Hai letto tutti i libri di Giulio Verne?  Ti piace pensare che lì sotto da qualche parte si nasconda il segreto della vita? Stai leggendo la guida giusta ma non dimenticate cartina e torcia.

Se invece soffri di claustrofobia, passa avanti.

Dopo una introduzione del genere vi aspettereste scarafaggi giganti, millepiedi e topi da affrontare, ed invece partiamo da un hotel il Sidi Driss in Tunisia. Ricavato con camere scavate nel sottosuolo che si affacciano un cortile infossato. Ciò permette di avere temperature clementi per tutto l’anno. Fu sede della scenografia di alcuni passaggi di Guerre Stellari e ciò la dice lunga sul panorama che vi attende a Matmata, in pieno Sahara.

Non solo disagi nelle viscere de mondo. La stazione di Mayakovskaya, della metro di Mosca è un dedalo affrescato e impreziosito da imponenti colonnati. Un modo moderno per dirsi speleologo.

Da Mosca a Parigi per visitare le catacombe. Sono le vecchie cave in disuso che per oltre cento anni dopo il 1785 furono utilizzate per custodire le spoglie dei defunti a causa del sovraffollamento dei cimiteri. Si accede alle tombe sotterranee da Avenue Colonel henry Rol-tanguy. Le visite sono effettuate a scaglioni di 200 persone e sono lunghe quasi due chilometri.

Passiamo alla vera avventura partendo dal New Mexico. 117 grotte nascoste da arbusti si aprono nelle viscere di Carlsbad cavern nel Parco Nazionale. Il più suggestivo punto è la sala dell’Albero di natale dove le formazioni calcaree alle pareti risplendono in mille luci. Vi accompagneranno i rangers del posto se avete prenotato in anticipo.

Le grotte di Pathet Lao, in Laos, sono invece una ricostruzione intatta dell’uso che ne venne fatto nel 1963 dal movimento comunista. Si trovano ancora tutte le suppellettili allora utilizzate per installarvi ospedali, uffici governativi e sale di attesa. Una vera e propria città.

In un Sud Africa invece, troverete addirittura un Pub nelle rocce della miniera d’oro Shaft 14. Si trova a sud di Johannesburg, nel parco a tema di Gold Reef City. Il pub si trova a 226 metri di profondità.

Nel 2012 non potete perdere l’occasione di una visita alla Crystal Maiden, la ragazza di cristallo. Si trova nelle grotte di Actun Tunichil Munkal, nel Belize Centrale, a 12 km da Teakettle, antica sede del popolo Maya, ma qui il gioco si fa duro.

Dovete inoltrarvi in una foresta infestata, guadare fiumi e arrampicarvi. Solo due tour operator organizzano escursioni, ma lo spettacolo finale, di uno scheletro che brilla da più di mille anni è una ricompensa adeguata. E’ il corpo di una fanciulla ricoperto ormai da un millennio di sedimentazioni cristalline.

L’identità della sfortunata non è mai stata accertata anche perché si ritiene sia il macabro frutto di un rito.

 

Share.
Boris Ambrosone

Sono nato sul finire del 1974. Ad Avellino. Qui ho vissuto fino al 2003, e poi ad Atripalda (Av). Ho frequantato il Liceo Scientifico Mancini di Avellino, e mi sono laureato in Sceinze della Comunicazione a Salerno nel 2001. Dopo la laurea ho portato a termine un corso di perfezionamento sugli strumenti e professione della comunicazione della pubblica amministrazione presso l’università di Salerno. Dal 2002 sono giornalista pubblicista. Ho lavorato in Radio (Studio Elle e Radio Punto Nuovo), in TV (Irpinia TV) e per la carta stampata (Economia 2000, il Mattino, Il Denaro). Dal 2011 sono addetto stampa e responsabile delle comunicazioni, presso Irpiniambiente, (dal 2004 ho ricoperto analogo ruolo per ASA S.p.A.) la società provinciale che opera nel ciclo integrato dei rifiuti. Ho curato numerose campagne elettorali come addetto stampa di diversi candidati al consiglio comunale di Avellino e regionale della Campania. Per molti anni sono stato addetto stampa della CGIL di Avellino. Con l’avvento dei nuovi media e grazie alla conoscenza di Lino Sorrentini, direttore di Agendaonline, nei primi anni del nuovo millennio mi sono appassionato alle forme di comunicazione on line, diventando collaboratore di Agendaonline, prima blogger e poi internauta di Facebook. Occasionalmente curo le pagine social di aziende italiane. Con Agendaonline ho trovato la dimensione più confacente tra lavoro e hobby, essendo appassionato di gastronomia e più che discreto cuoco, di viaggi e di musica rock, specialmente se live. Ho curato per Agendaonline numerose rubriche e redatto numerosi articoli su viaggi, gastronomia, cultura e tempo libero. Collaboro anche al sito Prodotti Tipici Campani. Amo il vino buono, preferendo quello rosso, ma non sapendolo fare, mi limito a berlo. L’unica passione estrema è la ROMA, almeno fino a quando non mi sono sposato e sono diventato papà di Ginevra e Zaira.

Exit mobile version