Prima Pagina Viaggi e Turismo

Un week end sull’ Etna, escursione mozzafiato alle porte di Catania.

L'Etna, il maggiore vulcano in attività europeo da almeno 2700 anni, è una delle destinazioni turistiche a livello naturalistico più visitate della Sicilia.

Forse non tutti sanno che uno dei simboli per eccellenza della Sicilia, il maestoso Monte Etna, è un sito naturale Patrimonio dell’Umanità. Nel 2013, infatti, la commissione UNESCO ne ha decretato l’iscrizione nella prestigiosa World Heritage List definito come uno dei vulcani “più emblematici e attivi al mondo”.

Si tratta infatti del più rilevante vulcano in attività europeo da almeno 2700 anni, protagonista di una delle storie di vulcanismo documentato più longeve mai esistite. La rilevanza a livello scientifico è notevole, rappresentando una meta fondamentale per la ricerca.

L’Etna, formatosi nel corso delle ere con un processo di costruzione e distruzione cominciato circa 570mila anni fa, continua infatti a influenzare gli studi sulla geofisica e sulla vulcanologia, portando con sé valori culturali di universale importanza. Ma non solo.

L’Etna è anche dal punto di vista prettamente turistico un’attrazione che riserva incantevoli sorprese. Sorge sulla costa orientale della Sicilia nel territorio della provincia di Catania e poco distante dallo stretto di Messina.

La zona nominata dall’Unesco patrimonio mondiale fa parte del Parco dell’Etna creato nel 1987. Il parco e lo stesso vulcano sono  visitabili grazie a numerosi sentieri naturalistici, aperti a ricercatori e agli addetti ai lavori ma anche a curiosi e turisti provenienti da tutto il mondo.

L’Etna infatti rappresenta una destinazione interessante anche per i turisti che hanno un motivo in più per visitare la Sicilia e la meravigliosa provincia di Catania.

Il maestoso vulcano presenta numerose bocche collocate a diverse altitudini, prodotte dalle varie eruzioni nel corso del tempo, dove è possibile accedere ed effettuare le proprie escursioni.

Dall’alto dei suoi 3300 metri di altitudine si gode un panorama mozzafiato sulla Sicilia.

Una veduta dell’Etna con la Neve

Superando i 1000 metri, durante la stagione invernale è costantemente presente la neve che dura quasi fino all’arrivo dell’estate. Sono infatti presenti sul monte due stazioni sciistiche la cui particolarità risiede nel fatto di poter sciare con il mare sottostante.

Per gli amanti della natura e del relax, molto interessanti le aree collocate sulle pendici comprese nell’omonimo parco naturale.

Soprattutto per i più sportivi e per gli avventurosi, altri luoghi di notevole interesse sono la Grotta del Gelo, ampia cavità vulcanica in cui trova spazio un perenne ghiacciaio, le Grotte dell’Alcantara, scaturite dalla costante erosione delle acque fredde dell’omonimo fiume, oppure la Valle del Bove, una grande depressione le cui pareti (che raggiungono i 1000 metri) sono incise da profondi canyon.

L’Etna si attesta dunque quale una delle tappe naturalistiche fondamentali per chi decide di visitare la Sicilia durante tutte le fasi dell’anno. Nei suoi dintorni è inoltre possibile trovare altre destinazioni meravigliose.

A partire dalle città di Catania e di Taormina, fino ad altri non troppo distanti siti Patrimonio dell’Umanità: Piazza Armerina con la sua Villa romana del Casale, le città tardo-barocco della Val di Noto oppure Siracusa con la necropoli di Pantalica.

SPOT

SPOT

SPOT

SPOT