Archivi tag: Siti UNESCO in Europa

Idee vacanze in Italia: week end alle Isole Eolie

Un’idea molto interessante per trascorrere le proprie vacanze primaverili o un week end al mare è rappresentata dalle Isole Eolie (anche dette isole Lipari), il bellissimo arcipelago a nord della costa siciliana, destinazione turistica molto esclusiva e sito dichiarato Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO nel 2000.

L’arcipelago è di origine vulcanica e comprende ben due vulcani ancora attivi, Stromboli e Vulcano, collocati sulle omonime isole di rara bellezza naturalistica.

Le altre isole che compongono il complesso delle Eolie sono Lipari, Salina, Panarea, Filicudi e Alicudi, e sono raggiungibili tramite traghetti o aliscafi da numerose destinazioni tra cui Napoli, Reggio Calabria, Messina, Palermo, Cefalù.

La presenza umana sulle isole si perde nella notte dei tempi, mentre il nome deriva secondo leggenda dal re dei venti Eolo, che le protesse (il nome Lipari discenderebbe invece dal re Liparo, storico colonizzatore).

I criteri dell’iscrizione tra i patrimoni mondiali ne mettono in evidenza lo straordinario esempio di un fenomeno vulcanico ancora in corso, un modello storico per studiarne l’evoluzione e arricchirne il campo di analisi. Ma non solo.

L’arcipelago rappresenta un insieme di preziosi tesori: insenature, grotte, faraglioni, fondali marini ricchi e vari, spiagge di incomparabile bellezza sono la massima espressione di una natura feconda e ancora incontaminata.

Ciò che subito colpisce l’attenzione del turista è la ricca vegetazione tipica della macchia mediterranea, con centinaia di piante differenti alcune delle quali endemiche, accanto a coltivazioni di vigneti e uliveti dovuti alla mano dell’uomo. Anche per quanto riguarda la fauna è possibile ammirare innumerevoli specie tra volatili, mammiferi e rettili specifiche dell’area.

A livello storico, invece, si sottolinea la presenza di resti di origine preistorica, a partire dall’età neolitica, a testimonianza degli antichi insediamenti umani presenti sulle isole.

Tutto l’arcipelago, che fa del turismo la fonte primaria della propria economia, vanta un’ottima ricettività tra hotel, case vacanza, bed & breakfast, e soddisfa il palato con un’ottima tradizione gastronomica a base di piatti che si rifanno alla cultura culinaria siciliana, ricchi e saporiti, e ampiamente basati sui prodotti freschi della pesca.

Idee per un fine settimana in Sicilia

Week end in Italia: il Centro Storico di Urbino

Tra i maggiori luoghi del Rinascimento italiano, Urbino vanta un centro storico Patrimonio dell’Umanità UNESCO dal 1998, testimonianza dell’importante eredità architettonica che tra i  secoli XV e XVII fiorì nella città marchigiana.

Il suo centro si è conservato pressoché intatto fino ai giorni nostri e include tra i suoi tesori il Palazzo Ducale. La sua costruzione ebbe inizio nel 1455 e continuò sotto la direzione dell’architetto Luciano Laurana. Il Palazzo include oltre duecento sale e conserva buona parte degli elementi che hanno contraddistinto la vita di corte del basso Medioevo e in epoca rinascimentale.

Tra i dettagli stilistici che lo caratterizzano i tipici “torricini” che ne adornano la facciata posteriore e un elegante cortile a quadriportico sul quale si affaccia la Biblioteca del Duca e il monumentale scalone che conduce alle stanze. Il palazzo è sede della Galleria Nazionale delle Marche, che custodisce numerosi dipinti dal Trecento al Seicento tra cui capolavori di Raffaello, di Tiziano, di Piero della Francesca e di Paolo Uccello.

La ricchezza artistica e architettonica di Urbino è data dall’insieme di tanti altri edifici tra cui il Duomo, in stile neoclassico che contiene alcune tele di Federico Barocci; l’Oratorio di San Giovanni Battista, del XIV secolo, dove ammirare un imponente ciclo di affreschi quattrocenteschi; la vicina Chiesa di San Francesco, trecentesca, oppure la gotica Chiesa di San Domenico.

Ricordiamo, inoltre, che Urbino è la città di Raffaello Sanzio, e che qui, nell’omonima via, è possibile visitare la casa natale dell’artista. Si tratta di un edificio modesto del XV secolo, oggi sede di un’accademia e di un museo. Nella stanza in cui nacque, si può ammirare una “Madonna con bambino” dipinta in giovane età, oltre ad alcune tele del padre Giovanni Santi.

Ciò che colpisce visitando Urbino è uno scenografico tessuto urbano complessivo, composto di stradine, sottopassaggi, saliscendi e scalette, eleganti palazzi rinascimentali e sobrie piazze, conservando la fisionomia che l’ha resa grande ai tempi di Federico da Montefeltro.

La città, inoltre, è molto vivace e perfetta per una visita in ogni periodo dell’anno anche perché sede della prestigiosa università “Carlo Bo”, fondata nel 1506 da Guidobaldo, figlio di Federico da Montefeltro. Urbino si attesta così un dinamico polo turistico e culturale dell’Italia centrale.

[mks_button size=”large” title=”Prenota on line il tuo hotel a Urbino” style=”squared” url=”http://www.booking.com/city/it/urbino.it.html?aid=306534″ rel=”nofollow” target=”_self” bg_color=”#1e73be” txt_color=”#FFFFFF” icon=”” icon_type=””]