fbpx
Spettacoli Teatro

Al via la rassegna del Teatro Civile al “Gesualdo” di Avellino

Da giovedì 13 novembre 2014 il Teatro “Carlo Gesualdo” di Avellino riparte con la rassegna Teatro Civile, una proposta di qualità attraverso gli spettacoli di grandi maestri della parola, interpreti del teatro di narrazione italiano.

A novembre si alza il sipario sulla rassegna Teatro Civile del Teatro Gesualdo di Avellino, dopo una fortunatissima campagna abbonamenti che ha raggiunto quota 424 sottoscrizioni (100 in più rispetto allo scorso anno). La rassegna del grande teatro della narrazione porterà in scena cinque spettacoli di illustri artisti italiani: Alessandro Baricco, Toni Servillo, Maurizio Scaparro, Carlo Giuffré e Ascanio Celestini, oltre a quattro matinée dedicati ai giovani alunni di Avellino e provincia.

Una proposta di qualità che come spiega il presidente dell’Istituzione teatro comunale Luca Cipriano <<accompagnerà il pubblico del “Gesualdo” fino ad aprile e ha l’obiettivo di combattere il degrado delle coscienze attraverso la qualità, la bellezza e le emozioni di temi di estrema attualità che di sicuro raccoglieranno il favore del nostro affezionato pubblico>>.

La stagione 2014-2015 del Teatro Civile del “Gesualdo” aprirà i battenti giovedì 13 novembre con lo spettacolo “Palladium Lectures”, la lectio magistralis targata Scuola Holden, scritta e diretta da Alessandro Baricco. La lezione di uno degli autori più amati del panorama letterario italiano ruoterà intorno al concetto di gusto, declinato attraverso la storia della discussa modella inglese Kate Moss, personaggio che ha cambiato i canoni della bellezza nel mondo della moda.

Martedì 16 dicembre 2014 ritroveremo il premio Oscar Toni Servillo che porterà sul palcoscenico il racconto intimo e personale della sua Napoli attraverso l’arte dei grandi interpreti del Novecento partenopeo come Di Giacomo, Viviani, Eduardo, Totò, Moscato e De Giovanni.

Il terzo appuntamento con la rassegna di “Teatro Civile” coinciderà con la Giornata Internazionale della Memoria. Martedì 27 gennaio Carlo Giuffré ricorderà le terribili deportazioni degli ebrei nei campi di sterminio nazisti con “La lista di Schindler”, vicenda entrata nella storia cinematografica mondiale con il film diretto da Steven Spielberg.

Poi sarà la volta di “Amerika”, diretto da Maurizio Scaparro (che inizialmente era in programma lunedì 12 gennaio) e che per motivi tecnici e organizzativi andrà in scena venerdì 13 marzo. Dalla penna del grande Franz Kafka e sulle note del jazz di Scott Joplin lo spettacolo racconterà le tribolate vicende dell’emigrante Karl Rossmann in viaggio oltreoceano in cerca del sogno americano.

A chiudere il cartellone lo spettacolo di Ascanio CelestiniDiscorsi alla nazione”, in scena martedì 14 aprile, con la sua potenza espressiva capace di svelare le ombre e le contraddizioni del potere dispotico sempre in cerca di consenso e legittimazione.

L’abbonamento ai cinque spettacoli della stagione di Teatro Civile costerà 75 euro per il posto unico numerato. Solo per gli abbonati al cartellone di Grande Teatro, il costo dell’abbonamento al Teatro Civile sarà scontato a 50 euro. Sarà possibile abbonarsi alla rassegna di Teatro Civile fino a giovedì 13 novembre.

Il costo del biglietto per ogni singolo spettacolo, invece, sarà di 22 euro.

Per maggiori informazioni telefonare al numero 0825.771620. La biglietteria di piazza Castello sarà aperta al pubblico dal martedì al sabato dalle 10 alle 13 e dalle 17 alle 20.


Spot

Spot

Spot