Teatro Sistina di Roma

Spettacoli Teatrali

La Storia del Teatro Sistina di Roma




Il "Teatro Sistina di Roma" fu inaugurato sul finire del 1949, nel secondo dopoguerra.

La prima del Sistina, in realtà fu una proiezione cinematografica, così come nella natura della struttura che fu realizzata da Piacentini al posto dell’istituto pontificio polacco.

Passò pochissimo tempo, prima che il Sistina di Roma diventasse un teatro a tutti gli effetti, quasi esclusivamente dedicato al genere Rivista.

Tra i primi ad esibirsi nel nuovo teatro, Totò, con la rappresentazione “Bada che ti mangio”.

Ciò nonostante alcuni anni dopo il Sistina, in concomitanza del boom legato all’industria del cinema, ricominciò la proiezione delle pellicole.

Fu l’avvento di Garinei e Giovannini, che dopo poco assunsero la direzione artistica del Sistina, che il teatro si caratterizzò come luogo per le rappresentazioni leggere, di intrattenimento, che facevano appunto riferimento al genere della rivista.

Una caratteristica che permea ancora il cartellone dei giorni nostri.

Al Sistina di Roma sono state scritte pagine memorabili della rappresentazione teatrale del boom economico, tra i titoli più noti, Attanasio cavallo vanesio, Rugantino,Aggiungi un posto a tavola.

Tra i nomi che hanno calcato la scena del Sistina di Roma si ricordano Wanda Osiris, il quartetto Cetra, Nino Manfredi, Marcello Mastroianni.

Il teatro Sistina, situato nell’omonima via di Roma, offre una capienza di 1600 posti.

Cartellone ed informazioni Biglietti Teatro Sistina di Roma

 









Siti Ufficiali





 



  • Nessun sito internet da segnalare