Archivi tag: teatro in Campania

Programma Teatro Verdi di Salerno, stagione estiva 2021.

Per la nuova stagione lirica 2021, il Teatro Verdi di Salerno avrà in cartellone cinque titoli di repertorio più un classico del balletto e una location strepitosa che ospiterà le prime quattro opere. Quest’anno il lirico salernitano, nella sua sessione estiva, si trasferisce nel magnifico anfiteatro sotto le stelle del Parco Urbano dell’Irno adiacente il Teatro Ghirelli.

Uno spazio che conferirà un’atmosfera magica capace di amplificare il fascino degli allestimenti operistici.

Programma Luglio 2021

Giovedì 7, mercoledì 8 e giovedì 9 luglio 2021 il lirico salernitano inaugura la stagione con Tosca, capolavoro di Giacomo Puccini, tratto dal dramma francese di Sardou, andata in scena la prima volta al Teatro Costanzi di Roma il 14 gennaio 1900.

In scena voci superbe: il timbro forte e deciso di Fabio Sartori si alternerà con la potenza espressiva di Azir Zada; la voce intensa di Maria Josè Siri, sopranonrichiesto nei più blasonati teatri d’opera; il fascino vocale di Roberto Frontali, baritono richiesto ed osannato da tutte le platee internazionali.

Programma Agosto 2021

Mercoledì 25, giovedì 28 e venerdì 29 agosto 2021, si torna in scena con il dittico Cavalleria Rusticana- Pagliacci. Riccardo Canessa firmerà la regia dell’allestimento rendendolo, fedele ed elegante.

Sul palcoscenico en plein air si alterneranno voci di caratura internazionale: la maestosa bellezza scenica e vocale di Nino Machaidze “dialogherà” con la voce di Martina Belli mezzo soprano dalla caratura vocale elegante e vibrante, con il timbro potente di Carlo Ventre e con la voce intensa di Franco Vassallo.

Programma Settembre 2021

A settembre (15, 17, 19) in scena Rigoletto di Giuseppe Verdi. Firmerà la regia dell’opera Pier Francesco Maestrini, profondo conoscitore della macchina teatrale, .
Il duca di Mantova sarà interpretato dal giovane tenore ucraino Valentyn Dytiuk, il cui timbro
vocale forte e robusto è uno dei più richiesti del momento; nel ruolo del titolo George
Petean, uno dei baritoni più apprezzati e richiesti a livello internazionale; Gilda sarà Hasmik
Torosyan soprano armeno che, con la sua estensione vocale, ha incantato platee internazionali
regalando emozioni fortissime.

Il 24, il 26 e il 28 andrà in scena L’Elisir d’amore di Gaetano Donizetti.
In scena grandi nomi del panorama lirico internazionale. Irina Lungu soprano dalla maestosa
estensione vocale interpreterà il ruolo di Adina; Nemorino sarà Valentyn Dytiuk; Dulcamara sarà
interpretato dalla bella voce baritonale e dalla notevole presenza scenica del baritono georgiano
Misha Kiria.

Programma Dicembre 2021

A dicembre gli allestimenti operistici ritorneranno in Teatro per una strepitosa chiusura di stagione
con due capolavori assoluti: La Traviata e il Lago dei Cigni.

Dove si trova il Teatro Municipale Verdi di Salerno

E’ ubicato in Piazza Matteo Luciani in una delle zone più frequentate della città di Salerno. a pochi metri dall’orto botanico sul quale si affaccia. ed è uno dei luoghi di maggiore richiamo culturale di Salerno.

La Storia del Teatro Verdi di Salerno

Il “Teatro Municipale Verdi di Salerno” è stato inaugurato nel 1872 con la messa in scena del Rigoletto.

La struttura architettonica presenta elementi decorativi di epoca rinascimentale e classica.

Gli interni sono finemente definiti ed affrescati con decorazioni floreali. Al centro della sala vi è un dipinto di Di Criscito realizzato nel 1800.

Reso inagibile dal terremoto del 1980, il Teatro, rimasto chiuso per quasi 14 anni, ha riaperto i battenti il 6 luglio 1994. Il restauro ha riportato alla luce particolari storico-artistici che rendono ancora più prezioso il Teatro, fra i pochi in Italia, ottocenteschi e a struttura lignea perfettamente conservati.

Ogni anno, il cartellone del Teatro Verdi presenta spettacoli che spaziano dal musical, alla prosa ai concerti ed all’opera lirica. Ottima l’acustica del Verdi di Salerno, che ripropone la struttura interna simile al San Carlo di Napoli.

Ecco il Programma 2019 – 2020 del Teatro Gesualdo di Avellino

Sarà Fiorella Mannoia ad inaugurare la nuova stagione del Teatro “Carlo Gesualdo” di Avellino che si prepara a riaprire le porte al proprio pubblico.

Il Massimo avellinese cerca il riscatto, dopo una stagione caratterizzata da alti e bassi.

A gestire il teatro di Piazza Castello è ancora il Teatro Pubblico Campano, il circuito regionale intorno al quale gravitano numerose strutture della Campania.

Ad ottobre 2019 la prima a Teatro.

Ad aprire la stagione teatrale 2019/2020 sarà una delle signore della musica italiana, Fiorella Mannoia, che sarà sul palco del “Gesualdo” con il suo Personale Tour il 12 e 13 ottobre 2019.

Il 13 novembre 2019 ecco il primo spettacolo del cartellone Gesualdo Danza: la Compagnia di danza Korper presenta Vivianesque, l’universo di Raffaele Viviani reinterpretato con il linguaggio della danza.

Mercoledì 19 novembre 2019 prenderà il via la rassegna Teatro Civile, con l’ex direttore di Repubblica, Ezio Mauro, che presenta il suo “Berlino, cronache dal Muro”.

Il cartellone Grande Teatro del Gesualdo.

Il cartellone principe del “Gesualdo” resta quello denominato Grande Teatro che, fino ad aprile 2020, vedrà esibirsi sul palcoscenico tanti nomi noti del teatro italiano.

Molti, a dire il vero, sono dei ritorni (graditi) ad Avellino, trattandosi di nomi che già negli anni passati hanno calcato le tavole di Piazza Castello.

Tra i nomi più attesi nel 2019, ecco Giuliana De Sio e Isa Danieli con “Le Signorine” (30 novembre e 1 dicembre 2019), Alessio Boni e Serra Yilmaz in  “Don Chisciotte” (7 e 8 dicembre 2019) e Vinicio Marchioni in “I soliti ignoti” (14 e 15 dicembre 2019).

Nel 2020, sul palco del teatro “Carlo Gesualdo” saliranno, poi, i Momix, Alessandro Preziosi, Vittorio Sgarbi, Massimo Ranieri, Vanessa Incontrada, Nancy Brilli, Marco Paolini e la Compagnia Balletto del Sud.

GRANDE TEATRO – 8 SPETTACOLI

  • Fiorella Mannoia – Personale Tour – 12/10/2019 – 13/10/2019
  • Isa Danieli, Giuliana De Sio – Le Signorine – 30/11/2019 – 01/12/2019
  • Alessio Boni, Serra Yilmaz – Don Chisciotte – 07/12/2019 – 08/12/2019
  • Vinicio Marchioni, Giuseppe Zeno – I soliti ignoti – 14/12/2019 – 15/12/2019
  • Momix – Alice – 31/01/2020 – 01/02/2020
  • Alessandro Preziosi – Vincent Van Gogh. L’odore assordante del bianco – 08/02/2020 – 09/02/2020
  • Vanessa Incontrada – Scusa sono in riunione, ti posso richiamare? – 07/03/2020 – 08/03/2020
  • Nancy Brilli – A che servono gli uomini? – 28/03/2020 – 29/03/2020

Il cartellone Teatro Civile del Gesualdo.

La rassegna Teatro Civile propone tre appuntamenti di grande impatto.

Sul palco del teatro avellinese arriveranno l’ex direttore de la Repubblica, Ezio Mauro, l’istrionico Vittorio Sgarbi e Marco Paolini.

TEATRO CIVILE – 3 SPETTACOLI

  • Martedì 19 novembre 2019 – Ezio Mauro – Berlino, cronache dal Muro .
  • Sabato 15 febbraio 2020 – Vittorio Sgarbi – Raffaello .
  • Lunedì 20 aprile 2020 – Marco Paolini – Filo Filò

Il cartellone Danza del Gesualdo.

Due gli eventi dedicati alla Danza: Vivianesque e la Serata Stravinskij.

DANZA 2 Spettacoli

  • Mercoledì 13 novembre 2019 – Vivianesque – Compagnia Korper
  • Venerdì 20 marzo 2020 – Serata Stravinskij – Compagnia Balletto del Sud .

Eventi Speciali al Gesualdo.

Due gli Eventi speciali in programma al Gesualdo nell’arco della prossima stagione.

Francesco Renga – Concerto – 16/11/2019

Massimo Ranieri – Malìa – Notti splendenti – 22/02/2020 – 23/02/2020

Programma “Tradizione e Comicità”

Al momento non è stato ancora presentato.

Potrebbe interessarti

Su Agendaonline.it leggi Anche: Andar per Teatri ad Avellino…tanto tempo fa

Novembre al Teatro Augusteo di Napoli: un mese di grandi eventi.

Musica e divertimento: è lungo questi due assi che si sviluppa il mese di novembre 2017 al Teatro Augusteo di Napoli, uno dei teatri storici partenopei.

Tra novità e ritorni, a novembre il programma all’Augusteo si preannuncia particolarmente ricco e variegato con tante opportunità per chi voglia trascorrere una serata all’insegna della cultura artistica di qualità.

Nel solco della grande tradizione teatrale napoletana, ecco il programma dei principali spettacoli in programma al Teatro Augusteo di Napoli nel mese di novembre 2017.

Zamboni e The Musical Box in concerto.

Martedì 7 novembre il concerto di Massimo Zamboni “I Soviet + l’elettricità”, uno spettacolo che è anche celebrazione, dedicata al centenario della Rivoluzione russa.

Mercoledì 8 novembre il concerto dei “The Musical Box”, la band canadese famosa in tutto il mondo per la capacità di far rivivere le emozioni del repertorio musicale e dei costumi dello storico gruppo rock dei “Genesis”.

A teatro Il Sorpasso di Dino Risi.

Da venerdì 10 novembre al Teatro Augusteo arriva la commedia “Il sorpasso”, uno dei capolavori del cinema italiano di Dino Risi.

Sul palcoscenico napoletano irrompono Giuseppe Zeno e Luca Di Giovanni protagonisti dell’adattamento teatrale di Micaela Milano per la regia di Guglielmo Ferro. Lo spettacolo sarà replicato fino al 19 novembre.

Si ride con Virginia Raffaele.

Venerdì 24 e sabato 25 novembre sarà la volta del divertentissimo spettacolo “Performance” di Virginia Raffaele, il one woman show con cui l’istrionica attrice ha confermato il suo straordinario talento.

Edoardo Bennato in concerto.

Martedì 28 novembre l’appuntamento è con la musica di Edoardo Bennato, che torna in Teatro con le sue canzoni, che da 40 anni immortalano l’amore e un mondo fatto di buoni e cattivi, sbeffeggiando i potenti e inneggiando alla forza umana del popolo.

Andrea Sannino in concerto.

Giovedì 30 novembre il concerto di Andrea Sannino, uno spettacolo teatrale con orchestra dal vivo, un viaggio attraverso le meraviglie culturali e musicali di Napoli, centro di un mondo dove i sogni sono il motore di tutto e tutti.

Riapre il Teatro Gesualdo di Avellino: ecco il Programma.

Un mese di spettacoli e di eventi internazionali. Mentre a palazzo di città è corsa contro il tempo per capire cosa ne sarà del Teatro Carlo Gesualdo, la cui attività istituzionale rischia di rimanere ferma al palo, il massimo cittadino si prepara, un po’ a sorpresa, a riaprire i battenti.

[mks_separator style=”solid” height=”2″]

Cerchi il cartellone 2018 – 2019 ?

[mks_separator style=”solid” height=”2″]

Al Teatro Gesualdo la rassegna “Sipari Aperti”

Ad ottobre, la struttura di Piazza Castello tornerà infatti a vivere grazie alla rassegna “Sipari Aperti, festival degli altri mondi”, organizzata dall’Assessorato alle Politiche Culturali del Comune di Avellino in collaborazione con la Fondazione Campania dei Festival.

Il progetto, finanziato dalla Regione Campania nell’ambito del Poc 2014-2020, prevede la messa in scena sul palco del Gesualdo di 11 spettacoli, a partire dal prossimo 3 ottobre.

Ad aprire la rassegna sarà lo spettacolo Paesaggi Contemporanei, portato in scena, il 3 ottobre 2017, dalla Compagnia Teatro Potlach di Fara Sabina.

Pippo Delbono ad Avellino.

Il 7 ottobre ad Avellino arriva il teatro sperimentale di Pippo Delbono che presenta Orchidee, uno spettacolo in cui, come ammette lo stesso autore, in cui c’è “il tentativo di fermare un tempo che sto attraversando. Un tempo mio, della mia compagnia, le persone che lavorano ormai da molti anni con me, ma anche un tempo che stiamo attraversando e vivendo oggi tutti noi. Italiani, europei, occidentali, cittadini del mondo.

Il 9 ottobre spazio alla musica con Maldestro che fa tappa ad Avellino con il suo “I muri di Berlino Tour”.

James Senese in concerto ad Avellino.

Il 14 ottobre sul palcoscenico del Gesualdo arriva la voce “nera” ed il sassofono di James Senese che farà vibrare i cuori con il suo O’ sanghe Tour.

Il giorno successivo, il 15 ottobre, musica, ritmi e colori saranno quelli di BandaBaleno Murga di Napoli con il Murga Street Parade e Carneval de Scampia.

Sempre il 15 ottobre singolare iniziativa con il Tam Tam 2.0, Laboratori di cittadinanza attiva a cura di Stefano Iandiorio e Gianni Papa.

Il 16 ottobre, l’invito a teatro di Sipari Aperti è con Amore, la commedia di Spiro Scimone in cui sono presenti tutti gli elementi fondanti della cultura teatrale del Novecento.

L’Orchestra di Piazza Vittorio in concerto ad Avellino.

Il 18 ottobre appuntamento con Toledo Suite di Enzo Moscato mentre il 20 ottobre l’appuntamento da non perdere è con il concerto Ottetto dell’Orchestra di Piazza Vittorio.

Il 21 ottobre è la data da segnare in rosso per gli amanti dell’hip hop: al Gesualdo arriva il Tappeto di Iqbal che presenta Enfatastique.

Ute Lemper in concerto ad Avellino.

La rassegna curata dalla Fondazione Campania dei Festival si chiude il 28 ottobre con il concerto Last Tango in Berlin della cantante tedesca Ute Lemper.

In programma nel corso della rassegna anche numerosi laboratori:

  • Dentro la Tempesta, spettacolo finale laboratorio Aisthesis
  • Spettacolo Laboratorio Zigo Zago
  • Spettacolo Laboratorio Proteatro “Periferite”
  • Spettacolo Laboratorio Clan H “Nessuno Escluso – Sine Exceptione”
  • Spettacolo Laboratorio Gluck Teatro “Diquadanoy”
  • Spettacolo Laboratorio Mister Punch “Tracce”
  • Spettacolo Laboratorio Vernicefresca “Esci allo scoperto”
  • Spettacolo Laboratorio Arteteca
  • Spettacolo Teatro 99 Posti
  • Spettacolo Limina

Stasera a Teatro in Campania: gli spettacoli della settimana

Cosa ci aspetta a teatro in Campania durante la prima settimana di marzo? Fino  a domenica 6 marzo 2016 il Teatro Pubblico Campano propone tante occasioni all’insegna della cultura e del divertimento sui maggiori palcoscenici della regione.

  • L’agenda teatrale inizia con lo spettacolo “La Sciantosa” con l’attrice partenopea Serena Autieri, in scena il 1° marzo alle ore 20.45 al Teatro Massimo di Benevento; il 2 marzo alle ore 20.45 al Teatro La Provvidenza di Vallo della Lucania; il 3 marzo alle 20.45 al Teatro Umberto di Nola; venerdì 4 marzo alle 20.45 al Teatro Comunale di Lacedonia; e infine il 5 (ore 21) e il 6 marzo (ore 18.30) al Teatro delle Arti di Salerno. Tra una rima recitata e una lacrima, l’attrice riporta al pubblico quelle radici poetiche e melodiche ottocentesche e quei profumi arabi, saraceni e americani che Napoli ha ruminato e restituito al mondo nella sua inconfondibile cifra.
  • Martedì 1 marzo alle ore 21 al Teatro Gesualdo di AvellinoMagazzino 18” di Simone Cristicchi, uno spettacolo punteggiato da canzoni e musiche inedite del cantautore eseguite dal vivo. Simone Cristicchi, colpito da una poco nota pagina della storia nazionale, ha deciso di ripercorrerla in un testo che prende il titolo proprio da quel luogo nel Porto Vecchio di Trieste, dove gli esuli – senza casa e spesso prossimi ad affrontare lunghi periodi in campo profughi o estenuanti viaggi verso lontane mete nel mondo – lasciavano le loro proprietà, in attesa di poterne in futuro rientrare in possesso: il Magazzino 18.
  • Un classico del teatro di Eduardo De Filippo, “Il berretto a sonagli”, va invece in scena martedì 1 marzo e venerdì 4 marzo alle 20.45 al Teatro Edualdo De Filippo di Agropoli; il 2 marzo alle 20.25 al Teatro Modernissimo di Telese Terme. Con la regia di Luigi De Filippo, lo spettacolo, nel tragico e irrisolvibile gioco delle parti che è il teatro pirandelliano, consegna un ruolo di primissimo piano a Ciampa, protagonista dell’opera che Eduardo De Filippo, con l’intelligente ardire che animava ogni sua impresa, ha tradotto in lingua napoletana, ricca ma perfettamente comprensibile per gli spettatori.
  • Marisa Laurito e Charlie Cannonin sono invece i protagonisti di “Sud and South” un concerto – spettacolo esuberante, vitale e creativo come il Sud. Sud and South racconta l’umore e la passione della gente del Sud attraverso un viaggio nella musica. In scena al Teatro Italia di Acerra, il 3 marzo alle 20.30, e al Teatro Gesualdo di Avellino, il 5 marzo (ore 21) e 6 marzo (18.30).
  • Benvenuti a…”, il nuovo spettacolo di e con Giacomo Rizzo e Diego Sanchez con la partecipazione di Antonella Elia, riporta in scena il varietà fatto di costumi sfavillanti, sensuali ballerine, musiche suonate dal vivo, sketch e canzoni che hanno fatto la storia dello spettacolo internazionale. In programma sui palcoscenici del Teatro Politeama di Torre Annunziata (il 3 marzo ore 20.45) e del Teatro Comunale di Airola (il 4 marzo ore 20.45).
  • Al Teatro Garibaldi di Santa Maria Capua VetereE’ tutta una farsa” in programma il 4 marzo alle 21. Si tratta di una rappresentazione in cui i due fratelli Gallo giocano con tutta la comicità della nostra tradizione spaziando dalla Commedia dell’Arte, alla farsa, fino ai fenomeni moderni da esse contaminati. I Gallo, al di là del cinema e della tv,  frequentano con amore il teatro, casa madre dalla quale sono partiti e che mai dimenticano. La commedia si ispira a varie opere di Antonio Petito per un divertimento senza tempo.
  • Nel weekend del 5 (ore 21) e 6 marzo (ore 18.30) il Teatro Verdi di Salerno propone “Dolore sotto chiave/Pericolosamente”, un dittico realizzato nel nome di Eduardo De Filippo, a oltre trent’anni dalla sua scomparsa, che riunisce i due atti unici “Dolore sotto chiave” e “Pericolosamente”. Con questa messinscena, Francesco Saponaro, regista di lunga consuetudine con la drammaturgia napoletana, affronta un Eduardo meno frequentato, dove incombe, silenzioso, il tema della morte tra sfumature grottesche colorate di umorismo nero.
  • Infine, da venerdì 4 a domenica 6 marzo 2016, al Teatro Di Costanzo-Mattiello di Pompei in scena “Toni Servillo legge Napoli”, un viaggio nelle parole di Napoli, da Salvatore Di Giacomo a Ferdinando Russo, da Raffaele Viviani a Eduardo De Filippo e Antonio De Curtis, fino alla voce contemporanea di Enzo Moscato, Mimmo Borrelli, Maurizio De Giovanni e Giuseppe Montesano.

Sei interessato agli spettacoli di altri teatri campani ? Consulta tutti i cartelloni teatrali sul nostro sito.

Stasera a Teatro a Napoli

Stasera a Teatro a Avellino

Stasera a Teatro a Benevento

Stasera a Teatro a Caserta

Stasera a Teatro a Salerno

Al Gesualdo di Avellino Toni Servillo riporta a teatro Eduardo con “Le voci di dentro”

Toni Servillo, fresco premio Oscar con il film “La Grande bellezza”  ritorna a teatro con con “Le voci di dentro” la drammaturgia di un mai dimenticato Eduardo De Filippo.

Lo spettacolo sarà in scena stasera al Teatro “Carlo Gesualdo” di Avellino ore 21 (Abbonamenti turno A e biglietti) e proseguirà  mercoledì 30 aprile (ore 21), giovedì 1 maggio alle ore 18.30 (Abbonamenti turno B e biglietti) e venerdì 2 maggio alle ore 21.

Toni Servillo che tornerà su di un palcoscenico campano per la prima volta dopo la vittoria di Los Angeles ,dopo aver brillantemente presentato nel 2002 “Sabato, domenica e lunedì”, nota commedia in tre atti del grande maestro napoletano che ruota intorno alle vicende di una famiglia tra equivoci e incomprensioni, è ora alle prese con “Le voci di dentro”, forse una delle commedie più “amare” scritte dalla sapiente penna di De Filippo.

[blockquote style=”3″]«Siamo molto emozionati per l’arrivo del premio oscar Toni Servillo, uno dei più grandi artisti italiani che quest’anno abbiamo l’onore di ospitare per la XII stagione teatrale del “Carlo Gesualdo” – afferma il presidente dell’Istituzione teatro comunale Luca Cipriano – Dopo aver trionfato ai Premi Ubu come miglior attore teatrale e dopo che l’allestimento de “Le voci di dentro” è stato applaudito in mezzo mondo, riaccoglieremo a braccia aperte l’attore casertano in una quattro giorni che vuole essere una festa per il Teatro e per la città di Avellino».[/blockquote]

Servillo, tra le figure di maggiore spessore del cinema italiano, anch’egli campano di nascita, osannato da pubblico e critica in numerose pellicole di successo come “Il divo”, “Gomorra”, “Bella addormentata”, “Viva la libertà”, “La grande bellezza”, fa rivivere un classico del teatro napoletano datato 1948.

A pochi anni di distanza dalle macerie scaturite dal secondo conflitto mondiale, il testo narra con assoluto realismo e una evidente modernità le macerie morali dell’individuo, nel labile confine che intercorre tra ciò che è legittimo e ciò che invece non lo è.

Una crisi di valori tanto profonda quanto attuale che induce lo spettatore alla riflessione sull’abbrutimento dell’uomo che, tra indifferenza e disillusione, tra sogno e realtà, inizia a vedere nell’altro solo un nemico da evitare.

Toni Servillo (che interpreta il protagonista Alberto Saporito) è affiancato sulla scena da Peppe Servillo (Carlo Saporito), fratelli nella finzione quanto nella vita reale. E con loro una folta compagnia di attori tra cui Chiara Baffi, Betti Pedrazzi, Marcello Romolo, Lucia Mandarini, Gigio Morra, Antonello Cossia, Vincenzo Nemolato, Marianna Robustelli, Daghi Rondanini, Rocco Giordano, Maria Angela Robustelli, Francesco Paglino.

Lo spettacolo ha debuttato a marzo in prima nazionale al Teatro Grassi di Milano e vede insieme nell’impegno produttivo il Piccolo, il Teatro di Roma e Teatri Uniti, in collaborazione con Théâtre du Gymnase di Marsiglia dove è stato presentato in anteprima in occasione di Marseille Provence 2013 Capitale Européenne de la Culture.

Durante lo scorso periodo estivo, l’opera portata in scena da Toni Servillo ha rappresentato, con una straordinaria accoglienza da parte della critica, l’Italia nell’Anno della Cultura Italiana negli Stati Uniti d’America per poi continuare con le altre tappe della lunga tournée internazionale.

Nell’ambito delle date italiane previste per il 2014, sarà possibile assistere a “Le voci di dentro”in tanti teatri italiani tra i quali il Teatro “Carlo Gesualdo di Avellino, Teatro Verdi di SalernoTeatro Comunale di FerraraTeatro Nuovo Giovanni di UdineTeatro Della Corte di GenovaTeatro Piccinni di BariTeatro Manzoni di Pistoia,  Teatro Nuovo di Verona.

Teatro a Napoli: al Diana Sabrina Ferilli, Maurizio Micheli e Pino Quartullo

Tra i prossimi spettacoli del Teatro Diana di Napoli, che proprio lo scorso anno ha festeggiato gli ottant’anni dalla sua inaugurazione, troviamo una commedia piacevole e brillante, “Signori…le paté de la maison!”.

Ispirato alla piéce francese “Le Prenom” di Matthieu DeLaporte e Alexandre De La Patellièree e riadattato nella versione italiana da Carlo Buccirosso, lo spettacolo sarà ospitato dall’istituzione culturale partenopea da mercoledì 29 gennaio a domenica 9 febbraio 2014.

La commedia ruota intorno a una cena che sembra avere tutti i presupposti per essere considerata una vera “cena modello”.

Il marito, un caro amico di infanzia da sempre single e i cognati in attesa del loro primo bimbo siedono alla stessa tavola; a far da padrona di casa una Sabrina Ferilli alle prese con la cucina per la preparazione di deliziosi manicaretti, diretta con maestria da una stravagante madre.

Tutto lascerebbe pensare a una cena tranquilla, ispirata a un’atmosfera di serenità che nemmeno il miglior ristorante potrebbe regalare. La sintonia e il calore iniziali tra i convitati, però, svanisce ben presto a causa di una discussione che lentamente infiamma gli animi.

Quello che nasce come uno scherzo innocente arriva infatti a rivelare imbarazzanti verità e allora anche la più appetitosa delle pietanze come il paté (che dà il nome al titolo della commedia) può cambiare sapore e diventare un grande e complicato pasticcio.

Signori…le paté de la maison!” è una commedia gustosa e resa molto divertente dal talento dei grandi attori presenti in scena che, oltre la Ferilli, sono Maurizio Micheli e Pino Quartullo.

Una commedia brillante, a tratti anche grottesca, che non risparmia amari risvolti e che conduce i protagonisti alla presa di coscienza che nulla sarà più come prima dopo questa cena famigerata “pasticcio di famiglia”.

Ulteriori informazioni presso il botteghino di via Luca Giordano, 64 aperto tutti i giorni dalle 10.30 alle 13.30 e dalle 16.30 alle 19.30; oppure telefonando allo 081.5567527, 081.5784978.

Al Teatro Gesualdo di Avellino in scena Made in Sud

A dicembre il Teatro “Carlo Gesualdo” di Avellino si tinge di “rosso”, con il cartellone più divertente ed effervescente della nuova stagione teatrale.

L’ultimo spettacolo del 2013 è firmato “Made in Sud”. Sabato 28 e domenica 29 dicembre saranno in scena i comici più amati del piccolo schermo: coordinati da Gigi & Ross con la simpatica Fatima Trotta, ritroviamo Gino Fastidio, Arteteca, Vivo D’Angelo, Nonno Moderno e tanti altri.

Si riparte il 15 e 16 febbraio 2014 con il ritorno gradito di Carlo Buccirosso nel nuovo “La vita è una cosa meravigliosa”, racconto surreale di una famiglia accompagnato dalla solita comicità dell’artista partenopeo.

L’appuntamento di marzo è per il 22 e 23 con Biagio Izzo in “Come un Cenerentolo”, rivisitazione in chiave attuale della favola di Cenerentola però tutta al maschile e tutta da ridere.

La grande commedia napoletana classica è invece la protagonista degli spettacoli del 5 e 6 aprile: “Cani e gatti, marito e moglie” di Eduardo Scarpetta nella riduzione e regia di Luigi De Filippo.

Il weekend successivo, del 12 e 13 aprile, è infine invece dedicato alla danza. I NoGravity Dance, protagonisti della loro trilogia di successo ispirata alla Divina Commedia, portano sul palcoscenico avellinese “Inferno”, spettacolo-evento che sfida le leggi della fisica e trasforma lo spazio teatrale in un universo onirico.

La informazioni sulla vendita dei biglietti : 0825 771620.

“Teatro Civile”, il programma della rassegna del Teatro Gesualdo

Parte a gennaio 2014 la quinta stagione di “Teatro Civile”, la grande rassegna organizzata dal Teatro “Carlo Gesualdo di Avellino in collaborazione con il Teatro Pubblico Campano.

Bisognerà attendere mercoledì 22 gennaio 2014 per assistere al primo spettacolo in cartellone, ma ne varrà la pena.

Appuntamento con “Il nipote di Rameau”, il capolavoro satirico di Denis Diderot, diretto e interpretato da Silvio Orlando con Amerigo Fontani e Maria Laura Rondanini.

Il secondo appuntamento in programma è quello di martedì 18 febbraio 2014. Sarà firmato Sergio Rubini, il grande attore e regista pugliese che racconterà la storia di Matteo Salvatore, poeta degli “ultimi” nel suo “Di fame, di denaro, di passioni”.

L’edizione 2013-2014 di “Teatro Civile” si chiuderà con un toccante e intenso omaggio a Paolo Borsellino, il giudice ucciso dalla mafia, che sarà ricordato sul palcoscenico avellinese con “Paolo Borsellino, essendo stato”, opera teatrale scritta e diretta dal drammaturgo campano Ruggero Cappuccio.

Anche per la rassegna del teatro impegnato il diritto di prelazione per i vecchi abbonati sarà valido fino al 6 luglio. Confermare la propria poltrona costerà 45 euro per un posto unico a tutti e tre gli spettacoli.

Coloro che desiderano acquistare contestualmente l’abbonamento di “Grande Teatro” potranno invece assicurarsi un posto per il “Teatro Civile” a 35 euro. 22 euro è infine il costo per i singoli biglietti a posto unico.

Per il quinto anno consecutivo il Teatro “Carlo Gesualdo” di Avellino porta in città grandi protagonisti della tradizione teatrale impegnata nazionale, ponendosi come obiettivo la costituzione di un’offerta culturale ricca e di grande qualità.

Ulteriori informazioni su spettacoli e biglietti presso la biglietteria di Piazza Castello ad Avellino oppure telefonando allo 0825 771620.

Toni Servillo riporta a teatro Eduardo con “Le voci di dentro”

Dopo il successo della tournée internazionale che ha portato in scena “La trilogia della villeggiatura”  di Carlo Goldoni, Toni Servillo ritorna a teatro con la drammaturgia di un mai dimenticato Eduardo De Filippo.

Dopo aver brillantemente presentato nel 2002 “Sabato, domenica e lunedì”, nota commedia in tre atti del grande maestro napoletano che ruota intorno alle vicende di una famiglia tra equivoci e incomprensioni, è ora la volta di “Le voci di dentro”, forse una delle commedie più “amare” scritte dalla sapiente penna di De Filippo.

Servillo, tra le figure di maggiore spessore del cinema italiano, anch’egli campano di nascita, osannato da pubblico e critica in numerose pellicole di successo come “Il divo”, “Gomorra”, “Bella addormentata”, “Viva la libertà”, “La grande bellezza”, fa rivivere un classico del teatro napoletano datato 1948. A soli tra anni di distanza dalle macerie scaturite dal secondo conflitto mondiale, il testo narra con assoluto realismo e una evidente modernità le macerie morali dell’individuo, nel labile confine che intercorre tra ciò che è legittimo e ciò che invece non lo è.

Una crisi di valori tanto profonda quanto attuale che induce lo spettatore alla riflessione sull’abbrutimento dell’uomo che, tra indifferenza e disillusione, tra sogno e realtà, inizia a vedere nell’altro solo un nemico da evitare.

Toni Servillo (che interpreta il protagonista Alberto Saporito) è affiancato sulla scena da Peppe Servillo (Carlo Saporito), fratelli nella finzione quanto nella vita reale. E con loro una folta compagnia di attori tra cui Chiara Baffi, Betti Pedrazzi, Marcello Romolo, Lucia Mandarini, Gigio Morra, Antonello Cossia, Vincenzo Nemolato, Marianna Robustelli, Daghi Rondanini, Rocco Giordano, Maria Angela Robustelli, Francesco Paglino.

Lo spettacolo ha debuttato a marzo 2013 in prima nazionale al Teatro Grassi di Milano e vede insieme nell’impegno produttivo il Piccolo, il Teatro di Roma e Teatri Uniti, in collaborazione con Théâtre du Gymnase di Marsiglia dove è stato presentato in anteprima in occasione di Marseille Provence 2013 Capitale Européenne de la Culture.

Durante il periodo estivo, inoltre, l’opera portata in scena da Toni Servillo ha rappresentato, con una straordinaria accoglienza da parte della critica, l’Italia nell’Anno della Cultura Italiana negli Stati Uniti d’America per poi continuare con le altre tappe della lunga tournée internazionale.