Week End alle Terme in Campania.

Relax in un centro termale

Centri termali e Beauty Farm in Campania per trascorrere un fine settimana alle Terme all'insegna del relax e del benessere.

La regione Campania è una delle zone più rinomate nel turismo termale europeo grazie soprattutto alle enormi risorse termali dislocate nell'isola d'Ischia ed in quasi tutte le province campane.

Le acque delle terme dell'isola d'Ischia sono utilizzate dai tempi dei Greci e dei Romani che furono tra i primi popoli a scoprirne le poderose qualità terapeutiche

Dal punto di vista geologico l'isola, nata da un vulcano, è composta in prevalenza da rocce vulcaniche, tufi e pietra pomice. Segno dell'attività di antichi cataclismi sono le sorgenti termali presenti sul territorio; mentre le fumarole sono il risultato tangibile della vivace attività vulcanica dell'isola.

Sempre la geologia vulcanica alimenta le sorgenti termali partenopee di Agnano e Pozzuoli, nella zona dei Campi Flegrei.

Le Terme Puteolane di Pozzuoli sono note per le acque dalle caratteristiche salso-solfato-alcaline che sgorgano alla temperatura di 58°C e vengono utilizzate per la cura di numerose patologie

Le Terme di Agnano, conosciute sin dall'antichità così come le fonti puteolane, furono riscoperte solo un secolo fa: tutto il bacino di Agnano, infatti, intorno all'anno Mille, era stato invaso dalle acque pluviali che avevano dato origine a un vasto lago, prosciugato per motivi igienici soltanto nel 1870.

Tale operazione consentì di restituire ben 72 sorgenti minerali già descritte peraltro da Plinio nella sua Naturalis Historia. In epoca romana l'acqua veniva convogliata in serbatoi e quindi distribuita nelle piscine. Le terme erano adornate di scale di marmo, fontane, mosaici e statue alcune delle quali si possono ammirare all'interno del moderno stabilimento.

Le acque di Agnano sono idonee al trattamento di molte patologie, in particolare quelle legate alle malattie venose.

Tra i beni più preziosi delle Terme di Agnano sono le Stufe di San Germano, dal nome del vescovo di Capua che qui si curò per una artrite associata ad una malattia della pelle: unico esempio di sauna naturale a calore secco in Italia che consente di sopportare temperature alte favorendo una copiosa sudorazione e quindi un'azione disintossicante di tutto l'organismo con notevoli benefici ai pazienti reumatici e affetti da patologie respiratorie e della pelle nonché ai fastidi causati da stress.

Castellamare di Stabia e Vico Equense, che si trovano sul primo tratto della costiera sorrentina, sono altrettanti centri di turismo termale.

Doveroso citare anche le terme vesuviane di Torre Annunziata, fonti ricche di acido carbonico e di cloruro di sodio.

Le terme di Telese in provincia di Benevento

Nel territorio sannita furono scoperte nel 1349 le sorqenti di Telese quando un disastroso terremoto sconvolse il territorio e fece affiorare in superficie acque acidulosolforose. Qui ci si può bagnare direttamente sui punti naturali di uscita dell'acqua, esponendo così il corpo alla doppia azione dell'acqua, come sgorga dalla terra, e del suo vapore. Ne traggono particolare giovamento le malattie dermatologiche, le affezioni dell'apparato respiratorio, le patologie reumatiche.

Le terme di Villamaina in provincia di Avellino

In provincia di Avellino, nella valle di Ansanto, sorge l'odierno stabilimento di San Teodoro di Villamaina, in un contesto ricco di fumarole e fanghi bollenti, già descritto da Virgilio nell'Eneide e in altri scritti di Plinio, Sidonio e Apollinare.

Queste acque si presentano ricche di zolfo e per questo sulla pelle esercitano un'azione cheratoplastica e cheratolitica. Efficaci nella cura di molte patologie e utilizzate per trattamenti estetici e di bellezza ottengono il massimo della salubrità in rapporto alla quantità di zolfo assorbito.

Le terme di Contursi in provincia di Salerno

Nella provincia di Salerno le sorgenti di Contursi Terme conciliano il benessere del corpo con il nutrimento dello spirito.

Indicate soprattutto per le patologie croniche e degenerative dell'apparato locomotore e funzionali al recupero e alla riabilitazione di pazienti portatori di esiti post-traumatici e post-operatori. Scajo Terme, nella penisola sorrentina, è dotato di un'ottima SPA.

La sua acqua sulfurea-salso-bromo-iodica è perfetta per trattamenti con fanghi, bagni, cure inalatorie, lavande e cosmetici naturali.

Nel centro benessere: massaggi manuali, trattamenti eseguiti con macchinari all'avanguardia e peeling ai sali marini. Un trattamento dawero speciale è riservato al pre e post-parto.

 










Articoli Correlati

Confronta su internet i prezzi degli alberghi termali.