fbpx
Le Voci di dentro Toni Servillo
Peppe e Toni Servillo in "Le Voci di dentro"
Spettacoli Teatro

Toni Servillo riporta a teatro Eduardo con “Le voci di dentro”

Dopo il successo della tournée internazionale che ha portato in scena “La trilogia della villeggiatura”  di Carlo Goldoni, Toni Servillo ritorna a teatro con la drammaturgia di un mai dimenticato Eduardo De Filippo.

Dopo aver brillantemente presentato nel 2002 “Sabato, domenica e lunedì”, nota commedia in tre atti del grande maestro napoletano che ruota intorno alle vicende di una famiglia tra equivoci e incomprensioni, è ora la volta di “Le voci di dentro”, forse una delle commedie più “amare” scritte dalla sapiente penna di De Filippo.

Servillo, tra le figure di maggiore spessore del cinema italiano, anch’egli campano di nascita, osannato da pubblico e critica in numerose pellicole di successo come “Il divo”, “Gomorra”, “Bella addormentata”, “Viva la libertà”, “La grande bellezza”, fa rivivere un classico del teatro napoletano datato 1948. A soli tra anni di distanza dalle macerie scaturite dal secondo conflitto mondiale, il testo narra con assoluto realismo e una evidente modernità le macerie morali dell’individuo, nel labile confine che intercorre tra ciò che è legittimo e ciò che invece non lo è.

Una crisi di valori tanto profonda quanto attuale che induce lo spettatore alla riflessione sull’abbrutimento dell’uomo che, tra indifferenza e disillusione, tra sogno e realtà, inizia a vedere nell’altro solo un nemico da evitare.

Toni Servillo (che interpreta il protagonista Alberto Saporito) è affiancato sulla scena da Peppe Servillo (Carlo Saporito), fratelli nella finzione quanto nella vita reale. E con loro una folta compagnia di attori tra cui Chiara Baffi, Betti Pedrazzi, Marcello Romolo, Lucia Mandarini, Gigio Morra, Antonello Cossia, Vincenzo Nemolato, Marianna Robustelli, Daghi Rondanini, Rocco Giordano, Maria Angela Robustelli, Francesco Paglino.

Lo spettacolo ha debuttato a marzo 2013 in prima nazionale al Teatro Grassi di Milano e vede insieme nell’impegno produttivo il Piccolo, il Teatro di Roma e Teatri Uniti, in collaborazione con Théâtre du Gymnase di Marsiglia dove è stato presentato in anteprima in occasione di Marseille Provence 2013 Capitale Européenne de la Culture.

Durante il periodo estivo, inoltre, l’opera portata in scena da Toni Servillo ha rappresentato, con una straordinaria accoglienza da parte della critica, l’Italia nell’Anno della Cultura Italiana negli Stati Uniti d’America per poi continuare con le altre tappe della lunga tournée internazionale.

Spot

Spot

Spot