Da Verona a Napoli, dai padiglioni di VeronaFiere alle strade e i monumenti del capoluogo partenopeo. Dieci giorni, tantissime location coinvolte e più di 100 vini da degustare provenienti da tutta Italia.

L’appeal del vino italiano non conosce confini e, dopo il Vinitaly, si prepara ad essere protagonista anche in Campania, con la dodicesima edizione di Wine&TheCity, il fuori salone di Vitignoitalia ideato da Donatella Bernabò Silorata nel 2008, in programma a Napoli.

L’appuntamento con l’edizione 2019 è dal 9 al 18 maggio.

Una grande festa in movimento, un evento diffuso e distribuito su più location non convenzionali tra boutique, gioiellerie, gallerie d’arte, grandi alberghi, atelier, ristoranti, wine bar, giardini, monumenti, chiese sconsacrate, cortili, uniti dall’obiettivo di promuovere la cultura del vino e del piacere che può dare il bere bene.

Wine&Thecity è ormai uno degli appuntamenti clou del mese di maggio a Napoli, una grande staffetta lunga venti giorni in cui il nettare degli dei viene promosso in modo creativo e stimolante.

Vedi Napoli e poi bevi, sarebbe il caso di dire.

Per l’edizione 2019 sono più di cento le cantine protagoniste, in rappresentanza dei principali territori italiani noti in tutto il mondo per la produzione di grandi Docg.

Dai vini del Trentino e del Veneto a quelli del Piemonte, dalla Toscana alla Liguria fino alla Puglia e alla Calabria.

Folta la rappresentanza campana con vini da tutte e cinque le provincie per un ventaglio di proposte che spazia dalle bollicine ai rossi strutturati, senza trascurare i celebri bianchi della nostra regione.

I Vini del Sannio a Wine&Thecity

Significativa la presenza dei vini del Consorzio Tutela Vini del Sannio.

Dal Beneventano arrivano i vini delle aziende Fontanavecchia, La Pampa, La Guardiense, una realtà cooperativa che conta mille soci. E ancora i vini biologici con affinamento in anfora di Tenuta Sant’Agostino e le produzioni da uve autoctone di Terre Stregate.

I Vini Irpini a Wine&Thecity

L’Irpinia delle DOCG è ben rappresentata, sono tante le aziende provenienti dalla provincia di Avellino: Cantina Sanpaolo di Claudio Quarta, Cantine Famiglietti, Azienda Di Meo, premiati a livello internazionale. Ed ancora le bollicine di Dubl, le produzioni esclusive delle aziende i Favati, La Molara e di Nolurè.

Ancora una volta partecipano i vini di Quintodecimo, l’azienda del prof. Luigi Moio, e quelli di Terredora di Paolo, dei fratelli Mastroberardino che hanno contribuito al rinascimento vitivinicolo della Campania.

I Vini Napoletani a Wine&Thecity

Dalla provincia di Napoli arrivano i vini del Vesuvio di Poggio Ridente Vesuvio, alle falde del vulcano nel cuore del Parco Nazionale, e quelli dei Campi Flegreidi Cantine Astroni, Carputo Vini, Cantine Federiciane e Salvatore Martusciello.

Dalla Penisola sorrentina  le produzioni dell’Abbazia di Crapolla di Vico Equense, un luogo nato sui resti di una Grancia benedettina a 300 mt sul mare.

Share.
Riccardo Cannavale

Riccardo Cannavale, classe 1973, dopo la laurea in Scienze Politiche (con una tesi in Storia delle Dottrine Politiche dal titolo “La teoria della “guerra giusta” nell’era dell’informazione”) ha conseguito il Master in Relazioni Pubbliche Europee, presso l’istituto Ateneo Impresa di Roma, una tra le principali business school italiane nel settore della comunicazione. Giornalista pubblicista dal 1999, ha collaborato con numerose testate giornalistiche, tra cui i quotidiani “Roma” e “Il Mattino”. La passione per il variegato mondo della comunicazione lo ha portato ad approfondire gli aspetti e le dinamiche dello stesso, maturando esperienze nell’ambito della pubblicità (è stato copywriter ed account per l’agenzia di promo-comunicazione “Areatest” di Roma), delle relazioni pubbliche (è stato tra i fondatori e direttore responsabile della rivista specializzata “Spazio RP” di Roma) e degli eventi (è stato, tra l’altro, tra gli ideatori delle tre edizioni della “Notte Bianca” ad Avellino e coordinatore degli eventi del comitato tappa in occasione di diverse edizioni del Giro d'Italia). Consulente di comunicazione pubblica, dal 2007 è sato per molti anni il responsabile dell'Ufficio Stampa e Comunicazione del Comune di Avellino e, dal 2010, coordinatore della promozione del Teatro Comunale “Carlo Gesualdo” di Avellino. Specializzatosi “sul campo” in web writing, dal 2005 ha messo la sua esperienza a disposizione di Agendaonline.it.

Exit mobile version