Quali sono gli spettacoli teatrali in cartellone al Teatro alla Scala di Milano? A che ora inizia lo spettacolo? Quanto costano i biglietti? I ticket sono in vendita online?

Non è sempre facile riuscire ad ottenere informazioni precise da molti teatri italiani. Non di rado le rappresentazioni vengono annullate e le date modificate.

Per questo motivo, Agendaonline.it invita i suoi lettori a contattare, sempre, il botteghino del teatro Teatro alla Scala di Milano o l’ufficio informazioni per avere certezze sulle date e sugli orari degli appuntamenti in programma.

Dove si trova il Teatro alla Scala di Milano

Il Teatro alla Scala di Milano si trova in Via Filodrammatici, 2. Può essere raggiunto con la metropolitana linea 1 fermata Duomo, MM linea 3 fermata Montenapoleone e Duomo, con l’Autobus 61 ed i Tram 1, 2

Biglietti e Botteghino

Per informazioni sugli orari degli spettacoli e l’acquisto dei biglietti del Teatro alla Scala, telefonare allo 02-88.79.1 / 7.473

Un po’ di Storia

Il “Teatro alla Scala di Milano” è tra i più famosi teatri al mondo. E’ di solito chiamato La Scala ed a testimoniare la sua importanza in Italia, spesso si usa il termine “La Scala” per indicare il luogo di maggior prestigio in diversi ambiti.

La costruzione de La Scala di Milano iniziò nel 1778, sulle ceneri della Chiesa di Santa Maria alla Scala.

A progettare La Scala fu l’architetto Piermarini, che ideò una struttura con linee neoclassiche. Nel 1808 la prima importante ristrutturazione con l’estensione del perimetro del teatro.

A queste se ne sono succedute altre, come nel dopoguerra, quando la nuova apertura fu salutata con un concerto tenuto da Arturo Toscanini. Per 4 anni, dal 2000 al 2004, La Scala fu sottoposta ad un intervento laborioso di conservazione e ristrutturazione.

Le stagioni di quegli anni si tennero all’Arcimboldi di Milano.

Dopo gli interventi di inizio millennio, il teatro La Scala ha acquisito una forma ellittica poggiata su di un parallelepipedo, dove trovano spazio le sale prova del corpo di ballo, dell’orchestra e del coro.

Oggi a La Scala di Milano, la stagione teatrale è composta da opera lirica, balletto e concerti di musica classica.

Innumerevoli i direttori di orchestra, di coro e i sovrintendenti de La Scala di Milano che si sono succeduti nel tempo.

Tra questi spiccano: Arturo Toscanini, Riccardo Muti, Claudio Abado e Carlo Fontana.

La “prima” di ogni stagione de La Scala è un evento mediatico seguito in tutta Europa.

Per l’occasione la vita mondana milanese e non solo si dà appuntamento al Teatro La Scala, e la presenza in quell’occasione rappresenta un vero e proprio status symbol.

Ultimi spettacoli del Cartellone 2020- 2021

  • Il barbiere di Siviglia – LIRICA
    Direttore d’orchestra: Riccardo Chailly
    Autore: Gioachino Rossini
    In cartellone dal: 30/09/2021 – 15/10/2021
  • Madina – DANZA
    Produzione: Teatro alla Scala
    Musicista: Fabio Vacchi Coreografo: Mauro Bigonzetti
    Protagonista: Roberto Bolle
    In cartellone dal: 01/10/2021 – 14/10/2021
  • Il Turco in Italia – LIRICA
    Direttore d’orchestra: Diego Fasolis
    Regia: Roberto Andò
    Autore: Gioachino Rossini
    In cartellone dal: 13/10/2021 – 25/10/2021
  • La Calisto – LIRICA
    Direttore d’orchestra: Christophe Rousset
    Regia: David McVicar
    Autore: Francesco Cavalli
    In cartellone dal: 30/10/2021 – 13/11/2021
  • L’elisir d’amore – LIRICA
    Direttore d’orchestra: Michele Gamba
    Regia: Grischa Asagaroff
    Autore: Gaetano Donizetti
    In cartellone dal: 09/11/2021 – 23/11/2021

Il Cartellone della Stagione dell’Opera 2021-2022

*testi a seguire dell’Ufficio Comunicazione – Stampa del teatro

La Stagione d’opera, che si aprirà con Macbeth di Verdi diretto da Riccardo Chailly, presenta tredici titoli, dei quali nove sono nuove produzioni, tre sono spettacoli di altri teatri non visti a Milano e uno è una ripresa.

Giuseppe Verdi Macbeth – Dramma lirico in quattro atti – Libretto d Francesco Maria Piave

Con Macbeth il Direttore Musicale Riccardo Chailly completa il percorso interpretativo dedicato alla “trilogia giovanile” di Giuseppe Verdi dopo Giovanna d’Arco e Attila. Macbeth va in scena con la regia di Davide Livermore, al suo quarto spettacolo inaugurale, insieme agli scenografi di Giò Forma, al costumista Gianluca Falaschi e a un grande cast: Lady è Anna Netrebko, che conferma il suo rapporto privilegiato con il nostro Teatro, accanto al Macbeth di Luca Salsi, al Macduff di Francesco Meli e al Banco di Ildar Abdrazakov

4 dicembre, Anteprima Under 30; Apertura della stagione 7 dicembre a seguire spettacoli il 10, 13, 16, 19, 22, 29 dicembre 2021

Vincenzo Bellini “I Capuleti e i Montecchi” – Opera in due atti – Libretto di Felice Romani

La tragedia di Romeo e Giulietta e del loro amore contrastato dalle famiglie ha ispirato innumerevoli versioni, dall’opera al cinema. Una delle più suggestive porta la firma di Vincenzo Bellini, il meno rappresentato dei compositori del belcanto. Alla Scala I Capuleti e i Montecchi torna in una nuova produzione diretta da Evelino Pidò che segna il debutto di Adrian Noble, per tredici anni direttore della Royal Shakespeare Company. Il cast schiera alcune delle voci belliniane di riferimento del nostro tempo

18, 21, 23, 30 gennaio; 2 febbraio 2022

Jules Massenet “Thaïs Comédie” lyrique in tre atti – Libretto di Louis Gallet

Thaïs, ispirata al romanzo di Anatole France e andata in scena all’Opéra di Parigi nel 1894, non è mai stata rappresentata alla Scala. La partitura raffinata e preziosa di Massenet riflette perfettamente la fonte letteraria declinando la dialettica tra peccato e redenzione in uno spettacolare esercizio stilistico che combina erudizione, esotismo e sensualità. Lorenzo Viotti prosegue il percorso nella musica francese iniziato con Roméo et Juliette nel 2020, mentre debutta uno dei più vulcanici registi europei, Olivier Py.

10, 16, 19, 22, 25 febbraio, 2 marzo 2022

Pëtr Il’icˇ Cˇajkovskij “Pikovaya dama” (La dama di picche) Opera in tre atti e sette scene Libretto di Modest Cˇajkovskij

Valery Gergiev propone un altro capolavoro del repertorio russo dopo la folgorante Chovanšcˇina di Musorgskij diretta nel 2019. L’opera, su libretto del fratello Modest dal racconto di Puškin, fu composta in buona parte a Firenze nel 1890 e costituisce uno dei massimi esiti artistici del compositore. Le atmosfere ossessive di questo classico sulla maledizione del gioco sono affidate al regista Matthias Hartmann, che alla Scala ha già messo in scena Der Freischütz e Idomeneo. Torna da protagonista Asmik Grigorian

23 febbraio, 5, 8, 13, 15 marzo 2022

Francesco Cilea “Adriana Lecouvreur” Opera lirica in quattro atti Libretto di Arturo Colautti

L’opera più celebre di Francesco Cilea gode di un ritorno di popolarità e considerazione che le ha conquistato una nuova generazione di spettatori. Alla Scala il titolo manca dal 2007, ed è legato a interpretazioni leggendarie dei soprano più venerati: Mafalda Favero, Renata Tebaldi, Clara Petrella, Mirella Freni e Daniela Dessì. Ora torna nella veste scenica firmata da David McVicar per il Covent Garden, la direzione di un’importante bacchetta italiana come Giampaolo Bisanti e i migliori interpreti pensabili oggi.

4, 6, 9, 10, 12, 16, 19 marzo 2022

Wolfgang Amadeus Mozart “Don Giovanni” – Opera lirica in due atti – Libretto di Lorenzo Da Ponte

Dalla prima versione di Tirso da Molina il mito di Don Juan ha attraversato la cultura dell’Occidente inserendovi un elemento inquietante fatto di erotismo, hybris, solitudine e declino che ha sedotto filosofi e scrittori da Kierkegaard a Camus. Proprio a Camus si rifà la lettura di Robert Carsen che ha aperto la Stagione 2011/2012 con le scene di Michael Levine che riflettono la sala con effetto illusionistico e che torna ora con la direzione di Pablo HerasCasado e un nuovo cast con Christopher Maltman protagonista.

27, 29, 31 marzo; 2, 5, 10, 12 aprile 2022

Richard Strauss “Ariadne auf Naxos” Opera lirica in un atto Libretto di Hugo von Hofmannsthal

Il felice esperimento della coppia Richard Strauss – Hugo von Hofmannsthal nel gioco metateatrale torna nell’allestimento creato da Sven-Eric Bechtolf per il Festival di Salisburgo e poi sviluppato per l’Opera di Vienna, ambientato in raffinati ambienti novecenteschi e concentrato sui dettagli della recitazione tra realismo, ironia e suggestione mitologica. Nella parte di Ariadne brilla Krassimira Stoyanova, ma il cast si segnala per anche per due importanti debutti: Erin Morley è Zerbinetta e Stephen Gould è Der Tenor /Bacchus.

15, 20, 26, 28 aprile; 3 maggio 2022

Giuseppe Verdi “Un ballo in maschera” Melodramma in tre atti Libretto di Antonio Somma

Dopo Macbeth il Direttore Musicale Riccardo Chailly torna a Verdi con Un ballo in maschera, con cui il compositore raggiunge un inedito slancio affettivo e sensuale. La nuova produzione è firmata da Marco Arturo Marelli, che debutta alla Scala. Fondamentale per la riuscita di questo titolo è il cast: protagonista è Francesco Meli, che aggiunge un altro ritratto alla sua galleria di personaggi verdiani alla Scala, insieme a Sondra Radvanovsky che ritorna attesissima a Milano e a Luca Salsi, baritono verdiano di riferimento

4, 7, 10, 12, 14, 19, 22 maggio 2022

Amilcare Ponchielli “La Gioconda” Melodramma in quattro atti Libretto di Tobia Gorrio (Arrigo Boito)

Opera anomala e di difficile classificazione ma di fortissimo impatto spettacolare, l’opera di Ponchielli è sempre attesa dai melomani come un evento speciale. Il libretto tratto da Victor Hugo da Tobia Gorrio, pseudonimo di Arrigo Boito, disegna una Venezia cupa e misteriosa, teatro di eccessi passionali e delittuosi, perfettamente rispecchiata dalla vena melodica generosa e accattivante del compositore. Un affresco storico d’impronta scapigliata che richiede sei interpreti di primo piano, uno per ogni registro vocale.

7, 11, 14, 18, 21, 25 giugno 2022

Giuseppe Verdi “Rigoletto” Melodramma in tre atti Libretto di Francesco Maria Piave

Capolavoro perfetto per tenuta drammaturgica e musicale, Rigoletto arriva alla Scala in una nuova edizione a ventotto anni di distanza da quella di Gilbert Deflo. La firma Mario Martone, un regista che tra prosa, cinema e opera si è imposto tra le figure più significative del panorama italiano e internazionale, e che in coppia con la scenografa Margherita Palli ha firmato alcuni degli spettacoli scaligeri di maggiore e successo degli ultimi anni.

20, 23, 27, 30 giugno; 2, 5, 8, 11 luglio 2022

Share.
Lino Sorrentini

Lino Sorrentini, Giornalista pubblicista iscritto all’Ordine Nazionale dal 1986, è il fondatore e direttore responsabile di Agendaonline.it, magazine creato nel maggio del 1996. Curriculum Lino Sorrentini

Exit mobile version