Teatro Mercadante di Napoli

Spettacoli Teatrali

La Storia del Teatro Mercadante di Napoli



Il "Teatro Mercadante di Napoli " fu aperto nel 1779. Per la “prima assoluta” fu portato in scena l’Infedele Fedele con le musiche di Domenico Cimarosa.

All’origine, il Mercadante fu denominato Teatro del Fondo.

Inizialmente la sua attività si caratterizzò come fortemente politicizzata, in quanto trovarono ospitalità, spettacoli molto “impegnati” in assonanza con le idee dei rappresentanti della Repubblica Partenopea del 1799.

Solo con la Restaurazione monarchica riprese i suoi connotati di teatro destinato all’opera lirica e in quel periodo vide calcare la scena da musicisti come Verdi, Mozart e Bellini.

Artisticamente pregevole, il Mercadante di Napoli fu ristrutturato già nel 1893 con la costruzione della facciata storica.

 

All’inizio del XX secolo furono realizzati anche pregevoli affreschi interni.

Nel corso della sua storia il Mercadante continuò ad ospitare artisti di primo piano, da Eleonora Duse, a Marinetti, a Pirandello.

Nel 1963, l’ultimo spettacolo, prima del lungo periodo di inattività, se non come luogo utilizzato per mostre ed appuntamenti vari.

Poi, nel 2003, il passaggio di gestione alla neonata associazione Teatro Stabile città di Napoli.

Oggi il Mercadante di Napoli accoglie circa 550 spettatori, offrendo una ricca programmazione orientata principalmente alla prosa.

 









Siti Ufficiali