Metti un Weekend a Napoli.

Scegli Napoli per un weekend in campania

Napoli, tra arte, colori e sapori, solo dolci emozioni tutte da vivere

di Elisabetta Capone

Ma chi l'ha detto:" Vedi Napoli e poi muori !!!" Io dico invece "Vedi Napoli e incomincia a vivere !!!"

Eh si, come non definire Napoli il simbolo della vita, della vivacita': i suoi colori, la sua arte, il suo traffico, la sua gente le regalano un'atmosfera tutta particolare ed unica!

Sara' il sole, sara' il mare che, per quanto inquinato, è sempre di un blu luccicante; saranno le barche a vela che, sempre, anche d'inverno, affollano il golfo.

Sara' il Castel dell'Ovo, isola di pace a pochi passi dal caos cittadino, che si erge imponente e generoso sul mare ancora una volta protagonista; saranno le viste panoramiche mozzafiato che mai mi stancherei di ammirare; saranno i vicoli del centro storico con il loro profumo di cucinato, con i panni stesi tanto fotografati dai turisti, con i panierini calati dai balconi per ritirare la spesa.

Sara' la pizza piegata in quattro (a portafoglio) che si vende in strada la mattina dalle 11 in poi, o gli antipasti spettacolari, prosciutto, mozzarella, pomodorini, olive e basilico del ristorante Medina, le linguine allo scoglio del romantico ristorante "Giu' a mare chiaro" o il calamaro (per dirne uno) alla brace di Don Antonio al porto, una bettola di pescatori molto frequentata ad ora di pranzo da professionisti napoletani; tante volte mi sono detta che non c'è niente di piu' frustrante che andare in un ristorante alle 21 e 30 e sentirsi dire che le cucine sono chiuse... a Napoli le cucine sono aperte anche tutta la notte.




Sara', poi, il suo smog profumato forse perchè misto allo iodio del mare; e sara' che solo i napoletani, con lo scambio rituale di un bacio sulla guancia destra ed uno sulla guancia sinistra, appena si conoscono, sembrano fraternizzare come S. Francesco non avrebbe mai sperato; sara' lo scippo tipico al turista ingenuo che incantato da tante bellezze cammina con la testa tra le nuvole ed incurante di quello che qui è un mestiere antico.

Sara' per quelle scritte sparse sui i muri della citta' o sugli scogli di Via Caracciolo che esaltano la poeticita' di questa gente; sara' che solo a Napoli anche la vendita di quotidiani vecchi di mesi diventa un business... per capire basta fare un giro al Parco della Rimembranza.

Sara' che la mattina quando il cielo è terso si vedono Capri ed Ischia gioielli del turismo campano insieme alla costiera amalfitana; o sara'che quando la notte sembra non finire mai sorge il dubbio che qui nessuno lavori....... e che dire delle liriche napoletane, di Gigi D'Alessio o di Gino Rivieccio.. insomma sara' questo e tanto altro ancora a fare di Napoli la citta' piu' ricca e completa del mondo!!!

Ma se fosse, invece, che io sono innamorata cotta di questa citta' e che non riesco ad essere obbiettiva nelle valutazioni?

Figli di Toto' e non, a voi l'ardua sentenza!!!