Archivi tag: Week end in Europa

Weekend a Parigi: a spasso tra ristoranti, bistrot e brasserie mangiando tipicità francesi.

Stai pensando di trascorrere un weekend a Parigi ? La Ville Lumière(la città delle luci)  oltre a essere una delle capitali più romantiche del mondo e tra le mete più frequentate durante tutte le stagioni (dalle piacevoli passeggiate primaverili lungo la Senna all’atmosfera magica che si respira a Natale, con i suoi mercatini e le luci che invadono ogni strada e monumento), è soprattutto capitale della buona cucina.

E’ risaputo che i ristoranti francesi siano tra i più famosi al mondo. La passione per la buona tavola fa del mangiar fuori uno dei piaceri più desiderati di un soggiorno a Parigi.

Cosa mangiare a Parigi?

Ristoranti stellati, caratteristici bistrot, tranquille sale da tè, culturali caffè, enoteche che servono pregiati vini dalla lunga storia: il gusto francese si declina in molteplici forme.

Nella Ville Lumière la scelta dei cibi è molto ampia e va dalla tipica baguette farcita (la soluzione più economica e più parigina che ci sia per risolvere un pasto veloce insieme alle crepes, disponibili dolci o salate, presenti nei banchetti e nei chioschi della città), ai raffinati piatti di carne cucinati con cura e presentati con eleganza, alla pasticceria che vanta una lunga ed eccellente tradizione.

Per gustare la semplice cucina regionale conviene entrare in una delle tante brasserie o bistrot, dove vengono serviti deliziosi piatti a prezzi generalmente economici.

I ristoranti sono ritenuti veri e propri ambasciatori del buon gusto.

Tra vini superlativi e formaggi, foie gras ed escargot, coq au vin o boeuf bourguignon, senza dimenticare le onnipresenti ostriche, immancabili sulla tavola dei parigini.

Dove trovare buoni ristoranti e bistrot a Parigi?

Difficile dirlo perché a Parigi si mangia bene un po’ ovunque (i migliori sono sicuramente però quelli più frequentati dai francesi).

Numerosi sono i locali caratteristici nelle zone di St-Germain-des-Prés e del Quartiere Latino, interessanti anche quelli del quartiere dell’arte del Marais.

Ristoranti più cari invece nella zona degli Champs-Elysées e della Madeliene.

Il Castello di Schonbrunn a Vienna, l’antica residenza austriaca patrimonio dell’Unesco.

In Austra nella città di Vienna, a Hietzing nella periferia occidentale del capoluogo austriaco, si apre maestoso il Palazzo di Schonbrunn che con il suo lussureggiante giardino è stato incluso, fin dal 1996, tra i Patrimoni dell’Umanità dall’UNESCO.

La sua storia risale alla metà del 1500 ed ha rappresentato residenza di numerosi rappresentanti della famiglia imperiale. Dal XVI luogo prediletto dagli Asburgo, il maestoso complesso rappresenta una sintesi perfetta tra gli stili estetici e gli apporti artistici che nei decenni si sono succeduti.

Tra questi spiccano gli interventi voluti da Maria Teresa d’Austria, che arricchì gli appartamenti, l’arredamento, i giardini, l’enorme serra. Un palazzo dalle dimensioni mastodontiche, basti pensare che conta ben 1440 stanze ricche di arredi e fasti, di cui circa 190 sono aperte al pubblico in veste di museo.

Attraversato il largo cortile del palazzo, si accede alla Gran Galleria attraverso un ampio scalone, ricca di affreschi e illuminata da enormi lampadari di cristallo.

A seguire la Piccola Galleria che porta sul Salone Cinese ovale e sul Salone Cinese circolare. Tra gli ambienti più noti la camera da letto, finemente decorata di arazzi, conosciuta anche come “Sala di Napoleone”, che qui soggiornò durante l’occupazione.

Molto interessanti anche il Salone delle Cerimonie, che racchiude delle grandi tele che rappresentano alcuni momenti della vita di Maria Teresa, e il Salone dei Cavalli, caratterizzato dai disegni che raffigurano cavalli presenti sui rivestimenti delle pareti.

Da non perdere infine il Salone degli Specchi, la stanza nella quale Mozart, alla tenera età di sei anni, diede il suo primo concerto.

Ma, oltre agli immensi spazi al chiuso, la tenuta è ricca di vegetazione e di ampi spazi all’aperto.

A est del palazzo trovano spazio le serre, fatte costruire da Maria Teresa, grande appassionata di piante esotiche e tropicali.

L’area situata al centro del giardino forma invece il Grande Parterre, caratterizzato da prato e aiuole affiancate sui lati da alberi e statue ispirate a personaggi della storia greca e romana.

Alla fine del parterre, la Fontana di Nettuno che, insieme alla Fontana dell’Obelisco rappresenta le vasche d’acqua più maestose della tenuta.

Oltre allo splendore dei giardini, il complesso è conosciuto per ospitare uno degli zoo più antichi al mondo.

Leggi anche

Week end in Europa, la magia del vecchio continente.

Il turismo rimane una delle principali attività economiche nel continente. Viaggiare in Europa significa scoprire la storia del mondo.

Non a caso è definito il “vecchio” continente, per la grossa influenza che popoli e stati hanno avuto nel governo mondiale.

 L’Europa è un continente moderno e civilizzato, caratterizzato da una gran varietà di climi. Le temperature estreme vanno dai 40 gradi in estate nei paesi più a Sud ai numerosi gradi sotto zero in inverno, per le regioni artiche.

Non essendoci aree deserte, il clima non risulta mai particolarmente secco.

Le capitali Europee

Mete principali dell’Europa sono le capitali dei principali stati, ognuna caratterizzata da una storia millenaria e ricche di strutture architettoniche.

Dal punto di vista artistico ed archeologico è certamente il continente più interessante, anche perché fu sede del grande Impero Romano e della Roma imperiale, che ancora oggi rappresenta una delle più belle città al mondo.

Centinaia i musei di fama mondiale che si trovano in Europa, sempre nelle principali capitali.

Ogni nazione europea si differenzia per architettura e storia.

Idee per un week end in Europa

Castello Sforzesco a Milano

Parigi e Londra sono metropoli moderne, centro nevralgico degli affari economici del continente, insieme alla tedesca Monaco ed a Milano.

In forte crescita la capitale russa Mosca, interessata negli ultimi anni da un vero e proprio boom economico ma che conserva ancora il fascino dell’età degli Zar e del regime comunista poi.

Anche le nazioni balcaniche, che si sono lasciate alle spalle l’ultimo conflitto verificatosi in Europa in età contemporanea, stanno vivendo un periodo di floridità ed espansione apprezzate sempre più da un grosso numero di turisti, richiamati sia dalla bellezze delle coste, sia dal fascino delle capitali, come Zagabria e Sarajevo.

Week end in Europa d’estate

Il turismo estivo europeo si concentra principalmente sulle coste dell’Italia, della Grecia e della Spagna e sulle principali isole come Cipro, la Sicilia, la Sardegna e le Baleari.

D’inverno sono le cime alpine di Italia, Francia, Austria e Svizzera, anche grazie ad una impeccabile organizzazione ricettiva a richiamare gli appassionati di sci e sport invernali.

 Le numerose civiltà e le numerose etnie e culture che hanno attraversato l’Europa le hanno donato una grande varietà di usi e costumi.

Ogni nazione si caratterizza per la propria filosofia di vita.

La plaza de Cibeles prende il nome dalla fontana dedicata alla dea greca Cibele, sposa del titano Crono e madre di Atis.

La Spagna è una nazione dalla molteplici bellezze, dalla gaudente Barcellona, all’imponente Madrid alle fascinose mete dell’Andalusia, da Siviglia a Granada.

Dorata e austera si presenta Praga, in repubblica Ceca, seriosa e romantica San Pietroburgo, rilassante Lisbona in Portogallo, decadente e romantica Amburgo in Germania.

Week end in Nord Europa

 I Paesi del Nord Europa, delle regioni baltiche sono considerati la patria della liberalità.

  • Stoccolma, capitale della Svezia è uno dei centri più importanti del design e dell’architettura moderna.
  • Berlino, in Germania, è il simbolo della fine del regime comunista e della guerra fredda. E’ una capitale moderna, perfettamente organizzata e nonostante la sua enorme estensione è considerata tra le città più vivibili al mondo.

Il miglior modo per visitare l’Europa, considerato l’alto numero di scali, è quello di servirsi dell’aereo, ma anche il treno, con l’alta velocità ed usufruendo di qualche promozione con tariffe a prezzi scontati, consente di viaggiare attraverso il continente toccando più punti, senza l’assillo degli orari rigidi.

Idea Vacanze in Albania, un viaggio tra storia, mare e tradizioni.

L’estate del 2019 sembra essere l’anno giusto per progettare una vacanza in Albania.

Sono già passati un po’ di anni da quando nel 2011 l’Albania è stata consigliata come top travel destination dalla rivista Lonely Planet e da quando nel 2014 è stata nominata la 4° destinazione turistica da visitare dal New York Times.

Gli ultimi dati Instat ci indicano che sono oltre 2 milioni i turisti che hanno scelto l’Albania per le proprie vacanze di relax nei primi sei mesi del 2019.

Nello specifico a giugno 2019 sono entrati nel Paese delle Aquile ben 630.334 cittadini stranieri, in crescita del 27% rispetto a giugno 2018.

Solo un piccolo consiglio, non risparmiate sul budget destinato agli alberghi. I prezzi degli hotel sono generalmente accessibili e per questo vi consigliamo di sceglierli ottimi senza badare a spese.

Albania, Il paese delle Aquile

L’Albania è uno stato della Penisola balcanica che confina a nord con il Montenegro, a nord-est con la Macedonia e a sud-est la Grecia.

Il confine settentrionale è segnato dalle montagne in gran parte inaccessibili Alpi Albanesi, conosciute come Bjeshk’ e Namun’.

E’ bagnata dal Mare Adriatico e dal Mar Ionio e il territorio è in gran parte è collinare, montagnoso e impervio e per questo motivo ha un suo fascino molto particolare.

Il paese delle Aquile è stato abitato fin dall’antichità e molti centri sono ricchi di storia e tradizioni.

Tirana è la capitale ed è la metà più frequentata dai turisti insieme a Durazzo che è il più importante porto dell’Adriatico orientale.

Attualmente l’Albania è suddivisa amministrativamente in 12 prefetture, o “contee”, a loro volta suddivise in 36 distretti.

Per chi volesse trascorre le vacanze al mare in Albania ecco la prima scelta da compiere: costa adriatica o ionica?

  • la Costa Adriatica va da Durazzo a Valona ed è costituita principalmente da spiagge di sabbia.
  • la Costa Ionica, va da Valona a Saranda (vicino al confine con la Grecia) ed è caratterizzata da una natura più selvaggia e spiagge di ghiaia o rocce.

Cosa mangiare durante una vacanza in Albania

La cucina albanese è influenzata dalla cucina mediterranea e da alcune zone dei Balcani. La gastronomia è naturale e prevalentemente a chilometro zero, basata sui prodotti di piccoli agricoltori e allevatori.

L’Albania si distingue per la produzione di ottimi formaggi, gran parte della popolazione è infatti dedita alla pastorizia.

Tra i piatti da gustare segnaliamo

  • il Tavë Kosi: uno dei piatti più amati del paese. L’agnello è cotto in un piatto di terracotta con uova e yogurt: il risultato finale è un piatto simile a una quiche, con carne tenera e un leggero e cremoso rivestimento all’uovo.
  • lo Speca të mbushur: uno dei piatti tipici albanesi, ricco di sapore. E preparato con peperoni gialli, arancioni o rossi farciti con riso, ricotta e spezie, prima di essere cotti in forno.
  • lo Byrek Mangalemi: un piatto speciale del ristorante Mangalem di Berat; consiste in una deliziosa torta salata fatta di una crosta sottile con un mix soffice di zucca, patate, fiocchi di latte e un pizzico di limone.
  • lo Shëndetli: una torta al miele molto popolare basata non solo sul miele ma anche sulle noci. A fine cottura uno sciroppo caldo fatto con vaniglia, acqua e chiodi di garofano viene versato sopra la torta ed è lasciato a bagno per una notte.

Cosa Visitare in Albania

Argirocastro

 Per chi volesse trascorrere le proprie vacanze in Albania imperdibili sono i quattro siti dell’UNESCO:

Vacanze al mare in Albania? Scopri Valona!

Tra le mete albanesi più frequentate ecco Valona (o Vlora, in albanese) località marina che si trova lungo la Riviera albanese in pratica la costa meridionale.

Negli ultimi anni, Valona offre ai turisti un bellissimo lungomare, tante nuove strutture turistiche alberghiere, una spiaggia, di sabbia mista a sassi, locali e ristoranti.

Due sono le spiagge di Valona più gettonate:

  • Plazhi i Vjeter, una distesa di sabbia costeggiata da pinete ed è una spiaggia totalmente libera.
  • Plazhi i Ri, amata da chi predilige fare snorkeling.

I laghi ed i fiumi albanesi

I laghi dell’Albania sono tre: il lago di ScutariOcrida e Prespa.

  • il lago di Scutari costituisce confine con il Montenegro
  • il lago di Ocrida costituisce confine con la Macedonia del Nord
  • il lago di Prespa con la Macedonia del Nord e con la Grecia.

Il lago di Ocrida è situato ad un’altitudine di 695 m s.l.m., ha una superficie di 349 km² ed è uno dei maggiori laghi della penisola balcanica ed è considerato uno dei più antichi della Terra.

I fiumi più importanti sono:

  • Il Drin originato dalla confluenza di due rami, il Drin Bianco e Drin Nero,
  • la Voiussa che nasce nella catena del Pindo a Nord di Mètsovo e sbocca nel Canale d’Otranto, 24 km a nord ovest di Valona. 
  • la Boiana emissario del Lago di Scutari

da segnalare anche il Seman e lo Shkumbin.

In vacanza a Tirana in Albania

Tirana, la capitale dell’Albania

L’originaria “Tehran”, fondata nel 1614 dal generale Sulejman Pasha, è dal 1920 la capitale ed è la più grande città dell’Albania.

Tirana conta oggi circa un milione di abitanti ed è il principale polo industriale e culturale.

Dopo l’instabilità politica della regione, coinvolta nei conflitti militari degli anni ’90, Tirana è una città in grossa ascesa sia nel settore del turismo che imprenditoriale.

Qui sono presenti le industrie nel campo alimentare, elettro-meccanico, tessile, farmaceutico e metallurgico. 

Sono in corso da tempo importanti opere di bonifica e miglioramento del territorio, attraverso interventi sul paesaggio e sul tessuto urbanistico.

L’intento è quello di portare al più presto Tirana a raggiungere i livelli delle più importanti città europee.

Cosa visitare a Tirana.

A Tirana vale la pena programmare una visita al centro storico dove è possibile vedere i suoi edifici civili e religiosi ricchi di influenze orientali.

Tirana è sede di numerosi siti culturali e storici, situati soprattutto nel centro storico. Tra i più importanti si possono menzionare:

  • il Castello di Tirana
  • il Castello di Prezë
  • il Castello di Petrela
  • la Chiesa di Kroit
  • il Ponte dei Conciatori
  • la Chiesa Cattolica di San Paolo, la più grande chiesa di Tirana,
  • la Moschea Ethem Bey 
  • la Cattedrale ortodossa della Resurrezione di Cristo
  • la biblioteca nazionale albanese con oltre un milione di volumi.
  • la torre dell’orologio, o anche”Kulla e Sahatit”, costruita nel 1830, situata nei pressi della moschea, in piazza Skandeberg.

La città è sede dell’Università di Tirana, fondata nel 1957 e di molti edifici governativi e culturali,

Come raggiungere l’Albania

La nazione non gode ancora di infrastrutture (aeroporti, treni, strade ed autostrade) all’altezza di un paese moderno tranne che per l’autostrada a 4 corsie che collega Tirana a Durazzo ed un’altra in via di costruzione che collega Durazzo a Valona. Un’altro paio di autostrade sono in via di realizzazione.

La rete ferroviaria albanese è probabilmente quella più disastrata dell’intera Europa mentre le linee attive sono pochissime e non ci sono linee elettrificate.

Raggiungere l’entroterra in auto o in autobus non è sempre facile per un normale turista con poca esperienza.

Per comodità indicheremo come raggiungere la capitale Tirana

Voli aerei per l’Albania

L’Albania ha un solo scalo aereo: l’Aeroporto Internazionale di Tirana situato a 25 km dalla capitale e collegato a 30 destinazioni con 13 linee aeree.

Sono 4 le compagnie che volano dall’Italia a Tirana:

  • Albawings, compagnia albanese nata nel 2015, lavora in codeshare con Blue Panorama . A tutt’oggi le destinazioni collegate a Tirana con voli diretti sono: Bergamo, Bologna, Cuneo, Firenze, Milano, Perugia, Rimini, Treviso, Venezia, Verona.
  • Alitalia, con partenze da Roma, Bari, Genova, Torino, Milano, Bologna, Venezia, Pisa, Verona. Solo Roma però ha un volo diretto.
  • Blue Panorama, è la compagnia che ha più voli diretti su Tirana. Ha voli diretti da Ancona, Bari, Bergamo, Bologna, Genova, Firenze, Milano, Perugia, Pisa, Rimini, Roma, Torino, Venezia, Verona. I prezzi sono accettabili ma hanno subito un consistente aumento nell’ultimo anno.
  • Ernest Airlines, la prima compagnia aerea a basso costo italiana verso l’Europa dell’Est – Vola diretto da Milano, Bergamo, Bologna, Cuneo, Verona, Napoli, Pisa, Venezia, Firenze.

Viaggi in traghetto

Per chi volesse raggiungere l’Albania via mare, ci sono traghetti in partenza da Bari, Ancona e Trieste e arrivo a Durazzo,

La Adria Ferries parte da Trieste e Bari, la Grandi Navi Veloci effettua solo la tratta Bari – Durazzo, e la Ventouris Ferries copre solo il tragitto tra Bari e Durazzo.

Sitografia

Vacanze in Costa Azzurra, le località da non perdere

La Francia evoca immediatamente immagini nitide, a testimonianza della sua forte caratterizzazione e di una fama che non conosce ormai confini. I vini pregiati, la torre Eiffel e il Louvre, il fascino di una lingua dal suono e dai toni melodici. Ma a rendere l’Esagono un vero e proprio punto di riferimento per i turisti di tutto il mondo contribuisce fortemente un tratto particolare, famoso per il suo stile esclusivo, per le sue spiagge meravigliose e, come vedremo nelle prossime righe, per alcune fra le località più belle e caratteristiche del Vecchio continente. Preparatevi dunque, perché state per essere catapultati nel cuore della Costa Azzurra!

Nizza

Si parte con quella che è forse la città più vintage di tutta l’area, quella Nizza che spicca per i suoi vicoletti medievali, le chiese del periodo barocco, i vivaci mercati cittadini. Provate a passeggiare sulla Promenade des Anglais e perdervi nella vista mozzafiato che offre, ammirate i colori di piazza Massena o gli edifici di Piazza Garibaldi e infine gustatevi la maestosità architettonica della chiesa di San Nicola, fortemente ispirata alla cattedrale di San Basilio a Mosca. Avrete la sensazione di essere tornati indietro nel tempo, in un periodo in cui l’arte e il romanticismo erano ancora in grado di risvegliare i sensi.

Montecarlo

A breve distanza proprio da Nizza sorge quello che è a tutti gli effetti l’epicentro dell’intrattenimento della Costa Azzurra, meta ambita dai più facoltosi e da personaggi di spicco: Montecarlo. Qui la vita mondana è fra le più attive e incessanti che vi capiterà di incontrare. Potrete trascorrere serate all’insegna dell’allegria in bar di fama mondiale e ristoranti di alto rango, assistere alla tappa più glamour del GP e infine, una visita al famoso casinò di Montecarlo sarà in grado di farvi sentire un po’ come Cary Grant e Grace Kelly in Caccia al Ladro, lungometraggio hitchcockiano passato alla storia come uno dei film più noti tra quelli ispirati al mondo del gioco.

Saint Tropez

Costa Azzurra

Magari non può vantare il fascino di Nizza, ma Saint Tropez è una tappa obbligatoria per chiunque visiti la Costa Azzurra. Merito di spiagge stupende, della sua natura dai colori evocativi, di angoli deliziosi come “il quartiere dei pescatori” che mantengono un’identità forte, legata alle attività più caratteristiche del luogo. Non mancano però luoghi dalla grande portata storica e artistica tra cui spiccano la Cappella della Misericordia, la chiesa di nostra signora dell’Assunzione e la Chapelle Notre Dame de la Annonciade, chiesa sconsacrata risalente al XVI secolo. Saint Tropez è forse la località più poliedrica della Costa Azzurra, in grado di soddisfare i bisogni di ogni visitatore.

Cannes

Se siete appassionati di cinema avete l’obbligo di fare un salto a Cannes nel mese di Maggio, periodo in cui si svolge uno dei festival cinematografici più importanti al mondo, che negli anni ha avuto il merito di premiare capolavori e grandi star del cinema

Ma Cannes non è solo una grande meta per tutti i cinofili. Cannes è anche la vecchia Canua, il piccolo porto che un tempo era un avamposto romano, le stupende spiagge in cui trascorrere giornate all’insegna del relax e le colorite vie dove poter fare shopping.

Saint-Paul de Vence

Chiudiamo con una meta forse meno conosciuta ma che sicuramente non ha nulla da invidiare alle destinazioni di cui abbiamo parlato finora. Saint-Paul de Vence è la genuinità dell’entroterra francese, un minuscolo scorcio di terra che vanta solo qualche migliaio di abitanti da cui è possibile ammirare vedute meravigliose. A dare un ulteriore tocco di autenticità ci sono poi le piccole botteghe degli artigiani locali, l’antico borgo protetto e la Cappella di Santa Maria del Rosario, esponente principale di una bellezza artistica che non è nota ai più ma che rappresenta uno dei luoghi più ambiti da pittori e menti creative.

La Costa Azzurra è una località balneare stupenda e un luogo in grado di attrarre un turismo facoltoso, alla ricerca di intrattenimento e lusso. Ma le sue città caratteristiche, capaci sfoggiare paesaggi mozzafiato e bellezze artistiche sublimi sono forse la sua parte migliore.

10 Week end Romantici all’Estero per dire “Ti Amo”.

Non necessariamente i week end d’amore sono le uniche occasioni per stare insieme alla persona amata in qualche posto incantevole. Ma la meta e la struttura che vi ospita può contribuire in maniera decisiva.

Ecco dieci mete da raggiungere in compagnia della propria metà per pronunciare un appassionato “ti amo” in tutte le lingue.

Week end Romantico a Parigi

Cathédrale Notre Dame de Paris, France

Je t’aime” a Parigi, intramontabile destinazione per tutti gli innamorati, notoriamente conosciuta e amata per il romanticismo che diffusamente si respira.

La capitale francese rappresenta una meta per gli amanti del classico, con passeggiate tra artisti di strada per un fugace ritratto di coppia da conservare, una cenetta a lume di candela lungo la Senna e, perché no, una piacevole visita al Disneyland Paris ben collegato al centro città con treni dedicati.

Week end Romantico a Londra

Londra

A Londra direbbero “I love You”. La città inglese è la meta ideale per i romantici senza eccessi.

Sicuramente gli innamorati che la raggiungono per San Valentino potranno deliziarsi facendo un giro sul maestoso “London Eye”, la ruota panoramica sulla città, passeggiando nel caratteristico quartiere “Notting Hill”, di cui anche i ricordi dell’omonimo film riportano alla mente amore e romanticismo, oppure facendo una crociera sul Tamigi o guardando le stelle dal poco distante osservatorio di Greenwich.

Week end Romantico ad Amsterdam

Amsterdam

Meno convenzionale ma ugualmente adatta all’occasione Amsterdam, per i più sportivi che vogliano trascorrere la ricorrenza in bicicletta la festa degli innamorati.

In giro per i canali alla scoperta dei musei (da vedere il Van Gogh Museum), dell’arte fiamminga, dei concerti di musica jazz e della sperimentazione culturale a ogni livello.

Week end Romantico a Praga

Praga

Qui sarà il caso di imparare a pronunciare “Ik hou van jou”, mentre chi si reca a Praga dovrà dire “Miluji te” per esprimere al meglio il proprio amore.

All’apparenza austera e fredda, la città ceca svela un caldo romanticismo tutto da scoprire fatto di scorci da cartolina e un’architettura elegante e raffinata, un vero salotto nel cuore dell’Europa.

Week end Romantico a Berlino

Palazzo del Reichstag Berlino

Più moderna e metropolitana Berlino. All’insegna dell’ “Ich liebe dich” la capitale tedesca offre numerosi spunti romantici, tra cui una visita al Castello Pfaueninsel e l’affascinante Alexanderplatz con il centro storico fatto di locali e ristoranti caratteristici.

Week end Romantico a Barcellona

Barcellona

Te quiero/T’estimo” per chi si reca in Spagna. Barcellona, in particolare, è un’altra città molto piacevole da vivere in coppia.

Tipica la sua architettura firmata Antoni Gaudì, turistica e vivace Las Ramblas, fusione di bancarelle e spettacoli di strada, e ancora Placa de Catalunya e la cucina catalana fatta di squisiti piatti di mare.

Week end Romantico a Lisbona

Lisbona

Nel confinante Portogallo, c’è Lisbona. Con il suo “Eu te amo” accoglie gli innamorati con romantici luoghi, su tutti il Castello di Sao Jorge, cenette con prodotti tipici locali da trascorrere accompagnate dalle note del fado, oppure passeggiare sull’Oceano, nell’estremità occidentale dell’Europa.

Week end Romantico a Instabul

Istanbul

Seni seviyorum” è il turco di “ti amo” per chi si reca in una magnifica città come Istanbul, magico incontro tra occidente e oriente.

Oltre duemila anni di storia e cultura dove visitare assolutamente la Moschea Blu, la Chiesa della Divina Sapienza, il Gran Bazar, il mercato delle Spezie e altri punti di interesse da raggiungere magari tramite un viaggio sul romantico battello sul Bosforo.

Week end Romantico a Marrakech

Marrakech

Chi desidera una fuga romantica piena di colore e all’insegna di un fascino da “mille e una notte” può pensare alla marocchina Marrakech.

Come rinunciare al piacere di un hammam in coppia, al folklore di venditori, incantatori di serpenti, danzatori in puro stile nordafricano. Difficile scriverlo, ma la pronuncia del “ti amo” è “uhibbuki” (se siete maschi) e “uhibbuka” (se siete femmine), aspirando la “h” ovviamente.

Vacanza Romantica a New York

Il ponte di Brooklyn a New York

Infine, per chi ha qualche giorno in più a disposizione, l’idea sempre perfetta è rappresentata dalla “grande mela”, New York.

Ci sarà solo l’imbarazzo della scelta per trovare il posto preferito del fatidico “I love You”.

Leggi anche:

Idee per un Week end in Europa.

Sant’Agostino sosteneva che “il mondo è un libro, e quelli che non viaggiano ne leggono solo una pagina”.

Viaggiare non è solo svago, tempo libero e divertimento. E’ soprattutto accrescimento del proprio bagaglio culturale, di esperienze e di conoscenze.

L’Europa, il Vecchio Continente, parafrasando il santo di Ippona è da considerarsi uno dei più grandi libri a disposizione di tutti. Un libro da leggere il più possibile.

Ogni stagione è buona per dedicarsi a piccoli viaggi, alla scoperta delle bellezze e delle ricchezze delle capitali europee.

Il trend delle richieste di informazioni e di prenotazioni che le agenzie di viaggio registrano in questo periodo conferma che il desiderio di viaggiare è sempre molto forte.

Fine settimana in Europa

Le capitali europee mantengono alto il loro appeal grazie anche al sempre più crescente fenomeno dei voli low cost.

Intramontabili Londra e Parigi che continuano ad avere una richiesta alta, nonostante le tensioni che inevitabilmente sono accostate ai loro nomi.

Tra le destinazioni in crescita, molto bene, soprattutto tra i più giovani Amsterdam e Barcellona, mentre tra le mete più affascinanti, soprattutto per un week end romantico, ecco le capitali dell’est Europa, come Praga, Budapest e la stessa Vienna.

L’incubo terrorismo quanto incide sulle prenotazioni?

Nonostante le tensioni, oggi chi viaggia sa che le misure di sicurezza sono aumentate molto, specie negli aeroporti.

Qui i passeggeri dimostrano molta pazienza, con i controlli che, essendo più serrati, richiedono un po’ di tempo in più. Ma in questo caso le lungaggini burocratiche vengono accettate di buon grado.

Nelle città, poi, la vigilanza è massima, soprattutto in quelli che sono considerati i luoghi simbolo, come ad esempio il Louvre o Notre Dame a Parigi, il Tower Bridge o Westminster a Londra

Week in Europa

L’autunno rappresenta ancora un buon periodo per viaggiare, anche da punto di vista climatico.

Ci sono città, come Parigi e Londra, che in autunno hanno un fascino tutto particolare e, poi, non bisogna dimenticare che andando incontro all’inverno ci sono destinazioni in cui, magari già a partire dal mese di novembre, è possibile incontrare la neve, che spesso contribuisce a rendere più bello il viaggio.

E’ chiaro che le temperature, specie se ci si sposta verso il nord, tendono ad abbassarsi ma è anche vero che è il periodo in cui i costi sono più contenuti e con una minima spesa è possibile trascorrere un week end in una capitale europea.

Qualche esempio?

In quasi tutte le capitale, in questo periodo dell’anno, è possibile approfittare di offerte che consentono di acquistare pacchetti economici volo più due notti in hotel.