Viaggi e Turismo

A Dublino è tempo di Oktoberfest la festa della birra.

Dublino è famosa per le sue eccezionali credenziali culturali e può essere visitata in qualsiasi periodo dell’ anno, ma se ancora non avete deciso quando farlo, fate un pensiero per il mese di settembre. In questo mese, infatti, enti ed istituzioni hanno preparato un’abbondante kermesse culturale. Dublino scintilleà di colori e creatività ed al chiuso e all’aperto, offrirà il meglio dell’arte contemporanea, celebrerà i suoi eroi locali e metterà in scena alcune delle piece teatrali più famose del mondo.

Primo tra i vari appuntamenti imperdibili, l’Absolut Fringe è il più grande festival interdisciplinare d’Irlanda, comprendente teatro, danza, musica, commedia, arte internazionale, spettacoli di strada, e che si impadronisce della città fino al 23 settembre 2012.

E certamente ci saranno altri balli in strada il 27 settembre, quando si celebra l´Arthur’s Day. Qui si festeggiano due cose molto amate dagli irlandesi: una pinta di Guinness e un buon party. Con concerti e sessioni musicali, organizzate e no, nei pub, nei club e nelle strade della città, l’unica decisione richiesta è quella di sapere dove si è alle 17.59, momento in cui si brinderà all’uomo che inventò la “black stuff” nel 1759, il leggendario Arthur Guinness.

Gli irlandesi sono per natura dei raccontatori di storie e molto amanti del teatro, perciò non stupisce che il più importante evento della Dublin’s Festival Season sia il prestigioso Dublin Theatre Festival. In programma dal 27 settembre al 14 ottobre, è il più antico festival teatrale d’Europa.

Dublin’s Festival Season comprende anche un numero di eventi minori ma altrettanto eccellenti e popolari. I fans della nuova musica apprezzeranno il festival musicale Hard Working Class Heroes (4-6 ottobre), una vetrina per 100 band e musicisti irlandesi, che celebra quest’anno il decimo anniversario.

Oktoberfest 2012 a Dublino

I Docklands di Dublino ospiteranno il festival della birra Oktoberfest (20 settembre-7 ottobre), una buona scusa per mangiare, bere e apprezzare qualche birra tedesca assieme a un po’ di “craic” irlandese.


Spot

Spot

Spot