Archivi tag: Sagre in provincia di Salerno

Le Sagre in Campania tra eventi gastronomici e feste dei prodotti tipici.

Con l’inizio della bella stagione, parte la consueta ricerca delle date delle Sagre in campania e delle fiere enogastronomiche. Quest’anno, distanziamento, igienizzanti, mascherine, rilevatori febbre, saranno le parole chiave dell’estate 2021 per le fiere e le sagre di paese dedicate ai prodotti ed ai piatti tipici della regione Campania

Finalmente dal 15 Giugno 2021, le sagre e gli eventi enogastronomici tornano a diventare uno degli appuntamenti fissi nel cartellone degli appuntamenti estivi organizzati dalle proloco campane nel 2021.

Le norme previste e delle linee guida sono molto stringenti e non sarà facile organizzare tutti gli eventi dedicati ai prodotti tipici della cucina campana.

Dove andare? Quali sono le migliori?

Sono queste le domande che si pone chi è alla ricerca del buon gusto nel fine settimana

Ogni anno, Pro Loco, Comuni, Province e Associazioni della regione campania si impegnano ad organizzare eventi, manifestazioni e fiere enogastronomiche con i nomi ed i titoli più disparati.

Ma poi, diciamo la verità, nonostante gli sforzi degli organizzatori, alla fine gli avventori le definiranno e le chiameranno sempre e in un solo modo: Sagre.

Al di là di questo, lo scopo meritorio è quello di promuovere con tutta una serie di eventi l’infinita rosa di prodotti tipici della cucina campana.

La regione Campania, infatti, si pregia di una produzione agroalimentare tra le più ricche di Italia e di una cucina che nasce dalla fusione di tradizioni popolari e aristocratiche.

Per non parlare poi della produzione vinicola.

Le più importanti Sagre in Campania, le feste da non perdere.

Proprio per la varietà dei suoi prodotti e della sua cucina e soprattutto perché in questa regione c’è sempre voglia di festa e di buona cucina, sarebbe impossibile elencare tutte le sagre e le feste eno-gastronomiche che si svolgono nella regione campania.

Ecco, quindi, le sagre più importanti, quelle che negli ultimi anni si sono distinte in Campania in quanto reputate come le migliori e che noi consigliamo di non perdere.

Per le date ufficiali di molti appuntamenti, occorre però attendere ancora un po’

Cantine Aperte in Campania

In attesa delle date ufficiali, in Campania vi segnaliamo per il mese di Giugno l’appuntamento con Cantine Aperte che si terrà il 19 e 20 giugno 2021

La sagra della Mozzarella di Bufala.

Di grande rilievo in Campania, è la produzione casearia che offre una notevole quantità di prodotti eccellenti come ad esempio la famosissima mozzarella di bufala Dop, protetta da un apposito consorzio di tutela e celebrata in svariate sagre e manifestazioni tra cui 

  • Mozzarella – La terra del Bianco” che si tiene a Caserta e a Baia Domizia nel mese di Giugno, la “Sagra della mozzarella” a Cancello di Arnone (CE) ad Agosto (info: 0823.856176);
  • nel mese di Agosto ad Agerola (Na) si tiene la “Sagra del fiordilatte” (info: 081.8791101).

Altro prodotto caseario a marchio Dop è il provolone del monaco, tipico della Penisola Sorrentina, qui consigliamo:

  • “Sagra del provolone del monaco” che si svolge a Luglio a Vico Equense, sul Monte Faito (081.8019111 ) e a Settembre ad Agerola (Na 081.8731471).
  • Festa del caciocavallo” a Vallesaccarda (AV), nel mese di Aprile.
  • la “Sagra della ricotta” a Bagnoli Irpino (AV) ad Agosto

Sagre dei Salumi

Tra la produzione di salumi spicca il salame di Napoli, insaccato che riguarda tutte le zone rurali campane che è protagonista durante queste manifestazioni

  • “Sagra del salame” a Caselle in Pittari (SA) ad  Agosto, organizzata dalla Pro Loco (0974.988009).
  • “Sagra del salame” (081.511221) che si tiene a Mugnano del Cardinale (AV) a Settembre

Sagre dei Funghi Porcini

A  settembre a Santa Maria a Vico (Ce) si svolge la Festa del Fungo Porcino e dei Prodotti Tipici.  Manifestazione d’autunno dedicata ai funghi porcini. Oltre alla degustazione di pietanze a base di funghi porcini, le serate saranno allietate da spettacoli ed animazioni. Organizzata dall’ associazione A.M.N.C.A. per informazioni infoline 389 5861135

Sagra della pasta in Campania.

La Campania vanta anche una notevole produzione di pasta fatta a mano e non solo:

  • ogni due anni nel mese di Settembre si svolge a Gragnano (NA) la “Sagra dei maccheroni” (081-8011067), in cui i pastai gragnanesi offrono ai presenti ogni tipo di pasta;
  • nel mese di Agosto a Pietradefusi (AV) c’è la “Sagra del fusillo“;
  • a Luglio, nel comune di San Giorgio la Molara (BN) si tiene la “Sagra dei cicatielli” (0824.983005);
  • a Rocca San Felice (AV) ogni anno nel mese di Agosto viene proposta la “Sagra dei cavatelli lagane e ceci” (0827.45031)

Sagra degli ortaggi

Anche gli ortaggi sono protagonisti delle tavole campane e di alcune importanti sagre:

  • A fine Aprile, in provincia di Salerno, ad Auletta, tutti in piazza per festeggiare il carciofo bianco della Valle del Tanagro, il vero e proprio re dei carciofi campani, tenerissimo e delicato a tal punto da poter essere mangiato crudo;
  • Anche Paestum dedica il mese di Aprile allla “Festa del carciofo”, la particolare varietà Tonda di Paestum tipica di alcuni comuni del salernitano;
  • Ad aprile la Pro Loco di Maddaloni (CE) organizza la “Sagra del carciofo paesano” Per informazioni Pro Loco telefono 0823.436279 Comune telefono 0823.433205 ;
  • A Luglio Sagra della Patata di Angri, evento che valorizza uno dei prodotti di punta dell’economia agricola e mira alla sensibilizzazione del territorio dell’Agro.
  • A San Marzano sul Sarno nel mese di Settembre si tiene la “Sagra del pomodoro San Marzano e dei prodotti tipici locali“, il pomodoro dal sapore agrodolce tradizionalmente coltivato nelle campagne tra Sarno e Nocera Inferiore.

Sagre della Frutta

Tra le sagre che in Campania celebrano i principali prodotti della frutticoltura segnaliamo:

  • la “Sagra degli aranci” (0815335300) proposta a Sorrento (NA) a Maggio.
  • la “Sagra del limone”, famosi quelli di Amalfi e di Massa utilizzati per preparare il limoncello, che si svolge a Massa Lubrense (NA) nel mese di Giugno 081.8089571.
  • la “Sagra dell’albicocca” (081.5301490) quella tipica Vesuviana a polpa gialla proposta a Sant’Anastasia (NA) che si svolge nel mese di giugno e a San Sebastiano al Vesuvio (NA 081.5746312) nel mese di luglio;
  • la “Sagra della mela annurca” che si tiene a Valle di Maddaloni (CE) nel mese di Ottobre, organizzata dalla Pro Loco;

Sagre della Castagna

Nel comune di Montella, in provincia di Avellino ogni anno, nel mese di Novembre si celebra la Sagra della Castagna”.

La nota castagna di Montella è stata la prima in tutta la regione ad aver ricevuto il riconoscimento di qualità Igp.

Per chi ama andar in giro per eventi enogastronomici, l’appuntamento è con la Sagra della Castagna di Montella IGP è l’occasione migliore per degustare il frutto autunnale per eccellenza al forno, fresco e sotto forma di prelibate dolcezze.

Sagre del Vino

Protagonisti assoluti in molte sagre sono anche i vini campani, molti dei quali a marchio Doc e Docg.

Ecco le sagre e le manifestazioni da non perdere:

  • Il comune di Castelvetere (BN) ospita ad Agosto la “Sagra del vino e cantine del borgo” (0824.940210);
  • Nel mese di Agosto, il comune di Taurasi propone la Fiera enologica meglio nota come “Sagra del vino Taurasi Docg”.
  • In provincia di Avellino, ad Aiello del Sabato, a fine agosto c’è Fiano Music Festival, per conoscere, apprezzare e degustare numerose etichette di cantine e aziende vitivinicole accomunate dalla ricerca del prodotto di qualità, nella filiera del Fiano D.O.C.G. e dello Spumante Fiano. Il tutto tra eventi musicali, momenti d’arte e occasioni di incontro.
  • Sempre a fine agosto c’è VinEstate a Torrecuso (Bn), rassegna dedicata all’Aglianico del Taburno. Il programma della manifestazione prevede incontri sulle tematiche importanti del mondo del vino, particolari degustazioni guidate, una ricca offerta gastronomica e diversi momenti culturali.
  • Ad inizio settembre a San Cipriano Picentino (Sa), un altro appuntamento enogastronomico è rappresentato dalla Sagra dell’uva e del vino. Per le strade del borgo antico di Filetta – comune di San Cipriano Picentino – si riscoprono valori e sapori contadini, partendo dal percorso dei vini per arrivare a degustare menù della tradizione. Il tutto allietato da musica folk popolare.
  • A Settembre si svolge a Tufo (AV) la “Sagra del Greco di Tufo” (0825.998071) vino bianco Docg;

Sagre del tartufo

Da non perdere, nel mese di Ottobre, è la famosa Sagra del tartufo e delle Castagne (0827.62268) che si svolge nel comune di Bagnoli Irpino (AV) che è il centro della raccolta di questa varietà di tartufo nero detta appunto di Bagnoli.

Sagre dolciarie

La tradizione dolciaria campana sforna grandi tentazioni a cui sono dedicate numerose sagre.

  • Il comune di Luogosano (AV) ospita, nel mese di Maggio, la “Sagra degli struffoli e delle zeppole” (0827 73.007) due dolce tipici, il primo tipico del Natale sono pasta al miele fritta e decorata con i “diavolilli”, confettini colorati; le seconde sono un dolce tipico di San Giuseppe servite ripiene di crema.
  • Nel mese di Agosto ad Ospedaletto d’Alpinolo (AV) si tiene la “Sagra del torrone” (0825.691095) con lo scopo di far conoscere questo dolce tipico avellinese chiamato “copeto” che vede tra gli ingredienti principali le nocciole e il miele;

Sagre del pesce

Nella cucina campana non manca l’ottimo pesce tipico del mar Tirreno che è grande protagonista di ottimi piatti. Ecco le manifestazioni dedicate.

  • La Festa del Pescato di Paranza, nella zona di Santa Maria di Castellabate, è una delle prime sagre che dà il via agli eventi gastronomici nella zona. Ai primi di giugno il Campo dei Rocchi, il piazzale ubicato tra le frazioni Lago e Santa Maria di Castellabate, si trasformerà in una cucina ed in un mercatino en plain air dove, a cura dei ristoratori del posto, saranno preparati piatti prelibati a base di uno dei prodotti ittici di punta del Cilento
  • ad Agosto, a Cetara (SA), ad Agosto, si svolge La “Sagra del tonno” (089.261474);
  • il comune di Atrani (SA) ospita la “Sagra del pesce azzurro” (089.871185) che si tiene anche a Marina di Camerota (SA), ancora ad Agosto (0974.932900);
  • il comune di Procida organizza, a Luglio, la “Sagra del mare”.

E per finire, chi vuole proprio esagerare può partecipare alla “Sagra delle Sagreche si tiene ogni anno a metà novembre, nel comune di Sant’Angelo dei Lombardi in provincia di Avellino.

Nel piccolo e molto suggestivo comune dell’Alta Irpinia trovano spazio, infatti, prodotti come i vini delle migliori cantine, le ottime produzioni casearie, tra cui provolone e pecorino, gli insaccati, e ancora taralli e pane cotto a legna, tartufi, castagne, biscotti artigianali e miele di produzione genuina.

Che dire per concludere questa nostra guida alle sagre in campania?

  • Buon appetito!

Le Sagre a Salerno, tutti gli eventi nel salernitano. – Aggiornato

Cerchi una buona idea dove trascorrere una piacevole serata in compagnia, acsoltando buona musica mangiando prodotti tipici e bevendo un buon vino? In provincia di Salerno è tempo di sagre.

Sono serate passate all’aria aperta in cui troneggiano la cucina, i prodotti locali e tanta buona musica

In numerosi comuni del salernitano ogni sera è gran festa: pro loco ed associazioni locali organizzano tanti eventi e feste gastronomiche dedicate ai prodotti tipici del salernitano.

Partecipare ad una sagra significa partecipare ad una festa che è la sublimazione dello stare insieme.

Per gli amanti  del divertimento c’è solo l’imbarazzo della scelta tra le tante occasioni, le sagre ed i festival che rendono piacevole uscire di sera nei comuni della provincia di Salerno.

Da inizio estate fino alle soglie dell’autunno, ci sono tanti appuntamenti gastronomici e sagre che assicurano allegria, divertimento e, spesso, buon cibo. Per chi abbia voglia di divertirsi c’è solo l’imbarazzo della scelta.

Leggi anche:

Le Sagre nel salernitano: Eventi gastronomici in Provincia di Salerno.

Ecco una guida degli eventi gastronomici e delle sagre organizzate, ogni sera, in provincia di Salerno.

Attenzione, il nostro cartellone è in continuo aggiornamento ma a causa dei motivi più disparati (meteo, problemi tecnici, interventi delle autorità), le sagre potrebbero essere annullate o rinviate anche all’ultimo momento. Prima di partire vi consigliamo di telefonare al locale comando dei vigili urbani dei singoli comuni salernitani e di chiedere ulteriori informazioni.

Segnala il Tuo evento a Lino Sorrentini Comunicazione / Agendaonline.it

Sagre in provincia di Salerno Agosto 2019

Ca’pacciàm, Festival degli Artisti di Strada a Capaccio.

Quarta edizione a Capaccio del Festival degli Artisti di Strada Ca’pacciam, in programma sabato 31 agosto.

Performance artistiche si svolgeranno per tutta la sete attraverso le strade del paese: musica, danza, magia, giocoleria per tutte le età, con un programma che per l’edizione 2019 si preannuncia ricco ed articolato.

Gusta Minori a Minori.

Dal 29 al 31 agosto 2019 a Minori, perla della Costiera Amalfitana, torna Gusta Minori uno degli eventi più attesi in tutta la costiera.

Un evento che quest’anno si preannuncia ancora più attraente e stuzzicante, considerato che si propone di far gustare, ad agosto, i sapori del Natale!

Collaudato il format, con tanti stand in cui sarà possibile degustare tanti piatti tipici di Minori, dagli Ndunderi ai calamaretti, dalla polpetta al pomodoro alla Scarola Natalina per finire con la più classica delle Zeppole Natalizie.

Il menù delle tre serate prevede anche tanti altri piatti della tradizione locale che saranno innaffiati, naturalmente, dagli ottimi vini prodotti in zona.

Sagra della Nocciola e del Cinghiale a Gaiano di Fisciano.

Sapori che stuzzicano i palati più sopraffini quelli che a Fisciano, per il 35° anno consecutivo, animeranno la Sagra della Nocciola e del Cinghiale.

Un appuntamento tra i più rinomati della zona, in programma dal 29 agosto al 1 settembre 2019.

Stand gastronomici, musica e tante sorprese per i 4 giorni col gusto a Gaiano di Fisciano.

Sagra della Pasta e Fagioli e della Pannocchia a Castel San Giorgio.

Canti popolari, balli tradizionali e cucina semplice: ecco gli ingredienti della Sagra della Pasta e Fagioli e della Pannocchia i programma a Castel San Giorgio dal 29 agosto all’1 settembre 2019.

Ficoscia ad Orria.

Ad Orria una festa da non perdere, per chi ama il fico bianco, eccellenza del Cilento.

Dal 29 agosto al 1 settembre 2019 ecco Ficoscia, la festa dedicata a sua maestà il fico del Cilento, protagonista di tante prelibatezze.

Picentini Food Experience a Giffoni Valle Piana.

Il 30 ed il 31 agosto e l’1 settembre 2019, nel suggestivo borgo medievale di Terravecchia, a Giffoni Valle Piana, torna Picentini Food Experience, un percorso enogastronomico all’insegna dei prodotti tipici Picentini affidato ai migliori chef del territorio.

Musica folk, artisti di strada, rappresentazioni delle antiche professioni e mestieri, show cooking, laboratori di cucina, dibattiti e convegni sulla sana alimentazione, escursioni e visite guidate al Castello, con l’attesissima rievocazione storica del Matrimonio del Conte D’Avalos.

Altre sagre organizzate in provincia di Salerno

Festa del Pollo alla Brace – Eboli – 29 agosto -1 settembre

Certosa Jazz&Wine – Padula – 30 – 31 agosto

Festa della porchetta & Lagane e ceci – Montecorvino Rovella – 30 agosto – 1 settembre.

Capodanno Bizantino – Amalfi/Atrani – 31 agosto – 1 settembre

Festival degli Antichi Suoni – Novi Velia – 30 agosto – 1 settembre

Pizza pazza in piazza – Atena Lucana – 4 – 5 settembre

Abbasci a’ Marina – Agnone Cilento – 5 settembre

Fiera della Frecagnola – Cannalonga – 4 – 8 settembre

Oktoberfest ad Altavilla Silentina

Ad Altavilla Silentina appuntamento con l’edizione annuale dell’Oktoberfest. L’evento si tiene per tre fine settimana consecutive a partire da fine settembre.

Durante l’Oktoberfest di Altavilla Silentina si potranno degustare ottime birre abbinate ai piatti tipici della cucina tedesca. Ad allietare le serate musica dal vivo.

Festa del Tartufo a Colliano.

Nelle strade del centro storico del comune di Colliano nel mese di ottobre appuntamento annuale con la Sagra del tartufo.

Durante la tre giorni, oltre a degustare piatti tipici a base di tartufo, partecipare agli spettacoli itineranti e ai balli di gruppo, si potrà assistere a convegni ed incontri tra esperti per conoscere più da vicino il tartufo nero di Colliano.

A rendere più esclusiva la tre giorni, la presenza di figuranti in abiti d’epoca che creeranno un’atmosfera d’altri tempi che farà da contorno alla sfida per la conquista del Palio del Tartufo tra le diverse contrade del paese.

Festa del Pescato di Paranza a Castellabate

Mentre sulle spiagge della Campania cominciano ad aprirsi gli ombrelloni, nelle principali località costiere prende il via la stagione degli eventi per far trascorrere piacevoli serate ai bagnanti.

Cosa c’è di meglio, allora, che prenotare una breve vacanza, anche per sospendere la routine quotidiana, per godere il mare, il sole ed il relax, meglio ancora se su una spiaggia a cui sono stati conferiti i galloni di Bandiera Blu?

Un’occasione da non lasciarsi sfuggire arriva da una delle perle del Cilento, Castellabate, tra le principali mete turistiche campane, assurta qualche anno fa agli onori della cronaca grazie al film Benvenuti al Sud, che ne fece conoscere a tutta Italia le bellezze naturali e le potenzialità turistiche.

Il comune cilentano ospiterà, per l’undicesimo anno consecutivo, la Festa del Pescato di Paranza, una delle prime sagre (nonché tra le più gustose) che dà il via agli eventi gastronomici nella zona.

Sagra del pescato di paranza Castellabate 2019

Il programma

Da venerdì 14 a domenica 16 giugno 2019 il Campo dei Rocchi, il piazzale ubicato tra le frazioni Lago e Santa Maria di Castellabate, si trasformerà in una cucina ed in un mercatino en plain air dove, a cura dei ristoratori del posto, saranno preparati piatti prelibati a base di uno dei prodotti ittici di punta del Cilento, il pescato di paranza.

Mercatini gastronomici, laboratori artigianali, spettacoli musicali, Luna Park per i bambini, animeranno la tre giorni in riva al mare Bandiera Blu del Cilento.

Tutto sarà possibile grazie anche alla collaborazione tra l’associazione Punta Tresino e la Proloco Camogli, gemellate dal 2016.

Per l’occasione arriverà nel paese di Benvenuti al Sud la padella gigante e utilizzata già da anni a Camogli durante la famosa “Sagra del pesce”, con cui sarà fritto il pesce nei tre giorni della kermesse gastronomica.

  • L’evento si preannuncia come un must per gli amanti della buona cucina di qualità e delle tipicità cilentane.

Durante le serate non mancheranno spettacoli musicali dal vivo e giochi ed intrattenimento per i più piccini, per un fine settimana d’estate da vivere a pieno.

Chi Organizza questo evento?

Ad organizzare la manifestazione l’Associazione Punta Tresino con la collaborazione delle Associazioni pescatori di Castellabate e con il patrocinio del Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano, la Provincia di Salerno e il Comune di Castellabate.

Cosa si potrà mangiare?

Nel corso della Festa del Pescato di Pranza si potranno gustare fritture di pesce azzurro, pasta e fagioli con le cozze, frittelle di mare e tanti altri piatti e dolci che fanno parte a pieno titolo della cultura gastronomica del Cilento, la patria del Protocollo della Dieta Mediterranea.

Leggi anche

Sagre in Campania: ad Auletta la Festa del Carciofo.

In provincia di Salerno, ad Auletta, tutti in piazza per festeggiare il carciofo bianco della Valle del Tanagro, tenerissimo e delicato a tal punto da poter essere mangiato crudo, il re dei carciofi campani.

Col suo colore che va dall’argenteo al verde chiaro e la sua naturale dolcezza, questo guerriero dal cuore tenero rappresenta una risorsa per la cucina d’autore.

Tanto che, oltre alle migliori ricette della tradizione, lo troviamo ad accompagnare piatti di pesce oppure come ingrediente speciale di dessert e gelati.

Come ogni anno, durante la sua stagione, ad Auletta (SA) si svolgerà “Bianco Tanagro”, una vera e propria festa in suo onore che ne celebra la storia, le tradizioni ed il gusto attraverso show cooking con chef ed addetti ai lavori, degustazioni e vere e proprie tabernae gastronomiche.

Questo prodotto, il quale rappresenta il territorio che abbraccia i borghi di Auletta, Caggiano, Pertosa e Salvitelle, varca i confini territoriali con difficoltà (vista la sua modesta quantità,) ma che proprio per questo conserva una forte qualità, rappresentando a pieno il vasto patrimonio di biodiversità del nostro stivale.

La coltivazione resta tradizionale ed ancora molto familiare, se non con piccole eccezioni.

Ecco perchè la festa del carciofo bianco, che ogni anno riunisce produttori locali ed appassionati, risulta essere un appuntamento ancora più prezioso. Alla sua settima edizione “Bianco Tanagro”, organizzata e promossa dalla Pro Loco di Auletta, si conferma come un appuntamento imperdibile.

Si parte venerdì 29 aprile 2016 – alle 17:30 – nel bel paese dell’olio e dell’ospitalità e per l’occasione si svolgerà anche il primo Raduno degli Artisti di Strada.

Ad aprire le attese “Tabernae parlanti”, il salotto culinario della giornalista enogastronomica Antonella Petitti, sarà la terza edizione del Contest “Cucina Identità” nato per stimolare i nuovi talenti degli Istituti Alberghieri della Campania.

A gareggiare in nome del carciofo bianco del Tanagro saranno 4 studenti degli Istituti Alberghieri di Sant’Arsenio ed il Santa Caterina Amendola di Salerno.

Ad impreziosire il ricco programma sarà una coppia con le “mani in pasta”, ovvero gli chef dei grani Helga Liberto e Vito De Vita.

Saranno loro a guidare i laboratori di panificazione, gli appuntamenti con la fattoria didattica e ad essere gli ospiti fissi delle Tabernae parlanti.

Rimane tappa obbligata e curiosa anche quella con la “Taberna ebbra”, dove il sommelier di Master Wine Andrea Moscariello proporrà gli abbinamenti col vino. Il carciofo bianco è un carciofo inusuale anche sotto questo profilo, bisogna conoscerlo per crederci.

Protagonisti degli show cooking di sabato e domenica saranno gli chef Vito De Vita di PizzArt ed Angelo Borghese del ristorante Vinile di Salerno.

Tutte le sere, ed a pranzo il 30 aprile ed il 1° maggio, aperte anche le “Tabernae gastronomiche” che permetteranno di degustare le tante declinazioni possibili del bianco del Tanagro.

 

organizzazione a cura della Pro Loco Auletta
tel e fax 0975/392234
Infoline 347/9083188