fbpx
Archivio Senza categoria

Teatro Roma: Il Quirino presenta il cartellone.



Un bravo attore, un abile stratega, un colto gentiluomo dotato di fine signorilità: parlo di Geppy Gleijeses che dopo aver messo su , ormai da un bel po’ d’anni il teatro di Calabria, con molto coraggio al momento della dismissione dell’ETI, ha fatto suo il Quirino di Roma, facendo sì che l’intero personale non perdesse il posto di lavoro ed anzi aumentando il numero dei collaboratori.

Al contempo questa iniziativa gli ha consentito di effettuare scambi con altri noti teatri. Insieme all’industriale Bordon da questa stagione ha inoltre riattivato e ripristinato nelle sue antiche strutture lo storico Quirinetta, ospitando piccole formazioni e ‘one man’ di grande riguardo. Per dare maggior vigore all’impresa del Quirino ha fatto sì che al Teatro di Calabria si aggiungesse e si integrasse quell’autentica fucina di dinamismo intellettuale che è la Fondazione Roma.

Eppure questo teatro come gli altri teatri d’Italia, risente a pieno della terribile crisi. “I nostri abbonati – ha detto a chiare lettere Gleijeses nella presentazione dalla prossima stagione – hanno cominciato a diminuire allorchè aumentava lo spred. Pure se nelle famiglie qualche soldo c’è ancora, si è pensato di conservarlo per tempi ancora più cruciali, di non spenderlo per il superfluo. Ma il teatro e la cultura non sono certo beni superflui e occorre sostenerli per il patrimonio istruttivo che da sempre ci appartiene”. Cosi ha avuto la buona idea di creare un tavolo di confronto e di collaborazione con altri esponenti dell’impresariato.

Tra gli spettacoli in cartellone eccoci intanto a a citare così ‘Re Lear’ di Shakespeare, con Michele Placido;’Otello’, ancora Shakespeare, con Massimo Dapporto;’Il discorso del re’ con Luca Barbareschi;la sempre esilarante icona scarpettiana che è ‘Miseria e Nobiltà’ con a protagonisti, oltre a Glejieses, Lello Arena e Marianella Bargilli; il ‘Cirano di Bergerac’ con Alessandro Preziosi; ‘La grande magia’ di Eduardo con Luca de Filippo; ‘ La coscienza di Zeno ‘ con Giuseppe Pambieri; ‘ Il fu Mattia Pascal’ con Tato Russo.

E vi sono ancora pièce che ingemmano la stagione del Quirino e delle quali torneremo a parlare quanto prima.

 

Spot

Spot

Spot