforma del sistema previdenziale, al di là delle nuove regole, si sancisce, infatti, ufficialmente la necessità di una maggiore responsabilità in capo ai singoli individui proprio perché il ridimensionamento della previdenza pubblica rende necessaria una efficace pensione di scorta di natura privata. Soprattutto per i giovani, i quali potranno contare sempre meno trattamento pensionistico pubblico a contribuzione obbligatoria e dovranno dunque pensare autonomamente a costruire il proprio “salvadanaio” pensionistico. La logica della previdenza complementare parte dal chiaro presupposto che è necessario iniziare ad accantonare il prima possibile i propri risparmi, magari iniziando con importi anche contenuti o aiutati dai genitori, pianificando un vero e proprio percorso di accumulo con l’obiettivo finale di ridurre il gap economico al momento dell’età pensionabile. Quale periodo migliore per incominciare se non l’inizio dell’anno, quella fase in cui si costruiscono i “buoni propositi” e c’è il tempo necessario per organizzare…

Il modello di welfare pubblico italiano è da tempo sotto pressione: troppi fattori ne minano la sostenibilità: Invecchiamento della popolazione: in Italia ci sono ca. 147 anziani ogni 100 giovani (Eurostat 2010); Aumento dell’aspettativa di vita: 84,5 anni per le donne e 79,4 anni per gli uomini (Istat 2011); Aumento delle persone non autosufficienti: più di quattro milioni nel 2012 (Min. del Lavoro 2011)    . I mutati scenari sociali e le pressioni economiche date dalla crisi hanno portato già oggi nei fatti  ad una progressiva riduzione delle garanzie per il cittadino. L’efficienza può lasciare sempre più il posto a fenomeni di malasanità e i tagli prevedono sempre più la compartecipazione del cittadino alla spesa. In questo quadro, confuso e incerto, come può un cittadino tutelare la propria famiglia dai pericoli legati alla salute? Lo chiediamo a Paolo Maria Sanfilippo, Agente Generale dell’Agenzia Generali-INA Assitalia di Avellino: << Come fanno da anni in modo diffuso gli anglosassoni e le società più evolute ovverosia attraverso…

L’attuale scenario economico lascia, oggi più di ieri e soprattutto alle nuove generazioni, la responsabilità di crearsi sin da subito basi solide su cui costruire il proprio futuro. Proprio per questo è necessario costruirsi delle certezze economiche che consentano di essere liberi di fare le scelte migliori e più desiderate per il proprio futuro: percorso di studi, esperienze universitarie o professionali internazionali, autosufficienza economica ecc. Non è invece mai troppo presto per iniziare a progettare un accumulo a favore dei più giovani da parte dei genitori o dei nonni, per proteggere il figlio/nipote nella delicata fase della crescita e alimentare un “salvadanaio” (rivalutato ogni anno) che si rivelerà utilissimo per concretizzare i progetti futuri. Il migliore investimento per un genitore è rappresentato, infatti, proprio dal futuro dei propri figli e uno strumento efficace per garantirlo è senza dubbio il risparmio assicurativo. <<Le polizze per i ragazzi hanno come obiettivo fondamentale la costituzione dei fondi necessari a sostenere gli studi, i master universitari, l’avvio di una nuova attività – ci chiarisce Paolo…