Teatro Cilea di Napoli

Spettacoli Teatrali

La Storia del Teatro Cilea di Napoli



Il "Teatro Cilea di Napoli" deve le sue fortune a Mario Scarpetta, che sul finire degli anni ’70 dello scorso secolo, convinse il proprietario del Cilea, Giuseppe Scarano a creare una compagnia di recitazione.

A due anni dal primo incontro iniziarono le attività della nuova compagnia stabile del Cilea.

Tra le produzioni più apprezzate dell’inizio attività del Cilea, le opere del grandissimo Eduardo Scarpetta: Miseria e nobiltà, Il medico dei pazzi.

Fu il terremoto del 1980 a mettere fine alle attività del teatro Cilea. La scossa interruppe proprio la messa in scena di Miseria e Nobiltà.

Passarono pochi anni prima che si riprendessero le rappresentazioni, questa volta con la gestione di Lello Scarano, il quale intese dare un nuovo respiro al Cilea, portando sul palco artisti e opere del nuovo teatro napoletano.

Nel 1997 nuovo cambio di tendenza con un ritorno al teatro della tradizione napoletana, dopo che il Cilea aveva ospitato interpreti come Mario Merola, Rosalia Maggio, Biagio Izzo. Al Cilea di Napoli trovano posto circa 700 spettatori, in una struttura molto semplice caratterizzata da una vasta platea e dalla piccola galleria al piano rialzato.


 









Siti Ufficiali