Home » Viaggi e Turismo » Vacanze culturali: le 7 mete preferite da scrittori e poeti.

Vacanze culturali: le 7 mete preferite da scrittori e poeti.

Bar, abitazioni, strade, piazze e altri svariati luoghi hanno ispirato grandi capolavori della letteratura.

In altre occasioni sono stati il buen retiro di illustri letterati, dove hanno partorito opere dell’intelletto che ancora oggi ammiriamo ed apprezziamo.

Visitare i luoghi che hanno prodotto  la scintilla della produzione letteraria offre la possibilità di fare scoperte affascinanti e avere un contatto diretto con la conoscenza.



Partiamo dal più magnificante luogo

il monte Sinai in Egitto, dove Mosè ricevette i Dieci Comandamenti. Qui potete visitare il monastero di Santa Caterina ed arrivare attraverso due sentieri, alquanto impegnativi, sulla cima del Sinai, per un suggestivo pellegrinaggio notturno. In mattinata saranno i taxi a riportarvi verso Il Cairo o la più turistica Sharm el-Sheikh.

Più profano, ma non certo meno affascinante, un viaggio nella Foiba di Pisino, nell’Istria croata.

Qui si ispirò Giulio Verne per il suo Mathias Sandorf. La Foiba è una gola formata dal fiume Pazincica che precipita per cento metri e forma tre laghi. Pisino è collegata alle principali città della zona, con la capitale Zagabria, con la capitale slovena Lubiana e con la ex italiana Pola.

Rimaniamo in ambito avventuroso e spostiamoci in Cile, precisamente “In Patagonia” per riprendere il titolo del libro di Bruce Chatwin.



Qui dobbiamo visitare la Cueva del Milodon dove allla fine dell’800 furono rinvenuti i resti di un grosso animale ispiratore dell’opera.

Se vi piace la letteratura per adolescenza “old style” non lasciatevi sfuggire l’occasione di visitare in Canada, vicino Cavendish, la casa dai verdi abbaini, dimora di Anna dai capelli rossi. La casa si raggiunge mediante bus lungo la tratta da Cavendish a Charlottetown, sull’isola di Prince Edward.

Spostiamoci più a Sud, a New York, nella Grande Mela e respiriamo l’aria della Beat Gerenation, o meglio, l’alcol mandato giù a fiumi dai geni letterari che rispondono al nome di Jack Kourac, Dylan Thomas e Norman Mailer.Entrate nella White Horse Tavern, la taverna del cavallo bianco, nel west Village di Manhattan.

Se chiederete da bere anche più di 10 whiskey, nessuno si meraviglierà. Negli anni 50-60 i celebri avventori arrivavano fino a dieci e qualcuno ci ha anche lasciato le penne.



Per finire due suggestioni tutte british. Stratford on Avion, casa natale di William Shakespeare. Qui il grande bardo nacque e morì.

E’ possibile visitare I cinque edifici tutti in zona dove Shakespeare trascorse la sua vita.

A Londra, invece, immancabile una visita a Baker Street, dove alloggiò il più grande detective di tutti i tempi, Sir  Sherlok Holmes.




Diventa fan del nostro magazine