Archivio Senza categoria

Teatro Napoli: ecco i cartelloni di Mercadante e San Ferdinando.

Presentata da Luca De Fusco quale direttore del Teatro Stabile di Napoli la stagione del Mercadante, del Ridotto Mercadante e del San Ferdinando.

Nei tre cartelloni sono in programma oltre trenta titoli.  “E’ questa – dichiara De Fusco – una stagione, la cui portata è rintracciabile lungo l’intera programmazione, in ottemperanza alle funzioni e ai compiti prioritari di un teatro Pubblico.”

Cartellone Teatro San Ferdinando di Napoli

Si parte dunque dal San Ferdinando il 24 ottobre con le rappresentazioni de La grande magia, la commedia in tre atti di Eduardo.  De Pretore Vincenzo, verrà poi diretto da Armando Pugliese,con un ottimo cast di attori. In coppia con ‘L’uomo dal fiore in bocca’ Pierpaolo Sepe proporrà poi ‘SikSik l’artefice magico, mentre la drammaturgia napoletana contemporanea è rappresentata da Regina Madre di Manlio Santanelli per la regia di Giuseppe Rocca;  Ferdinando di Annibale Ruccello, nell’attesa versione del regista Arturo Cirillo; C’è del pianto in queste lacrime del regista Antonio Latella, ispirato all’universo della sceneggiata napoletana; Un giorno tutto questo sarà tuo di Davide Iodice, dedicato al tema del passaggio generazionale.

Toni Servillo poi sempre  al San Ferdinando farà nascere l’allestimento di Le voci di dentro di Eduardo, che l’attore condividerà in scena con il fratello Peppe.Un programma impegnativo  per l’attenzione della direzione dello Stabile verso il teatro di Eduardo

Cartellone Teatro Mercadante di Napoli

Il Mercadante avrà ben 10 titoli di“ampio respiro” in cartellone: dalle produzioni dello Stabile – l’Antigone di Valeria Parrella con la regia di Luca De Fusco col quale il 21 novembre inizierà la Stagione e Il Vantone di Plauto nella traduzione di Pier Paolo Pasolini con la regia di Arturo Cirillo.

Si apre quindi un ventaglio di spettacoli a firma di importanti registi e teatri del panorama nazionale e non. Si tratta di Otello di Shakespeare diretto da Nanni Garella ; La governante di Brancati diretta da Maurizio Scaparro ; La scuola delle mogli di Molière del regista Marco Sciaccaluga; Art, di Yasmina Reza, firmato da Giampiero Solari; The Suit, del maestro Peter Brook, ; lo shakespeariano Romeo e Giulietta con la regia di Valerio Binasco ; Non tutto è risolto di Franca Valeri, con regia di Giuseppe Marini; Erano tutti miei figli di Arthur Miller, regia di Giuseppe Dipasquale.

Cartellone Teatro Ridotto Mercadante di Napoli

La sala del Ridotto al primo piano del Mercadante – che vanta l’attenzione di un pubblico curioso di età molto differenti – presenta un programma “sperimentale”, di spazio aperto a molte proposte.

[wp_bannerize group=”news_2″] Il suo calendario partirà il 6 novembre con lo spettacolo Famedaria, memorie da un’infanzia comune, regia di Antonio Calone; dal fronte dell’indagine di nuovi percorsi teatrali giunge Laura per tutti, scritto da Laura Raffaeli e Lindo Nudo; Roberto Russo e Fabrizio Bancale, rispettivamente autore e regista, presentano lo spettacolo Mortal Kabaret,; Sara Sole Notarbartolo presenta Mulini a vento da lei scritto e diretto; seguirà Mumble mumble, ovvero confessioni di un orfano d’arte di Emanuele Salce e Andrea Pergolari;, Depressìon napolitèn scritto e diretto da Domenico Ciruzzi; Tommy…non apro!!!, atto scenico in prosa e musica scritto, diretto e interpretato da Vincenzo Borrelli. Sempre al Ridotto andranno in scena, in date da definire, cinque allestimenti tratti dai cinque capitoli del romanzo di Anna Maria Ortese. La produzione del “cantiere scenico” intorno al capolavoro della scrittrice è del Teatro Stabile di Napoli

(testo di Antonella Salerno e Renato Ribaud )


Spot

Spot

Spot