Teatro Arena di Verona

Spettacoli Teatrali

La Storia del Teatro Arena di Verona




"L’Arena di Verona" è il teatro all’aperto più grande del mondo e la struttura più antica che continua ad ospitare spettacoli.

Fu costruito dai Romani, oltre 2000 anni fa come luogo per gli spettacoli di lotta. Nel corso dei secoli la sua utilizzazione è stata modificata diventando un palcoscenico naturale dell’arte teatrale, della musica e degli appuntamenti culturali.

Notissima e seguita in tutta Europa la stagione lirica dell’Arena di Verona che fa registrare un pubblico complessivo di mezzo milione di spettatori a stagione per una capienza standard di 15 mila posti. Il teatro Filarmonico di Verona nacque per supportare l’esigenza di avere uno spazio destinato al Melodramma. Mentre l’Arena era solita ospitare le compagnie per la Commedia dell’Arte, si decise di costruire il Filarmonico.

L’Inaugurazione avvenne nel 1732 con la Fida Ninfa sulle musiche di Antonio Vivaldi.

A costruire il Filarmonico di Verona, Francesco Galli, detto il Bibiena, noto architetto e celebre proprio per la costruzione dei teatri in Italia. Il Filarmonico andò distrutto completamente per un incendio nel 1749.

 Nel 1754 il Nuovo Filarmonico riaprì i battenti, ricostruito copiando la pianta del vecchio teatro. Una nuova distruzione interessò la struttura nel 1945, che venne però ristrutturata, sempre seguendo le linee originarie proprie del teatro all’Italiana.

Nella stagione autunno - inverno gli spettacoli vengono trasferiti al teatro Filarmonico di Verona .

 










Siti Ufficiali