Spettacoli Teatrali

La Storia del Teatro Bellini di Napoli


Il "Teatro Bellini di Napoli ", contende il primato di bellezza ai maggiori teatri italiani.

La prima attività avvenne nel 1864, ma il trionfo vero arrivò nel 1879.

Il teatro Bellini di Napoli è sfarzosamente decorato, con ori e drappi e mantiene ancora oggi l’antico splendore.

Nonostante la pregevolezza artistica dell’opera architettonica del Bellini, l’edificio ha dovuto subire nel corso degli anni, l’onta dell’abbandono e del degrado, tanto che nel 1962, al Bellini si tenne l’ultimo spettacolo prima della restaurazione, il Masaniello di Nino Taranto.

Ci volle più di un ventennio prima che il Bellini di Napoli riaprisse i battenti e da allora ha riacquistato la centralità nella tradizione culturale e teatrale napoletana.

 

Per la sua ennesima inaugurazione, il Bellini ospitò “L’opera da tre soldi” messa in scena da Tato Russo.

Oggi, il glorioso teatro riesce ad offrire ogni anno un cartellone di tutto rispetto, che compete alla pari con la programmazione dei maggiori teatri italiani.

Attualmente ha una capienza di 1.200 spettatori e propone una stagione di prosa, musical e lirica.

Molto apprezzata anche la produzione del teatro Bellini di Napoli, curata dal direttore artistico, Tato Russo ed ospitata nei maggiori teatri di tutta Italia.


Siti Ufficiali