Teatro Van Westerhout Mola di Bari

Spettacoli Teatrali

La Storia, il Cartellone e gli Spettacoli del Teatro Van Westerhout di Mola di Bari

di

Il teatro comunale di Mola di Bari è uno dei più antichi della Puglia, essendo stato costruito nel 1888. Quattro anni più tardi la struttura fu intitolata ad uno dei figli più illustri della cittadina in provincia di Bari, Niccolò Van Westerhout.

Proprio un’opera del compositore di origine fiamminga, “Dona Flor”, fu una delle prime rappresentazioni portate in scena al Comunale di Mola di Bari.

Il progetto del teatro Van Weaterhout prevedeva, oltre alle strutture di scena, una platea con 102 posti a sedere, otto palchi di prima fila ed un anfiteatro di prospetto per 67 posti a sedere.
Particolare interessante, è che per le quinte e le scene fu chiamato l’artista barese Domenico Battista, che realizzò anche il sipario storico con riproduzione della “Danza degli amorini” di Francesco Albani.

Il teatro riscosse da subito un enorme successo di pubblico, al punto che, all’inizio del ‘900, fu ampliato con nuovi palchi che potessero ospitare un numero maggiore di spettatori.

Il 1929 è l’anno della crisi. Non solo quella economica dovuta al crollo di Wall Street, ma anche per il teatro Van Weaterhout. A decretarne il lento declino fu la creazione di una cabina di proiezione che trasformò lentamente il teatro in cinema.

Solo nel 1972 il teatro fu ristrutturato e riportato alle origini, con la nuova inaugurazione che vide impegnato in regia il maestro Eduardo De Filippo.

Un nuovo e definitivo intervento di restauro è stato ultimato nel 2000: da allora la città di Mola di Bari può contare nuovamente su un teatro che è un cameo artistico ed architettonico.

Per informazioni telefono: URP Comune di Mola di Bari - 080.4738224 Teatro Van Westerhout - 080.4733805 Associazione Insolisuoni: 333.3961434

 


 




  • Nessuno da segnalare