Video

Il programma del Teatro San Carlo di Napoli 2021 – 2022: Opera, Danza, Concerti.

Quali sono gli spettacoli teatrali in cartellone al Teatro San Carlo di Napoli? A che ora inizia lo spettacolo? Quanto costano i biglietti? I ticket sono in vendita online?

Non è sempre facile riuscire ad ottenere informazioni precise dai teatri italiani. Non di rado le rappresentazioni vengono annullate e le date modificate

Per questo motivo, Agendaonline.it invita i suoi lettori a contattare, sempre, il botteghino del teatro San Carlo o l’ufficio informazioni per avere certezze sulle date e sugli orari degli appuntamenti in programma.

Come raggiungere il teatro

Il Teatro di San Carlo è in Via San Carlo 98/F a Napoli, in pieno centro, di fronte alla galleria Umberto I

  • Metropolitana: Linea 1, Fermata Municipio
  • Funicolare: Funicolare Centrale, Fermata Augusteo
  • Bus: dalla Stazione Centrale bus R2 (fermata San Carlo)
  • dalla Stazione di Mergellina bus R3 (fermate da Piazza Municipio a Via San Carlo)
  • dal Parcheggio Brin bus C82 (fermata San Carlo)
  • dal Parcheggio Colli Aminei bus R4 (fermata Medina)
  • dall’Aereoporto di Capodichino: Linea Alibus (fermata Porto)

Biglietti e Botteghino

ORARI DI APERTURA BIGLIETTERIA

  • Telefono: +39 081 7972331/421  Fax: +39 081400902.

La biglietteria è aperta tutti i giorni dalle 10 alle 18 / Chiuso 25 dicembre, 1 e 6 gennaio, domenica di Pasqua, 15 agosto. Nelle serate di spettacolo, la prevendita dei biglietti di altri eventi è sospesa a partire da un’ora prima dell’inizio della rappresentazione: in queste occasioni, un solo sportello sarà dedicato alla prevendita dei biglietti per altri eventi.

Un po’ di Storia in breve

Il “Teatro San Carlo di Napoli” ha il primato di essere il più antico d’Europa.

Fu costruito nel 1737 dall’architetto Medrano, su commissione del re Carlo di Borbone. Nonostante la mole della struttura, i lavori durarono soltanto 8 mesi e il San Carlo prese il posto del San Bartolomeo.

Con i suoi oltre 180 palchi, rappresentava in pieno la volontà di Carlo di Borbone di rappresentanza del potere reale.

L’inaugurazione vide la messa in scena dell’opera “Achille in Sciro di Metastasio”. Da allora, il San Carlo di Napoli ha registrato una sola interruzione nella sua programmazione per mancanza di fondi, nelle stagioni 1875 e 1876.

E’ inoltre considerato dalla critica, il teatro più bello del mondo per le sue linee architettoniche, per gli arredi interni e per le decorazioni presenti, tanto da essere inserito dall’Unesco nell’elenco dei monumenti considerati Patrimonio dell’Umanità.

Ha una capienza da palazzetto dello sport, può ospitare un pubblico di oltre 3 mila presenze, con un palcoscenico di più di 30 metri e cinque ordini di palchi.

Tutti i più grandi artisti e compositori sono passati per il San Carlo.

Offre ogni anno una stagione ricca di eventi, dedicati al balletto, alla lirica, ai concerti classici e da camera.

Negli scorsi anni si è caratterizzato anche per il recupero della tradizione napoletana settecentesca con l’assidua partecipazione del Maestro Roberto De Simone.

Per citare qualche nome di artisti che hanno calcato la scena del San Carlo si ricordano Callas, Carreras, Domingo, Pavarotti per non tralasciare le grandi orchestre di livello mondiale come i Filarmonici di Berlino e Vienna, la London Simphony e le numerose compagnie di balletto.

Il cartellone 2021 – 2022 del Teatro San Carlo tra Opera, Danza, Concerti.

Doppia inaugurazione per il Teatro di San Carlo, che riparte con due nuove produzioni:

  • a ottobre, con il nuovo allestimento de La Bohème di Giacomo Puccini per la regia Emma Dante, direttore Juraj Valčuha; 
  • a novembreper l’apertura della Stagione lirica 21/22, con Otello di Giuseppe Verdi diretto da Michele Mariotti, con la regia di Mario Martone e Jonas Kaufmann nel ruolo del titolo.

Sono quattro i titoli della Stagione di Balletto, per un totale di 39 recite, che vedranno protagonista il Balletto del Teatro di San Carlo, diretto da Clotilde Vayer

L’apertura della Stagione è fissata per il 30 dicembre con Il lago dei cigni, un classico del balletto, ripreso nella versione di Partice Bart, per la prima volta al San Carlo. Le musiche di Pëtr Il’ič Čajkovskij sono eseguite dall’Orchestra del Teatro di San Carlo diretta da Benjamin Shwartz.

Sabato 27 novembre 2021 Michele Mariotti dirigerà l’Orchestra del Teatro di San Carlo e il pianista Alessandro Taverna per il concerto inaugurale. 

Per la primavera 2022, il Teatro di San Carlo lancia un nuovo Festival Pianistico, in programma dal 22 aprile al 5 maggio 2022 con ospiti Daniel Barenboim, Alexandra Dovgan, Beatrice Rana, Yuja Wang, Bertrand Chamayou, Rafal Blechacz e Benjamin Grosvenor. 

E, infine, per la Stagione 2021/22 nasce un nuovo ciclo di Musica da Camera che vedrà protagonisti i Professori d’Orchestra del Teatro di San Carlo con un appuntamento domenicale al mese.

  • LA BOHÈME Teatro di San Carlo dal 12 ottobre 2021 al 19 ottobre 2021
  • DOHNANY-BEETHOVEN – MUSICA DA CAMERA Teatro di San Carlo il 07 novembre 2021
  • OTELLO Teatro di San Carlo dal 21 novembre 2021 al 14 dicembre 2021
  • MICHELE MARIOTTI/ WEBERN – MOZART – BEETHOVEN Teatro di San Carlo il 27 novembre 2021
  • MICHELE MARIOTTI/ BEETHOVEN – SCHUMANN Teatro di San Carlo il 03 dicembre 2021
  •  VILLA-LOBOS/BIZET/TCHAIKOVSKY – MUSICA DA CAMERA Teatro di San Carlo il 05 dicembre 2021
  • JURAJ VALCUHA / DALLAPICCOLA – STRAUSS Teatro di San Carlo il 12 dicembre 2021
  • JURAJ VALCUHA / PROKOFIEV-RAVEL-POULENC Teatro di San Carlo il 18 dicembre 2021
  •  IL LAGO DEI CIGNI Teatro di San Carlo dal 28 dicembre 2021 al 05 gennaio 2022
  • IL LAGO DEI CIGNI FOR FAMILIES Teatro di San Carlo dal 29 dicembre 2021 al 05 gennaio 2022
  • LUCIA DI LAMMERMOOR Teatro di San Carlo dal 15 gennaio 2022 al 29 gennaio 2022
  • SCHUBERT/RAVEL – MUSICA DA CAMERA Teatro di San Carlo il 16 gennaio 2022
  • HENRIK NÀNÀSI Teatro di San Carlo il 20 gennaio 2022
  • CONCERTO PER LA GIORNATA DELLA MEMORIA 2022 Teatro di Corte di Palazzo Reale il 27 gennaio 2022
  • LA SONNAMBULA Teatro di San Carlo il 30 gennaio 2022 AIDA Teatro di San Carlo dal 15 febbraio 2022 al 26 febbraio 2022
  • SONDRA RADVANOVSKY – LE TRE REGINE Teatro di San Carlo dal 19 febbraio 2022 al 22 febbraio 2022
  • MOZART / REINECKE – MUSICA DA CAMERA Teatro di San Carlo il 27 febbraio 2022
  • I MAESTRI DEL XX SECOLO Teatro di San Carlo dal 05 marzo 2022 al 10 marzo 2022
  • PRETTY YENDE RECITAL Teatro di San Carlo il 12 marzo 2022
  • JOHANNES BRAHMS – MUSICA DA CAMERA Teatro di San Carlo il 13 marzo 2022
  • COSÌ FAN TUTTE Teatro di San Carlo dal 23 marzo 2022 al 02 aprile 2022
  • DAN ETTINGER Teatro di San Carlo il 26 marzo 2022
  • ROPARTZ/RAVEL/DEBUSSY – MUSICA DA CAMERA Teatro di San Carlo il 03 aprile 2022
  • JURAJ VALCUHA / SIBELIUS- MACMILLAN – BEETHOVEN Teatro di San Carlo il 09 aprile 2022
  • TOSCA Teatro di San Carlo dal 20 aprile 2022 al 03 maggio 2022
  • DANIEL BARENBOIM – FESTIVAL PIANISTICO Teatro di San Carlo il 22 aprile 2022
  • ALEXANDRA DOVGAN – FESTIVAL PIANISTICO Teatro di San Carlo il 23 aprile 2022
  • BEATRICE RANA – FESTIVAL PIANISTICO Teatro di San Carlo il 24 aprile 2022
  • YUJA WANG – FESTIVAL PIANISTICO Teatro di San Carlo il 28 aprile 2022
  • BERTRAND CHAMAYOU – FESTIVAL PIANISTICO Teatro di San Carlo il 29 aprile 2022
  • RAFAL BLECHACZ – FESTIVAL PIANISTICO Teatro di San Carlo il 30 aprile 2022
  • BENJAMIN GROSVENOR – FESTIVAL PIANISTICO Teatro di San Carlo il 05 maggio 2022
  • 7 DEATHS OF MARIA CALLAS Teatro di San Carlo dal 13 maggio 2022 al 15 maggio 2022
  • ROMEO E GIULIETTA Teatro di San Carlo dal 22 maggio 2022 al 28 maggio 2022
  • IBERT/HINDEMITH/LIGETI/NIELSEN – MUSICA DA CAMERA Teatro di San Carlo il 29 maggio 2022
  • EVGENIJ ONEGIN Teatro di San Carlo dal 15 giugno 2022 al 26 giugno 2022
  • JOSÉ LUIS BASSO / CORO DEL TEATRO DI SAN CARLO Teatro di San Carlo il 17 giugno 2022
  • FABIO LUISI – JOHANNES BRAHMS – I E II SINFONIA Teatro di San Carlo il 23 giugno 2022
  • FABIO LUISI – JOHANNES BRAHMS – III E IV SINFONIA Teatro di San Carlo il 25 giugno 2022
  • IL BARBIERE DI SIVIGLIA Teatro di San Carlo dal 06 luglio 2022 al 16 luglio 2022
  • JURAJ VALCUHA / RAVEL- DE FALLA – RESPIGHI Teatro di San Carlo il 10 luglio 2022
  • LA TRAVIATA Teatro di San Carlo dal 22 luglio 2022 al 30 luglio 2022
  • I PURITANI Teatro di San Carlo dal 07 settembre 2022 al 16 settembre 2022
  • MARK ELDER Teatro di San Carlo il 09 settembre 2022
  • CANTATA PER SAN GENNARO 1775 Teatro di San Carlo il 15 settembre 2022
  • BEETHOVEN/BRAHMS/ROTA – MUSICA DA CAMERA Teatro di San Carlo il 18 settembre 2022
  • OLGA PERETYATKO/ ELENA BASHKIROVA Teatro di San Carlo il 22 settembre 2022
  • SAMSON ET DALILA Teatro di San Carlo dal 29 settembre 2022 al 09 ottobre 2022
  • INGO METZMACHER Teatro di San Carlo il 08 ottobre 2022
  • MOZART/HÄNDEL/HALVORSEN/PAGANINI/VIVALDI – MUSICA DA CAMERA Teatro di San Carlo il 16 ottobre 2022
  •  TRISTAN UND ISOLDE Teatro di San Carlo dal 27 ottobre 2022 al 05 novembre 2022 JAMES GAFFIGAN Teatro di San Carlo il 29 ottobre 2022
  • FRANZ SCHUBERT – MUSICA DA CAMERA Teatro di San Carlo il 06 novembre 2022

La Mustang Mach-E è arrivata, scoprila alla Ford Blu Center di Avellino.

Un’icona che ha fatto sognare intere generazioni, l’american dream su quattro ruote, il simbolo del boom economico degli anni ’60 a stelle e strisce oggi corre nuovamente su strada in una versione aggiornata alla tecnologia del nuovo millennio.

Venerdì 2 luglio 2021, a partire dalle 9.30, la concessionaria Ford Blu Center presenta al pubblico, presso la sede di Torrette di Mercogliano (AV), la nuova Mustang Mach-E All Electric, il primo Suv completamente elettrico prodotto da Ford.

Un gioiello di tecnologia, efficienza e linea progettato in una gamma di ampio spettro per poter regalare un’esperienza di guida unica per qualsiasi stile ed esigenza.

Per tuffarsi nel mondo Mustang, sarà possibile prenotare un test drive direttamente in concessionaria.

La Mustang Mach-E All Electric ha un’autonomia fino a 610 km ed un’accelerazione istantanea che, con il modello GT, assicura uno scatto dal 0 a 100km/h in soli 3,7 secondi.

«Siamo lieti di presentare al pubblico irpino un vero e proprio cult della storia dell’auto. Un simbolo per generazioni che oggi arriva sul nostro mercato in una forma accattivante e altamente performante» sottolinea Fabio Grillo della concessionaria Ford Blu Center Avellino.

L’alimentazione elettrica della Mustang Mach-E All Electric consente di risparmiare sia in termini di tempo che di danaro. La vettura può essere tranquillamente ricaricata collegandosi alla rete domestica ed avere così, ogni mattina, l’auto sempre pronta a garantire il top delle prestazioni.

La funzionalità di ricarica ad alta potenza con corrente continua, poi, assicura il raggiungimento di un’autonomia di 119 km in appena dieci minuti di ricarica presso una delle tante stazioni di rifornimento ad alta potenza presenti su tutto il territorio.

Per chi voglia conoscere da vicino la nuova nata in casa Ford e lasciarsi andare a vivere un sogno alla guida, l’appuntamento è per tutta la giornata di venerdì e nei giorni seguenti presso la concessionaria Ford Blu Center a via Nazionale Torrette di Mercogliano.

La ricetta della pastiera napoletana, la regina dei dolci della Pasqua in Campania.

Oggi come ieri, la pastiera napoletana è un classico della tavola della Pasqua, ma in tutta l’area partenopea, grazie all’ampia diffusione che ha avuto, viene praticamente realizzata tutto l’anno e nelle pasticcerie napoletane più rinomate è disponibile sempre nonché “esportato” con spedizione in tutta Italia.

La ricetta della pastiera di grano è lunga e laboriosa, a partire dalla realizzazione della pasta frolla, per finire alla creazione della farcitura ed infine alla cottura.

*Nel video di copertina Impastatrice Tuffantina Mamy, Mecnosud.
Contatta Pluris Italian Retail _ (+39) 0825 72858 se desideri ricevere maggiori informazioni sulle impastatrici Mamy.

Sito web

Tra storia e legenda, le origini della pastiera napoletana

Si narra che una delle più antiche ricette fosse proposta dalle suore del convento di San Gregorio Armeno nel cuore del centro storico di Napoli. La nota di colore a questa narrazione, vuole che per lavorare la pasta frolla, le suore più corpulente fossero solite sedersi sull’impasto per renderlo morbido e malleabile.

Addirittura qualcuno fa risalire l’origine della ricetta della Pastiera di grano a riti pagani che si perdono nella notte dei tempi e nella legenda della dea Partenope.

Oltre la storia, la Pastiera di Grano napoletana è sicuramente uno dei dolci più conosciuti al mondo.

Come ogni ricetta della lunghissima tradizione, ha subito numerose modifiche e varianti , ma alcuni ingredienti  ed alcuni passaggi della preparazione della pastiera di grano restano immutati ed immutabili.

Come preparare la pastiera napoletana

La pastiera di grano è un dolce costituito da una base di pasta frolla circolare adagiata in unostampo, sulla quale viene introdotta una crema di latte e grano (per il 75/80% frullato e per la restante parte a chicchi interi) cotti insieme allo zucchero ed alla ricotta ed alle uova, insaporiti da frutta candita a pezzettini (in prevalenza o esclusiva cedro e arancia canditi) e inebriata dall’aroma di fiori d’arancio.

Dopo aver disteso l’impasto sul cilindro di pasta frolla, questo viene ricoperto con strisce di pasta frolla sovrapposte diagonalmente a creare dei rombi, e cotto in forno.

La pastiera di grano, che va assaporata oltre che fredda, almeno 12/24 ore dopo essere stata sfornata, per consentire alla farcitura di assestarsi ed ai profumi ed ai sapori di sprigionarsi.

Risulterà un dolce con una friabile consistenza nella sfoglia, ma se lo volete più croccante basterà aggiungere una noce di strutto all’impasto della sfoglia, ed una accattivante cremosità per quanto riguarda la farcitura, che dovrà risultare compatta ma non secca, con un discreto grado di umidità, che dovrà essere conservato per parecchi giorni, considerando che la pastiera di grano può essere consumata fino ad una settimana dopo essere stata realizzata.

E’ sicuramente la portata della Pasqua più costosa anche se fatta in casa.

Tra le varianti più utilizzate, l’utilizzo della crema pasticciera per la farcitura come nella videoricetta di Sal De Riso che proponiamo, anche se la ricetta napoletana non sempre contempla l’uso della crema.

Ingredienti per la pastiera napoletana

Per la pasta frolla

  • 400 g di farina
  • 160 g di burro
  • 220 g di zucchero
  • 2 uova intere
  • 1 tuorlo d’uovo
  • Un pizzico sale

Per la farcitura

Per la cottura del grano

  •      Latte intero 250 g
  •     Grano cotto 350 g
  •     Scorza di limone 1

Per la crema

  •     Ricotta di mucca 200 g
  •     Ricotta di pecora 200 g
  •     Zucchero 350 g
  •     Uova 3
  •     Cedro candito 50 g
  •     Arancia candita 50 g
  •     Acqua di fiori d’arancio 15 g

Pastiera Napoletana: la Video Ricetta di Sal de Riso

Leggi anche:

Sina Brufani, hotel 5 stelle lusso nel centro storico di Perugia.

Cinque stelle lusso nel cuore della città medievale, a poca distanza dai più importanti monumenti storici di Perugia, il Sina Brufani Hotel regala magnifiche viste sulla verde vallata umbra e un ambiente elegante dotato di ogni comfort vantando una lunga storia di ospitalità e accoglienza fin dal 1884.

Sina Brufani, l’hotel di lusso a Perugia

L’hotel Sina Brufani è indicato a chi desidera visitare il capoluogo umbro senza l’utilizzo dell’automobile godendo di tutti i comfort e i vantaggi che un cinque stelle può concedere.

Camere e suites sono lussuosamente arredate, ornate con tessuti preziosi e moquette, affacciate sui colli perugini.

Situato nel cuore della città medioevale, a pochi passi dal Duomo di Perugia, dalla Fontana Maggiore, dalla Galleria Nazionale e da Corso Vannucci, con i suoi eleganti negozi è un punto di partenza eccezionale per un itinerario suggestivo dell’Umbria.

I due principali festival di Perugia, Umbria Jazz a luglio ed Eurochocolate ad ottobre, si svolgono nella piazza e nella via principale appena fuori dall’hotel e la fermata del Minimetrò, la deliziosa ferrovia sopraelevata che collega alla stazione ferroviaria, è a circa cinque minuti a piedi.

Il Ristorante Collins’

I sapori unici della cucina umbra, combinati a pietanze frutto della creatività degli chef, e la migliore scelta di vini sono degustabili nel Ristorante Collins’, dotato di una terrazza per consumare i piatti all’aperto durante la stagione estiva. Caratterizzato da un tradizionale design inglese, il bar interno è ideale per tè pomeridiani e cocktail.

Benessere e storia sono le parole chiave del centro spa dell’hotel: come rinunciare a concedersi un tuffo nella piscina interna nata tra le rovine etrusche risalenti a 3000 anni fa o a rilassarsi nel bagno di vapore, nella vasca idromassaggio, nella sauna o a dedicarsi un trattamento di massaggio.

La struttura è fornita di numerose sale riunioni, elegantemente arredate e attrezzate con moderne apparecchiature.

Recensioni TripAdvisor Hotel Sina Brufani Perugia

Il Brufani Palace Hotel vanta l’inclusione nella Top 25 degli hotel di lusso in Italia del Travellers’ Choice grazie alle eccellenti recensioni depositate su TripAdvisor.

Riapre l’Ipercoop, il Video che emoziona Avellino.

Per gli 84 lavoratori dell’Ipercoop il 6 dicembre comincia una vita nuova.

Ad Avellino ritorna quello che, per 20 anni, è stato il simbolo della grande distribuzione in città.

Nuove sono le insegne, non le persone. Loro, continueranno a dispensare sorrisi e consigli.

E a rappresentare la forza del punto vendita.

Una forza espressa in maniera molto emozionante dal video promozionale che in queste ore sta facendo il giro del web.