Archivi tag: Speciale Capodanno

Capodanno e Natale a Sorrento, relax nel cuore della Penisola Sorrentina.

Cerchi un’idea per le tue vacanze di capodanno in Italia ? Pensa ad un viaggio a Sorrento, un tour tra storia, tradizione, piatti tipici, folklore, arte e cultura.

Musa ispiratrice di liriche e canzoni, meta turistica campana per eccellenza, Sorrento (Na) è la città che con le sue bellezze artistiche e naturali accoglie i visitatori in viaggio alla scoperta della Penisola Sorrentina, di cui è regina indiscussa.

Un tour attraverso la storia, la tradizione e il folklore, l’arte e la cultura, le vie del gusto. Ma non solo questo rappresenta Sorrento: la città è anche un mondo pieno di emozioni tutte da vivere e da raccontare.

Itinerari storici, artistici e culturali a Sorrento

Di fondazione leggendariamente attribuita ai Greci, Sorrento ha avuto come primi abitanti i popoli italici. Il suo importante centro storico mostra ancora il tracciato stradale risalente all’epoca romana, più a monte invece sono presenti le mura cinquecentesche.

Un viaggio alla scoperta di Sorrento può prendere le mosse da Piazza Tasso, con la statura dedicata proprio al grande scrittore Torquato Tasso che ebbe qui i natali). Da qui si più accedere a Palazzo Correale e percorrere un lungo, originario e caratteristico sentiero: Via Pietà.

Al termine del percorso, dopo aver ammirato Palazzo Veniero e la loggia di Vico Galantario, si giunge al Duomo con facciata neogotica. Tornando a Piazza Tasso e procedendo sulla sinistra si incontra la Chiesa del Carmine (ricostruita a fine Cinquecento) e poi sulla destra il Sedile di Porta, la torre con orologio del XVI secolo.

Da qui si può imboccare Via San Cesareo, la strada dello shopping e dei prodotti tipici sorrentini, tra cui il limoncello. Vicino alla villa comunale si trova la Chiesa di San Francesco con chiostro trecentesco, meta prediletta di concerti estivi e dei turisti che qui scattano numerose fotografie.

Destano interesse anche Villa Pompeiana, eretta su antiche vestigia romane, e Villa Tritone, a picco sul mare, che sormonta l’antico borgo marinaro di Marina Grande (nel I secolo d. C. sarebbe stata residenza di Agrippa Postumo, nipote di Augusto).

Tutta la storia della città è immersa nel magico panorama del Golfo di Napoli, che può essere ammirato grazie agli aliscafi che costantemente collegano Sorrento ad altri luoghi di interesse turistico come CapriIschia e la stessa Napoli.

Leggi anche:

Natale e Capodanno in Sicilia? Scopri la vacanza dei cinque sensi.

Ami  arte, cultura e buona tavola e sei alla ricerca di un’idea per le tue vacanze di natale e capodanno ? Scegli il patrimonio artistico e naturalistico della regione Sicilia.

Il turismo in Sicilia è un’attività di grande rilevanza. L’isola è scelta abitualmente da turisti di tutto il mondo per vacanze e viaggi volti ad apprezzare i tesori artistici e naturalistici che essa offre. Il mare e le splendide coste, il clima mite, la contaminazione culturale, le prelibatezze della gastronomia locale sono accompagnati da un solido complesso ricettivo che viene incontro a ogni esigenza.

Per la strategica posizione nel cuore del Mediterraneo, la Sicilia ha avuto nel passato un ruolo di primo ordine nelle vicende storiche legate ai popoli del mare che hanno dominato sull’isola lasciandone traccia ora documentata dai numerosi reperti archeologici.

Turismo balneare in Sicilia, un’infinità di seduzioni

Il mare in Sicilia, anche d’inverno, rappresenta il grande tesoro da preservare e valorizzare. Anche nelle grandi città è possibile trovare lidi attrezzati e predisposti per accogliere un turismo giovane o familiare. Tra questi, la spiaggia palermitana di Mondello con le sue palme e la sabbia bianca, la Playa di Catania, il litorale di San Leone vicino Agrigento o Fontane Bianche di Siracusa.

A prevalente vocazione turistica sono Capo d’Orlando e Patti, sulla costa tirrenica in provincia di Messina, la caratteristica San Vito Lo Capo, la Riserva dello Zingaro e le insenature di Castelluzzo nel trapanese, la normanna Cefalù, in provincia di Palermo, oppure Isola Bella, appartenente al comune dell’incantevole Taormina.

Costantemente frequentate anche le isole minori appartenenti alla Sicilia. Le Isole Eolie, che comprendono i due vulcani attivi di Stromboli e Vulcano oltre a PanareaLipariSalinaAlicudi e Filicudi, sono Patrimonio dell’Umanità Unesco per essere sia riserva della biosfera sia patrimonio culturale; le Isole Egadi con FavignanaMarettimo e Levanzo, che racchiudono l’importante riserva naturale marina; le Isole Pelagie con LampedusaLinosa e Lampione, che rappresentano anche l’arcipelago più meridionale d’Italia, e Pantelleria con le rocce nere di lava che contrastano con l’azzurro del mare che a tratti diviene di un verde smeraldo.

Località artistiche in Sicilia, la commistione di stili diversi

Palermo e il suo centro storico rappresentano una tappa obbligata per coloro che decidono di mettersi in viaggio verso la Sicilia. La città possiede infatti un notevole patrimonio artistico e architettonico che va dai resti delle mura puniche alle residenze in stile arabo-normanno, dalle ville in stile liberty alle chiese barocche fino ai teatri neoclassici.

Lungo la costa orientale troviamo Taormina, emblema del turismo internazionale, con il teatro greco e le terrazze che si affacciano sul mare. 

Catania, città d’arte dalle forti tradizioni culturali e religiose, fondata dai Greci Calcidesi vanta una storia millenaria durante la quale ha subìto diverse dominazioni i cui resti ne arricchiscono oggi il patrimonio architettonico e culturale.

E ancora Messina, la porta d’ingresso sull’isola o i piccoli borghi marinari di Aci Catena, Aci Castello e Acireale fino agli esempi di barocco siciliano presenti nella provincia di Ragusa.

Vacanza in Sicilia? Imprescindibile viaggio enogastronomico

E’ impensabile visitare la Sicilia senza immaginare di accompagnare il proprio viaggio in Sicilia con un parallelo percorso attraverso le vie del gusto.

Tra i più famosi antipasti quelli a base di pesce, dalle cozze gratinate ai filetti di pesce spada conditi con olio extravergine d’oliva Nocellara del Belice, la caponata di verdure o i noti arancini alla siciliana. Primi piatti d’eccellenza sono la pasta alla Norma, la pasta con le sarde e il cous cous (tipico della cucina trapanese), mentre per i secondi si ritorna al pesce cucinato alla griglia o alla stimpirata.

Impossibile non assaggiare la parmigiana o le melanzane ripiene con salsa di cipolle, formaggio e pomodoro.

Dolci d’eccezione sono i cannoli, i gelati (tra cui il pistacchio di Bronte) e le paste di mandorla accompagnati egregiamente dai vini da dessert MarsalaPassito di PantelleriaMoscatoZibibbo e Malvasia delle Lipari. Tra i doc della regione, menzione speciale per il Nero d’Avola.

Capodanno a Milano: 10 Hotel da provare capodanno a Milano con amici

Stai pensando di andare a Milano per passare il capodanno con gli amici nella città lombarda per eccellenza? Ecco allora una lista dei 10 Hotel a a Milano per capodanno da provare con gli amici.

Una serata elegante ed indimenticabile

Il Ripamonti Residence Hotel, propone una festa unica e indimenticabile con un accompagnamento musicale fino alla seconda portata.

Nel dopocena, a partire dalle 21:30 circa, verrà proposta la musica dal vivo con animazione e balli. In una sala dedicata con staff specializzato verrà proposto uno speciale intrattenimento per bambini con truccatrici, palloncini e tanti giochi.

Infine, chi lo desidera, potrà pernottare presso la struttura dopo la festa, scegliendo tra uno dei tanti pacchetti proposti, per iniziare l’anno con il massimo del comfort e del relax.

Divertimento e buon cibo

Hotel Villa Giulia Ristorante Al Terrazzo Valmadrera, dal quale si scorge un meraviglioso scorcio del lago di Lecco, troviamo spettacoli di intrattenimento e animazione: protagonista della serata sarà il menù regale proposto dagli chef che comprende tante portate, gustose e prelibate.

Sempre fedele all’ideale di buona cucina, la famiglia Pagani offre per il cenone di Capodanno un’ampia scelta di piatti tra i più tradizionali, legati alle primizie e ai prodotti tipici del territorio lacustre e delle valli, ai piatti internazionali e innovativi.

E, a mezzanotte, c’è lo spettacolo imperdibile dei fuochi d’artificio dalla terrazza panoramica affacciata sul lago di Lecco. Non devi perderti la musica dal vivo del bravissimo FRANCO RUSSO guidata dalla voce di Nicole Venturini e i balli scatenati dalla mezzanotte fino alle prime ore del 2020. Un capodanno indimenticabile ed esclusivo in una location da favola!

Party esclusivi da non perdere assolutamente

Torna con la sua nona edizione il Capodanno The Hotel Milano: i tre hotel dell’area Expo si fondono per creare un evento unico e grandioso per il capodanno 2020 a Milano.

I fantastici hotel a 4 stelle The Hub Hotel, Barcelò Hotel e Klima Hotel Milan Fiere daranno vita a una festa che durerà 24 ore, tra musica, danze e open bar, un’esperienza unica nel suo genere!

Le prestigiose sale saranno animate da Guest Star Dj internazionali, diversi stage musicali per soddisfare i gusti di ognuno. La serata avrà inizio dalle ore 21:00 con l’ingresso per il buffet con isole gastronomiche presso il Klima Hotel dove si terrà il Party.

Una festa meravigliosa che entrerà nel vivo dopo le 23:00 con open bar aperto a tutti, con un dress code rivolto a un pubblico di maggiorenni.

Viaggio alla scoperta del cibo

Il Capodanno 2020 Novotel Linate Milano, in Via Mecenate 121, propone una notte magica. Il prelibato e raffinato cenone avrà inizio alle ore 20:00. Il menù servito propone piatti della cucina internazionale, preparati con cura dai bravissimi Chef del ristorante mentre per i bambini troviamo un menù speciale tutto per loro.

Il gran cenone vedrà la partecipazione del bravissimo comico di Zelig, Davide Messina: in compagnia della musica potremo attendere il cenone fino allo scoccare della mezzanotte.

Subito dopo il brindisi di mezzanotte, inizieranno le danze con la musica di DJ TOTO, la musica contemporanea e del passato più trascinante, per soddisfare i gusti di tutti e per scatenarsi fino a tarda notte. Non mancheranno tante sorprese, come il Live Show di Laura Sirani e una speciale animazione dedicata ai bambini.

Capodanno 2020 a Milano al Novotel Hotel

Il Novotel Ca Granda propone un festa dalle 21:00 con un favoloso cenone dalla vastissima scelta di portate che soddisferà ogni palato. Vi sarà anche un accompagnamento musicale e uno show con Antonello Arabia, direttamente da Zelig. Infine dopo la mezzanotte si apriranno le danze con musica attuale e del passato e stanze dedicate interamente ai bambini durante la cena.

Capodanno UnaHotels Fiera di Milano

La lunga notte di Capodanno al Gran Galà all’UnaHotels Expo Fiera di Milano avrà inizio alle ore 21:00 quando si inizierà a servire la cena servita o la cena a buffet.

La cena servita nella sala Formentera sarà allietata dallo speciale dinner show: BOMBONERA LIVE. In alternativa, si può optare per il Gran Galà dinner show, servito nella sala Live Show e allietato dalla musica live.

Dalle ore 23:00 si apriranno le danze con due generi musicali che faranno ballare e scatenare tutti fino alle prime ore del nuovo anno aventi come direttori d’orchestra i maestri Alex Effe & Claudio Zeno. Infine si potrà optare per pernottare direttamente presso la struttura dopo il party e godersi la splendida SPA della struttura.

Party di capodanno a Milano elegante e imperdibile

Imperdibile il Party di Capodanno al Marriott Hotel di Milano. La meravigliosa struttura è situata nei pressi di Piazza Piemonte e si presenta in tutto il suo elegante splendore. La festa comincerà con un cenone ricco di portate e accompagnato da vino in formula illimitata.

Nel dopocena si ballerà fino alle prime ore del nuovo anno con la compagnia dell’open bar dell’hotel.

Mix di lusso e relax, da provare!

Marriott Park Hotel di Roma è una splendida struttura situata a pochi minuti dall’aeroporto di Roma/Fiumicino: il centro benessere dell’hotel offre un eccellente servizio relax con le meravigliose saune e bagni turchi.

La serata inizia con una prelibata degustazione di un gran cenone molto ricco con un menù studiato e guidato dai grandi chef del ristorante. Nel dopocena troviamo molte sorprese d’animazione e consumazioni illimitate con la possibilità di pernottare in splendide camere all’insegna del lusso e del relax.

Giochi e balli per la sera più importante dell’anno

Il Capodanno all’Hotel Atlantic di Torino è indubbiamente un evento unico e favoloso. Alle 21:00 inizia un gustoso cenone con menù guidato e un consumo di vini illimitati.

Nel dopocena si aprono le danze con gli eccezionali dj set e formula dell’open bar per un divertimento illimitato, giochi di luce e meravigliosi fuochi d’artificio, un’esperienza da non perdere.

Una location speciale per una sera speciale

L’Hotel Unaway di San Lazzaro, alle porte della città, si presenta con ampi saloni e un immenso Open Space discoteca che faranno da teatro a un Capodanno indimenticabile.

A disposizione dei clienti c’è un immenso parcheggio gratuito.

Per la notte di Capodanno viene proposto un ricco gran cenone in open wine e il party in open bar. Il cenone inizierà alle ore 21:00, la cena verrà servita completamente servita dall’antipasto, al dolce e sarà accompagnata da uno speciale intrattenimento musicale per festeggiare in grande l’ultima notte dell’anno presso i saloni del ristorante interno.

Allo scoccare della mezzanotte verrà proposto uno spettacolo pirotecnico dalla durata di 10 minuti.

A seguire inizierà il lungo party negli spaziosi saloni Open Space. Verranno proposti vari generi musicali: House, commerciale, reggaeton a 360 gradi di Marco Over Dj e dai migliori club d’Italia il vocalist Sandro Scardia. Non mancherà uno special show delle bellissime Vanity Agency + Led Stick e Violino Elettronico. Un capodanno firmato Extranight con consumazioni illimitate durante il party. Per qualsiasi dubbio o domanda potrete contattare lo staff di Capodanno a Milano, sia online sia telefonicamente, 24h su 24h (call center informazioni & prenotazioni: 02 84571125 ).

Capodanno ad Avellino, tutti i veglioni ed i cenoni in Irpinia.

E’ iniziato il conto alla rovescia per celebrare l’ultima notte dell’anno ed il primo giorno del 2020.

Ecco una guida pratica ai brindisi in piazza, veglioni, cenoni e feste danzanti dove celebrare Capodanno

Iniziando dalla città di Avellino, sono tante le proposte di ristoranti e locali che stuzzicano la voglia di buon cibo e divertimento della popolazione avellinese.

Articolo in continuo Aggiornamento

Vuoi inserire l’evento di capodanno del tuo Locale ? Per informazioni, invia un’ email a info@linosorrentini.it

Feste e cenoni di Capodanno ad Avellino

Cosa accadrà quest’anno la notte di San Silvestro? Avellino abbraccerà il nuovo anno con una festa di piazza, come avvenne lo scorso anno? Attendiamo ancora qualche giorno per conoscere il programma.

Capodanno all’Agriturismo Ricciardelli

L’agriturismo Ricciardelli di Contrada ha già allestito un programma gastronomico e di eventi davvero intrigante. Per il periodo festivo saranno diversi gli appuntamenti proposti nel suggestivo buen retiro naturalistico alle porte di Avellino.

Ricco il menù per il cenone di San Silvestro, con tanti piatti accattivanti, buona musica ed uno spettacolo pirotecnico che illuminerà il cielo sopra l’agriturismo allo scoccare della mezzanotte.

Il tutto ad un costo di 80 euro. Prenotazione 0825 674371

Capodanno alla Fattoria Colle dei Monaci

Capodanno a km 0 alla Fattoria Colle dei Monaci, luogo accogliente e di impareggiabile bellezza situato lungo la variante, a pochi minuti dal centro di Avellino.

Già predisposto il menù di Capodanno, che prevede un vero e proprio viaggio tra i sapori della terra d’Irpinia e non solo, con tanti piatti abilmente preparati dal resident chef sotto lo sguardo attento di Nonna Lidia che si avvarrà delle primizie dell’azienda agrituristica.

Anche alla Fattoria Colle dei Monaci sarà possibile prenotare una stanza per chi vorrà ammirare la prima alba del 2020 sul cielo d’Irpinia.

Lo spettacolo musicale sarà assicurato da uno show della band di Marcello Apicella.

Per prenotazioni: 324.0962500

Capodanno Hotel de la Ville

Tra i luoghi cult in città, un posto di rilievo per il Capodanno lo ricopre sicuramente l’Hotel de la Ville, la cui proposta anche per il Capodanno 2020 è di quelle accattivanti. 

Cucina ricercata e ricca di sapori, musica dal vivo e le immancabile sorprese della casa.

Il prezzo per partecipare alla serata è di 150 euro, bevande incluse.

Capodanno al Tilt

Al Tilt! di Avellino il Capodanno si preannuncia irriverente e coinvolgente come nello stile del locale: ancora non è stato annunciato il programma della serata ma c’è da giurare che il divertimento, la buona musica e i sorrisi non mancheranno.

Capodanno al Centro Storico di Avellino.

Nei diversi locali del centro storico di Avellino si saluterà l’arrivo del nuovo anno a colpi di brindisi e music dance per ballare e… sperare in un anno nuovo migliore di quello che l’ha preceduto.

Capodanno a Mercogliano.

Mercogliano, come ogni anno le proposte per trascorrere la notte di San Silvestro in ambienti accoglienti non mancano. 

Quasi tutti i ristoranti e gli hotel della zona hanno già pronti menù da leccarsi i baffi ed ospiti d’eccezione per far ballare e divertire i propri ospiti.

Capodanno ad Ariano Irpino.

Ad Ariano Irpino tante proposte per trascorrere l’ultima notte dell’anno in compagnia.

Gli hotel della zona si “sfidano” a colpi di proposte gastronomiche e di spettacolo, mentre i più rinomati ristoranti strizzano l’occhio con menù incentrati sulle tipicità locali.

Capodanno a Montefalcione

Il 2020 sarà salutato in un ameno contesto anche a Montefalcione, alla Country House Bellavigna. Il cenone del 31 dicembre 2019 sarà incentrato sui prodotti del territorio abbinati ad alcune primizie del mare della Campania magistralmente mixati dallo chef Franco Gubitosa. I vini saranno quelli della cantina Antica Hirpinia. Il prezzo? 95 euro a persona. 

Speciale Capodanno al Laceno

Il Capodanno sulla neve è quanto di più affascinante possa esserci. In provincia di Avellino, il Laceno continua ad essere ricco di fascino e di opportunità per chi non voglia rinunciare ad una Notte di San Silvestro in un’atmosfera da sogno.

E pazienza che non sarà possibile usufruire degli impianti di risalita: attendere il primo giorno dell’anno in uno scenario naturale tra i più belli della Campania resta comunque una piacevolissima esperienza.

Arricchita tra l’altro dalla possibilità di partecipare ai cenoni proposti dai ristoranti della zona arricchiti dai rinomati sapori del territorio come i funghi porcini ed il Tartufo Nero di Bagnoli Irpino

Molti gli indizi che portano a credere che il primo Capodanno dell’era Festa, sindaco da un semestre, vivrà con un grande momento di condivisione in piazza.

Intanto, in attesa di conoscere i dettagli di ciò che l’amministrazione comunale organizzerà per il Capodanno 2020, per chi vorrà trascorrere la notte dell’ultimo dell’anno in un ambiente indoor, c’è solo l’imbarazzo della scelta.

Capodanno a Solofra

Cenone di San Silvestro 2019 particolarmente coinvolgente al Solofra Palace Hotel, per un ultimo dell’anno all’insegna del piacere di stare insieme, del buon gusto e del divertimento.

Menu con aperitivo di benvenuto e tante portate stuzzicanti: a mezzanotte zampone e lenticchie e i dolci della tradizione abbinati a festeggiamenti e balli.

Prevista anche animazione per bambini durante il cenone ed una sala per i giochi di società.

A Natale e Capodanno scegli un Agriturismo in provincia di Avellino: prenota da Ricciardelli.

Un must per chi ama sentire le atmosfere dei dì di festa in un contesto sobrio ma al tempo stesso coinvolgente.

Insomma: trascorrere gli appuntamenti clou del periodo natalizio, come il cenone di San Silvestro, in un ambiente che richiami il calore del focolare domestico e proponga i sapori che fanno parte della tradizione emotiva.

E’ quanto, ormai da anni, offre l’azienda agrituristica Ricciardelli di Contrada, a due passi da Avellino.

Qui, in questo spicchio di montagna dell’Irpinia che l’avvocato Paolo Ricciardelli ha trasformato in un luogo accogliente e rilassante come pochi, si respira davvero tutta l’essenza della Festa.

Quella con la maiuscola che riporta la mente ad un passato che, in occasione delle festività natalizie, ciascuno di noi fa rivivere in gesti abitudinari che raccontano un po’ la storia, le emozioni ed i desideri di ognuno.

Il Cenone di San Silvestro

Ed allora, ecco che il momento del cenone di Capodanno, quello in cui si sublima il trionfo della convivialità, da Ricciardelli diventa un’esperienza davvero stuzzicante.

Per salutare il 2020, a Contrada è stato immaginato un menù ricco e legato a tradizione e territorio.

Come abitudine di Ricciarelli, anche in occasione del Cenone di San Silvestro non si derogherà dalla regola degli ingredienti a km 0, quelli che restituisce l’orto di casa ai quali si aggiungono solo poche primizie campane.

E’ così che, ad esempio, nasce il ricco antipasto che contempla pietanze di terra e di mare o il doppio primo che mette di fronte ad un dubbio amletico: meglio le castagne ed i funghi dell’Irpinia o i sapori del mare della Costiera?

Fine Anno e Capodanno all’agriturismo Ricciardelli a Contrada.

C’è davvero di tutto nell’esperienza gastronomica che l’azienda agrituristica Ricciardelli propone per il cenone del 31 dicembre 2019, dove naturalmente alla mezzanotte non mancheranno lo zampone con le lenticchie ed un suggestivo spettacolo pirotecnico che illuminerà il cielo sopra Avellino.

Per, poi, magari abbandonarsi a nuovi piaceri della tavola, quelli che Paolo Ricciardelli propone per il Pranzo di Capodanno, con un menù tanto articolato quanto accattivante.

Pranzo di Natale in agriturismo.

L’agriturismo Ricciardelli di Contrada farà le prove generali del Capodanno il giorno di Natale.

Per chi vorrà, il 25 dicembre 2019 c’è la possibilità di lasciare spenti i fornelli di casa ed abbandonarsi ai piaceri della tavola nel verde della montagna irpina.

Il menù di Natale è già pronto: basta sfogliarlo per comprendere che sarà un’esperienza… divina!

L’Agriturismo Ricciardelli si trova in Via Pastenate, 3 – Contrada (Av).

  • Per Informazioni 0825 674371

Ed il Cenone di Capodanno dove lo butto ? La Guida perfetta per la differenziata

Già nel nome c’è la dimensione del fenomeno: non una semplice cena ma addirittura un cenone, quello che sarà servito nella sera di San Silvestro.

Che sarà nel segno dell’abbondanza e della tradizione, della ricchezza e della varietà di ingredienti, ricette e portate.

Dall’antipasto ai dolci, passando per i primi piatti ed i secondi a base di pesce, le fritture, i contorni e le insalate ovviamente di rinforzo, fino alle beneauguranti lenticchie corroborate da zamponi e cotechini.

Insomma, le libagioni dell’ultimo dell’anno come sempre metteranno a dura prova la resistenza di fauci e stomaci.

La differenziata del Cenone di Capodanno

E ad Avellino, da quest’anno, anche la confidenza con la raccolta differenziata dei rifiuti.

E già, perchè un cenone che si rispetti l’abbondanza la restituisce anche in termini di scarti.

Almeno in quelle case in cui l’attenzione all’ambiente è superficiale e si tende, per mancanza di volontà e pigrizia, a riempire un unico sacco con i rifiuti, senza riflettere sui vantaggi che un’opportuna separazione delle diverse frazioni prodotte può apportare.

Ed allora, proviamo ad effettuare una raccolta differenziata preventiva dei rifiuti generati dal cenone di capodanno.

Cosa smaltire nell’organico.

Nel raccoglitore dell’organico (di colore verde) vanno inseriti tutti gli scarti alimentari prodotti in cucina o che resteranno nei piatti:

  • resti e lische di pesce, scarti di verdure,
  • ossa delle carni, gusci d’uovo,
  • bucce di arance, mandarini e frutta in genere,
  • gusci di noci e frutta secca.

Dove si buttano Ostriche, Cozze e Vongole ?

Nella frazione organica vanno smaltiti anche le valve dei frutti di mare (cozze, vongole, ostriche, lupini) che essendo composte di carbonato di calcio costituiscono un ottimo correttore per il ph del terreno.

Sempre nell’organico vanno buttati anche i tovaglioli di carta usati (a patto che siano bianchi e sporchi, quelli colorati vanno nell’indifferenziato mente i tovaglioli puliti devono essere smaltiti nella carta).

Cosa smaltire nella carta.

Nella biopattumiera di colore bianco destinata alla raccolta della carta vanno inserite le confezioni in carta e cartone di numerose pietanze che finiranno in tavola il 31 dicembre.

Dai contenitori di alcuni formati di pasta alle scatole di pandori e panettoni, dalle confezioni esterne di zampone e cotechino a quelle del torrone e di alcuni spumanti pregiati.

Cosa smaltire nel multimateriale.

Plastica ed alluminio sono, insieme alla carta, i materiali più facilmente individuabili.

Pochi dubbi, dunque, su dove buttare le bottiglie di plastica vuote di acqua, coca cola, aranciata e bibite varie.

Insieme alla plastica vanno smaltite anche le confezioni in tetrapack di latte o panna da cucina e di vino.

Eh già, c’è anche chi si trova nella condizione di non sapere dove buttare una confezione in tetrapak di vino… ma come si fa a comprare del vino in tetrapak ?

Nel multimateriale, oltre alla carta alluminio ed alle eventuali lattine di bibite, vanno smaltiti anche i piatti ed i bicchieri in plastica ripuliti dal residuo di cibo, utilizzati da chi non abbia voglia di trascorrere l’alba del 2018 alle prese con il lavaggio dei piatti in porcellana !

Cosa smaltire nel vetro.

Il cenone di San Silvestro è uno dei momenti in cui schizza la produzione di bottiglie di vetro.

Dal vino (quello serio!) allo spumante, dal limoncello alla grappa: le prime ore dell’anno nuovo restituiscono una vasta gamma di bottiglie in vetro, da smaltire nell’apposito contenitore di colore giallo.

Cosa smaltire nell’indifferenziato.

Se si è giunti a questo punto, dovrebbe restare davvero poco da buttare nel contenitore dei rifiuti indifferenziati (quello di colore grigio).

L’ultimo pannolino dell’anno del piccolo, lo scontrino della pescheria, le posate in plastica ed il tappo in sughero della bottiglia di spumante (anche se per quest’ultimo presto potrebbero giungere interessanti novità).

Buon Anno e Buona differenziata a tutti !